Mental Research Institute

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Mental Research Institute (MRI) di Palo Alto, conosciuto anche come Scuola di Palo Alto, è una delle istituzioni fondatrici della terapia breve e familiare[1]. Fondata da Don D. Jackson e colleghi nel 1958, il MRI è stata una delle principali fonti di idee nel campo degli studi interattivi/sistemici, della psicoterapia e della terapia familiare[2].

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo un articolo del Psychotherapy Networker su Jay Haley(un ricercatore associato al MRI negli anni '60) il Mental Research Institute era divenuto il punto di riferimento per qualsiasi terapeuta che voleva essere all'avanguardia nella ricerca e nella pratica della psicoterapia. Promuovendo uno sperimentalismo quasi senza limiti, l'MRI lanciò il primo programma ufficiale di formazione sulla terapia familiare, producendo alcuni dei primi e più autorevoli libri e pubblicazioni sul campo, diventando il posto in cui alcuni dei più importanti esponenti del settore -Paul Watzlawick, Richard Fisch, Jules Riskin, Virginia Satir, Salvador Minuchin, RD Laing, Irvin D. Yalom, Cloe Madanes- vennero a lavorare o semplicemente vi passavano del tempo"[3]. Successivamente, il Brief Therapy Center della MRI presentò un modello innovativo per un approccio completo alla psicoterapia breve, un modello che, a sua volta, ha influenzato i successivi approcci terapeutici brevi in tutto il mondo[4]. Il Brief Therapy Center della MRI è stato fondato da Dick Fisch, John Weakland e Paul Watzlawick. La continua ricerca applicata e lo sviluppo della teoria hanno ampliato l'uso di concetti interattivi alla comunità, alla scuola e al mondo degli affari. Migliaia di professionisti negli Stati Uniti e in molti paesi del mondo hanno partecipato a programmi di formazione alla MRI[5].

Missione[modifica | modifica wikitesto]

Il Mental Research Institute (MRI), fondato nel 1958 da Donald deAvila Jackson,[6] è una piccola società, indipendente, multidisciplinare, senza scopo di lucro:

  • dedicata a portare avanti e incoraggiare la ricerca scientifica basata su nuovi modi di osservare il comportamento delle persone,
  • dedicata a beneficiare la comunità umana in tutto il mondo attraverso servizi di formazione, clinici e di consulenza,
  • impegnata ad espandere la propria tradizione di innovazione e apertura verso nuovi paradigmi di cambiamento.

L'obiettivo del MRI è quello di esplorare e incoraggiare l'uso di un approccio interazionale per comprendere e risolvere in modo più efficace i problemi umani dalla famiglia a tutti gli altri livelli di organizzazione sociale.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nichols, M., & Schwartz, R. (2005). Family Therapy: Concepts and Methods (7th Edition), New York City: Prentice Hall.
  2. ^ Weakland, J., & Ray, W. (1995). Propagations: Thirty years of Influence from the Mental Research Institute, New York: Haworth
  3. ^ Psychotherapy Networker, November/December, 2007, p. 53
  4. ^ Paul Watzlawick, Therapist Behind Rapid Diagnosis Strategy, Dies at 85 - New York Times
  5. ^ MRI website
  6. ^ "The Mental Research Institute (MRI)". MRI. Archived from the original on 14 febbraio 2013. URL consultato il 10 aprile 2013.
  7. ^ About Us Archiviato l'11 marzo 2008 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Interactional View: Studies at the Mental Research Institute, Palo Alto, 1965–1974, edited by Weakland, J., and Watzlawick, P. (1979) New York: WW Norton
  • Propagations: Thirty years of Influence from the Mental Research Institute, Weakland, J., & Ray, W. (1995). New York: Haworth Press
  • MRI bibliography. La bibliografia relativa ai soci della MRI che conta oltre 1000 pubblicazioni su riviste e libri.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137180560 · ISNI (EN0000 0001 2324 1067 · LCCN (ENn50079903 · WorldCat Identities (ENlccn-n50079903
Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia