Mencey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mencey è un monarca o re dei Guanci di Tenerife, che era a capo di un territorio detto menceyato. L'equivalente a Gran Canaria prende il nome di guanarteme.

Statua di Beneharo a Candelaria

A Tenerife, l'ultimo grande mencey, fu Tinerfe il Grande,[1] figlio del mencey Sunta, che teneva corte a Adeje (cent'anni prima della conquista) e governava tutta l'isola. Ebbe nove figli legittimi e uno illegittimo, che successivamente si ribellarono e divisero l'isola in nove menceyatos:

Inoltre esisteva un piccolo territorio per il figlio illegittimo che successivamente si chiamerà "Punta del Hidalgo Pobre" (oggi Punta del Hidalgo).

I mencey avevano un luogo per riunirsi chiamato Tagoror. Nel 1502, anni dopo la conquista ufficiale dell'isola, si riunificò il menceyato di Adeje sotto il comando del mencey Ichasagua. Un altro mencey singolare fu il cosiddetto "Mencey Loco" (mencey pazzo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Occorre precisare che molti dei nomi dei mencey, sono prodotto dell'immaginazione del poeta Antonio de Viana, nato quasi 80 anni dopo la conquista delle Canarie. Grazie ad alcuni manoscritti anteriori a lui si conservano nomi di mencey e di guerrieri come Benytomo (Bencomo). Noticia en el Diario El Día