Sasha Banks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mercedes Kaestner-Varnado)
Sasha Banks (The Boss)
Sasha Banks nell'aprile 2016
Sasha Banks nell'aprile 2016
Nome Mercedes Kaestner-Varnado
Ring name Mercedes KV
Miss Mercedes
Sasha Banks
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Fairfield (California)
26 gennaio 1992
Residenza Boston (residenza dichiarata)

Orlando, FL (residenza effettiva)

Altezza dichiarata 165 cm
Peso dichiarato 52 kg
Allenatore Brian Fury
Brian Milonas
Handsome Johnny
Debutto 2010
Federazione WWE - Raw
Progetto Wrestling

Mercedes Kaestner-Varnado (Fairfield, 26 gennaio 1992) è una wrestler statunitense attualmente sotto contratto con la WWE, dove lotta con il ring name Sasha Banks e fa parte del roster di Raw.

Nella WWE è stata una volta WWE Women's Champion e una volta NXT Women's Champion.

Mercedes ha anche lottato nel nord-est degli Stati Uniti nei circuiti indipendenti. Ha lottato per la New England Championship Wrestling, la Chaotic Wrestling, la NorthEast Premier Wrestling Federation, la Powerhouse Wrestling e la NWA on Fire.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

New England Championship Wrestling (2010–2011)[modifica | modifica wikitesto]

L'8 agosto 2010, Mercedes ha debuttato nella New England Championship Wrestling, in coppia con Ivy vincendo contro Ariel e Sammi Lane in un tag team match. Tornò nella federazione il 4 settembre 2011, sempre in coppia con Ivy sconfiggendo Misstress Belmont e Veda Scott.

Chaotic Wrestling (2010–2012)[modifica | modifica wikitesto]

Mercedes KV entra nel ring in un match nel gennaio 2012

Mercedes KV ha iniziato la sua carriera nella Chaotic Wrestling. Ha fatto il suo debutto sul ring il 1º ottobre 2010 in un tag team match in coppia con Nikki Roxx contro Alexxis e Danny E. perdendo.

Il 2 dicembre, Mercedes sconfigge Alexxis in un "I Quit" match vincendo per la prima volta il Chaotic Wrestling Women's Champion.

Il 18 agosto 2012 il Chaotic Wrestling Women's Championship è stato reso vacante perché Mercedes ha firmato un contratto con la World Wrestling Entertainment terminando il suo regno dopo 260 giorni.

WWE[modifica | modifica wikitesto]

NXT (2012–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Sasha Banks con l'NXT Women's Championship nel marzo 2015

Il 18 agosto Mercedes annuncia di aver firmato un contratto di sviluppo con la WWE. Debutta nel settore di sviluppo di NXT a un house show con il ring name Mercedes KV vincendo un tag team match insieme ad Audrey Marie contro Paige e Emma. Poco dopo cambia il ring name in Sasha Banks. Nella puntata di NXT del 12 dicembre fa il suo debutto televisivo, perdendo contro Paige. Inizia una storyline dove riceve delle lettere da un ammiratore segreto, che poi si rivelerà essere Audrey Marie, gelosa del suo successo; questo porta ad un match tra le due, vinto da Audrey. La loro rivelità viene poi cestinata in seguito al licenziamento della Marie.

Viene in seguito influenzata da Summer Rae per farsi un nome a NXT; dopo che Sasha viene sconfitta in un match contro Paige, a fine match l'attacca diventando heel e alleandosi con Summer, debuttando con la nuova gimmick nota come "The Boss of NXT". Le due formano un team, le "BFF" ("Beautiful, Fierce Females"), dove in seguito ne prenderà parte anche la figlia d'arte, Charlotte. Dopo la promozione di Summer Rae nel main roster, Sasha e Charlotte iniziano una faida con Bayley, che viene aiutata da Natalya. Dopo vari mesi, le BFF giungono al loro epilogo, quando Charlotte salva Bayley da un attacco della Banks. Comincia un'alleanza con Becky Lynch, quando questa attacca Bayley, alleandosi con Sasha. Nel frattempo, la Banks tenta più volte l'assalto all'NXT Women's Championship detenuto da Charlotte, non riuscendo mai a vincere.

