Memoria (film 1997)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Memoria
Titolo originaleMemoria
Paese di produzioneItalia
Anno1997
Durata90 min
Generedocumentario
RegiaRuggero Gabbai
SoggettoMarcello Pezzetti, Liliana Picciotto
ProduttoreFondazione CDEC, Forma International
Produttore esecutivoEliot Malki
FotografiaSefi Baruch, Nicolò Bongiorno
MontaggioDaniele Orsini
MusicheMario Piacentini
Interpreti e personaggi

Memoria è un documentario direct-to-video del 1997 diretto da Ruggero Gabbai su soggetto di Marcello Pezzetti e Liliana Picciotto

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Film-documentario, introdotto da alcune letture di Giancarlo Giannini tratte da "Se questo è un uomo" di Primo Levi, raccoglie le testimonianze di circa 90 sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz, ricondotti presso gli stessi luoghi della loro prigionia. Oltre alla testimonianza delle sofferenze patite nel campo, vengono narrate anche le esperienze legate alle umiliazioni e privazioni subite a causa delle leggi razziali del 1938, nonché della segregazione e cattura avvenute in Italia.

Fra le testimonianze si evidenziano quelle di: Shlomo Venezia, Rubino Romeo Salmonì, Nedo Fiano, Ida Marcheria, Leone Sabatello, Liliana Segre, Settimia Spizzichino, Piero Terracina ed Elisa Springer.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato fra Roma, Venezia, Milano ed Auschwitz. Il DVD presenta anche una introduzione di Moni Ovadia e un reportage sull'accoglienza ricevuta al Festival di Berlino.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Presentato per la distribuzione in Home video, è stato anche reso disponibile per la libera e gratuita visione sul web dalla Fondazione CDEC a seguito delle numerose richieste provenienti da istituti scolastici, istituzioni e privati cittadini[1][2][3].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato selezionato al Festival di Berlino del 1997 e nel 1999 ha vinto il Nuremberg Film Festival.[4] È stato selezionato inoltre ai festival cinematografici di Gerusalemme, Washington, Marsiglia, Valencia, Istanbul[5]. Nel 1997 è stato trasmesso in prima serata da Raidue, senza interruzioni pubblicitarie, ottenendo uno share di quasi 7 milioni di telespettatori.[5][1][6][7] È stato proiettato a Montecitorio alla presenza delle massime autorità dello Stato.[8]

« Memoria è uno dei più importanti documenti per la storia e la cultura del nostro Paese »

(Romano Prodi, al tempo "Presidente del consiglio dei ministri")

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (IT) "Memoria", un film indimenticabile - Mosaico, in Mosaico, 10 luglio 2012. URL consultato il 6 agosto 2017.
  2. ^ Fondazione CDEC, MEMORIA, 9 luglio 2012. URL consultato il 6 agosto 2017.
  3. ^ Proiezione film "Memoria" di Gabbai, su Portale del Comune di Milano. URL consultato il 6 agosto 2017.
  4. ^ (EN) Nuremberg International Human Rights Film Festival |, su en.nihrff.de. URL consultato il 6 agosto 2017.
  5. ^ a b Untitled Document, su www.cdec.it. URL consultato il 6 agosto 2017.
  6. ^ Memoria, in RAI Tv. URL consultato il 6 agosto 2017.
  7. ^ Memoria | Intervista a Ruggero Gabbai, su Rai. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  8. ^ Forma international, su formainternational.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]