Mentocrex kioloides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rallo del Madagascar
Canirallus kioloides 1868.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognatae
Ordine Gruiformes
Famiglia Sarothruridae
Genere Mentocrex
Specie M. kioloides
Nomenclatura binomiale
Mentocrex kioloides
(Pucheran, 1845)

Il rallo del Madagascar (Mentocrex kioloides (Pucheran, 1845)) è un uccello della famiglia dei Sarotruridi originario del Madagascar[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente vengono riconosciute due sottospecie di rallo del Madagascar[2]:

  • C. k. berliozi (Salomonsen, 1934) (Madagascar nord-occidentale);
  • C. k. kioloides (Pucheran, 1845) (Madagascar orientale).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive nelle foreste pluviali del Madagascar settentrionale e centrale, in particolar modo nelle zone umide.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il rallo del Madagascar è una specie sedentaria che vive generalmente in coppie o, più raramente, da sola. Non sappiamo molto sulla sua biologia, perché vive all'interno delle fitte foreste ed è piuttosto raro (in tutta l'isola ne vivono circa 1000-2000 esemplari).

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La dieta è costituita da insetti, anfibi e semi.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Nidifica in maggio-giugno o in novembre. Il nido è costituito da una struttura di fili d'erba e foglie posta tra i cespugli o tra le liane, a 2–3 m di altezza dal suolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Birdlife International 2012, Mentocrex kioloides, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Sarothruridae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 21 aprile 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]