A NXT TakeOver: Rival vince un fatal-four way match che includeva Charlotte, Becky Lynch e Bayley, conquistando l'NXT Women's Championship. Sconfigge Charlotte in una rivincita e difende il titolo anche dall'assalto di Alexa Bliss. A NXT TakeOver: Unstoppable difende il titolo contro Becky Lynch in un match altamente acclamato.

Team B.A.D. e Turn Face (2015–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Team B.A.D..

La prima apparizione della Banks nel roster principale della WWE è avvenuta nella puntata di Main Event del 30 dicembre 2014, dove ha perso contro Charlotte in un dark match non titolato.

Banks ha fatto il suo debutto ufficiale nel nella puntata di Raw del 13 luglio 2015 insieme a Charlotte e Becky Lynch, dopo che Stephanie McMahon ha affermato di voler "rivoluzionare" la divisione delle WWE Diva; mentre Lynch e Charlotte si sono alleate con Paige, che stava avendo una faida con il Team Bella (The Bella Twins e Alicia Fox), Banks ha formato un'alleanza con Tamina e Naomi nota come "Team B.A.D." ("Best at Dominating", rinominato in seguito "Beautiful and Dangerous"), partecipando alla rissa che è scaturita tra i tre team. Al pay-per-view Battleground, Banks ha combattuto in un triple threat match contro Brie Bella e Charlotte, vinto da quest'ultima. Nella puntata di Raw del 2 novembre partecipa insieme a Becky Lynch, Brie Bella e Paige al fatal four-way per decretare la sfidante di Charlotte per il Divas Championship, ma a vincere la contesa è Paige.

Dopo un infortunio il 24 gennaio 2016 ritorna come face alla Royal Rumble, dove ha attaccato Charlotte. La sera seguente a Raw, durante un match contro Becky Lynch, le due vengono attaccate da Charlotte, mentre nella puntata di Raw del 1º febbraio, sempre durante un match contro la Lynch, le due vengono attaccate da Tamina e Naomi, ma la Banks e la Lynch riescono a respingerle. Questo comporta l'addio della Banks dal Team B.A.D. e a Fastlane, insieme a Becky Lynch, sconfigge Naomi e Tamina in un tag Team match.

Opportunità titolate e WWE Women's Championship (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 29 marzo il match per determinare la prima sfidante al titolo di Charlotte tra la Banks e la Lynch finisce in pareggio: le due si riaffrontano nella successiva puntata di SmackDown e il match finisce in doppia squalifica per entrambe a causa dell'interferenza di Charlotte; successivamente la WWE annuncia che le tre si affronteranno in un triple threat match per il Divas Championship a WrestleMania 32. Tuttavia a WrestleMania 32 il Divas Championship viene ritirato e sostituito dal WWE Women's Championship, che però la Banks non riesce a vincere.

Ritorna nella puntata di Raw del 20 giugno attaccando Charlotte e Dana Brooke, sfidando la prima per il WWE Women's Championship. Il 19 luglio nella prima puntata di SmackDown Live con il ritorno del draft entra a far parte del roster di Raw; sempre nella stessa sera viene sconfitta in un 2-on-1 Handicap match da Charlotte e Dana Brooke. Il 24 luglio a Battleground Sasha Banks e la sua partner misteriosa, rivelatasi poi essere Bayley, hanno sconfitto Charlotte e Dana Brooke.

Nella puntata di Raw del 25 luglio (la prima dopo la Brand Extension) sconfigge Charlotte e conquista il WWE Women's Championship. Il 30 luglio viene annunciato che Charlotte avrà il suo rematch titolato a SummerSlam, sempre lo stesso giorno Sasha è la prima donna a classificarsi 1° nel WWE power rankings la classifica settimanale della WWE. Nella puntata di Raw del 1° agosto Sasha Banks e Enzo Amore sono stati sconfitti da Charlotte e Chris Jericho in un Mixed Tag Team match. Nella puntata di Raw dell' 8 agosto ottiene dal GM Mick Foley un match contro Dana Brooke; se Sasha vincerà la Brooke sarà bandita dal ringside nel match titolato di SummerSlam contro Charlotte. Quella stessa sera, Sasha sconfigge Dana. Il 21 agosto a SummerSlam, però, Sasha è stata sconfitta da Charlotte, perdendo dunque il WWE Women's Championship dopo neanche un mese di regno. Successivamente la WWE annuncia che Sasha ha subito un infortunio alla schiena.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È cugina del rapper Snoop Dogg ed è una fan del K-pop, in particolare della boy band SHINee, e del manga e anime Sailor Moon.

Si è sposata il 4 Agosto 2016 con Sarath Ton, conosciuto come Kid Mikaze, esso lavora per la WWE come costume designer.

Cita come suo wrestler preferito Eddie Guerrero e nel giorno della sua commemorazione, il 14 novembre 2005 a Raw, era tra il pubblico ed a WrestleMania 32 durante il suo match con Becky Lynch e Charlotte oltre ad aver usato la stessa tenuta usata da Eddie in un'edizione precedente di WrestleMania, ha anche usato una delle mosse più caratteristiche di Eddie, la Frog Splash.

Influenza nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Sasha Banks è diventata in breve periodo una delle wrestler più amate dal pubblico: il suo essere fan fin da bambina della WWE, unito ad un carisma naturale e a un'indiscussa bravura sul ring, hanno portato i fan ad acclamarla costantemente, intonando cori come "We want Sasha!" anche quando non era presente sul quadrato. Questi episodi risultano ancora più stupefacenti se si considera che sono avvenuti mentre interpretava un personaggio Heel, che però venne a tutti a gli effetti applaudito e rispettato dal pubblico.

Con il passaggio da Heel a Face Sasha è diventata la Divas più amata e tifata degli ultimi anni: ciò ha portato la compagnia a puntare sempre di più su di lei e, di fatto, è stata l'artefice della "rivoluzione" del wrestling femminile in WWE assieme alle sue colleghe e amiche Charlotte, Bayley e Becky Lynch. La WWE ha iniziato a dare sempre più spazio e minutaggio agli incontri femminili, che, apprezzati da pubblico e critica, sono arrivati ad occupare ben quattro delle prime quindici posizioni nella classifica dei migliori match dell'anno stilati dalla compagnia[1], a fronte di un'assenza prolungata negli anni precedenti: in ognuno di questi match era presente Sasha Banks, che, in occasione di NXT TakeOver: Respect, è diventata la prima donna a far parte del main event nella storia della compagnia[2].

Sasha si è messa in luce anche a WrestleMania, l'evento più importante dell'anno in WWE, in cui l'incontro da lei disputato è stato indicato da più parti come match della serata[3] in un'occasione storica per la federazione: è stato infatti proprio in questo evento che la WWE ha deciso che le lottatrici verranno definite "Superstars", esattamente come i lottatori di sesso maschile, e non più "Divas", termine che richiamava alla mente più delle modelle che delle wrestler[4]. Sasha Banks è quindi stata parte integrante di un cambio epocale nella WWE, visto che il termine "Diva" era parte integrante della federazione fin dai suoi albori. Durante il suo ritorno dopo un'assenza di diverse settimane è stata accolta dal pubblico con i cori "Sasha Sasha" e "Yes yes" dopo aver attaccato Charlotte ed aver promesso di essere lei la prossima campionessa della divisione femminile. La sua vittoria del titolo è stata accolta con i cori "Yes yes" e "you deserve it", dimostrando di essere la Superstar femminile più amata degli ultimi anni.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "The (Legit) Boss"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • Sky's the Limit dei CFO$ (28 agosto 2014–presente)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Chaotic Wrestling

  • Chaotic Wrestling Women's Championship (1)

Independent Wrestling Entertainment

  • IWE Women's Championship (1)

Pro Wrestling Illustrated

Ring Wars Carolina

  • RWC No Limitz Championshp (1)

WWE

WWE NXT

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WWE.com's Top 25 Matches of 2015, wwe.com, 18 dicembre 2015. URL consultato il 23 aprile 2016.
  2. ^ NXT 'TakeOver: Respect' – Bayley and Sasha Banks Go the Distance, rollingstone.com, 8 ottobre 2015. URL consultato il 23 aprile 2016.
  3. ^ WrestleMania 32: Women’s Revolution And The Magic Of Sasha Banks, tjrwrestling.net, 4 aprile 2016. URL consultato il 23 aprile 2016.
  4. ^ From 'Divas' To 'Superstars': WWE Embraces Women's Sports Revolution, npr.org, 4 aprile 2016. URL consultato il 23 aprile 2016.
  5. ^ Full 2015 PWI Female 50 List Revealed, diva-dirt.com, 5 novembre 2015. URL consultato il 6 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]