Melo Mafali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carmelo Mafali, detto Melo (Messina, 6 febbraio 1958), è un pianista e compositore italiano.

Dopo aver compiuto gli studi classici nella sua città si trasferisce a Colonia, dove vive e lavora. Tra i suoi lavori importanti si ricordano Babylons Acumen (1992), Aida presents Mythos (1995), El Libro de la Luna (1993).

Ha composto anche musica per ensemble e strumenti tradizionali, oltre che composizioni elettroniche tra cui L'Ecole du Libertinage del 2002. Tra le sui composizioni classiche si ricordano Minimal Bride (2000) per due xilofoni e orchestra d'archi, il Concerto n.1 per pianoforte e orchestra (1995), Suite Antiqua per piccola orchestra d'archi, e numerosi brani per ensemble orchestrali, pianoforte solo, o per due pianoforti, chitarra e piano, trii, quartetti.

Ha collaborato dal 1996 al 2003 al progetto per due pianoforti, The Piano Duo, con il quale ha registrato tre CD per l'etichetta tedesca Greenhouse. Alcune delle sue composizioni per pianoforte sono state incise dalla pianista di origine coreana Jennifer Lim. Tra le sue collaborazioni come arrangiatore e compositore spiccano quelle con il bluesman Rufus Thomas, e Bobby Kimball del gruppo Toto.

Dal 2006 opera anche nel The Spell Trio con il fratello Pippo Mafali, bassista e compositore, e la cantante e violinista Maria Fausta Rizzo.

Nel 2008 ha composto, insieme a Bruno Venturo, le musiche per il film Un amore di Gide diretto da Diego Ronsisvalle con la produzione di Lastrada.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce a Messina il 6 di febbraio del 1958 da Domenico Mafali, insegnante di inglese e Concetta Giuffrè, maestra (è fratello maggiore del compositore/contrabassista Pippo Mafali). All'età di 9 anni inizia lo studio del pianoforte al conservatorio A.Corelli di Messina, con la maestra Carmela Leone. Partecipa nel 1979-1980 a due festival di Jazz importanti, nel primo con il gruppo musicale Funfair, aprendo per il grande Dexter Gordon-nel secondo aprirà da pianista solista per la serata dedicata ai grandi batteristi del jazz, Max Roach, Jack de Johnette, Airto Moreira. Queste due esibizioni lo incoraggeranno a seguire la via della musica come filosofia di vita, nonché come professione. Nel novembre del 1980 si trasferisce prima a Wuppertal, Germania Federale, poi a Colonia sul Reno, dove continua gli studi di pianoforte, e gli studi di composizione e musica corale. Inizia però contemporaneamente a interessarsi di musica elettronica, un interesse che era nato anni prima quando iniziò a sperimentare con il minimoog, il suo primo sintetizzatore, che aveva usato frequentemente con il Mausoleo-un gruppo di estrazione progressive messinese che si ispirava alla scuola di Canterbury di Robert Wyatt. Nel 1983 inizia a far parte dell'equipe di un importante studio di registrazione a Rommerskirchen, vicino Colonia, lavorando assiduamente come arrangiatore midi e compositore, con l'aiuto della workstation elettronica PPG Waveterm, costruita da Wolfgang Palm, incidendo per nomi nuovi della musica soul americana prodotti in Germania dalla EMI. Tra il 1986 e il 1990 lavora incessantemente in grandi studi di registrazione mitteleuropei, prevalentemente in Germania, ma anche in Olanda e Belgio, tra i quali ricordiamo Can Studio, Dierks Studios, Katy Studios a Waterloo, Europa Sound a Francoforte sul Meno, Cream sempre a Francoforte. Gli artisti con i quali collabora sono di estrazioni e generi disparati: ricordiamo Nino De Angelo, una collaborazione stretta e prolifica su tre dei suoi album, la scuola dance-elettronica di Frankfurt tra cui svettano Mousse T. e Off (i futuri Snap), per non dimenticare il produttore/dj degli albori di questo genere, Mike Staab, con il quale realizza e produce svariate dance productions d'avanguardia e remakes di successo (Delegation/Where's the Love), sotto la regia tecnica del leggendario fonico/produttore tedesco Thomas Schmitt. Nel 1988 inizia la sua intensa collaborazione con la sua compagna di allora, l'eccentrica ballerina/coreografa di origini francesi Aida Le Pesqueur, che con lui inizia un connubio anche artistico che passa da spettacoli crossover a metà strada tra belly dance, danze etno-africane e tango. Nel 1989 realizza con lei uno spettacolo originale al Flora di Colonia, con un grande successo di pubblico, stampa e interviste tv. A questo segue lo spettacolo "Mythos", a cui poi seguirà un album con musiche originali ispirate alle danze medio-orientali, con forti contaminazioni elettroniche, edite dall'etichetta specializzata "Danzone" di Berlino. Nel 1990 fonda lo studio di registrazione "Peak Top" a Colonia/Porz, insieme al grande manager belga Freddie Cousaert. Questa struttura diventa presto meta di alcune leggende della soul music americana, tra cui Gil Scott-Heron, Isaac Hayes, Rufus Thomas, Franky Gaye (il fratello di Marvin), Gloria Gaynor,perfino consigliato da altri artisti come Rick Wakeman e Tina Charles. Lo studio gode di una buona popolarità e si dedica anche alla produzione di svariate colonne sonore, specialmente di cartoni (Felix the Cat). Melo Mafali realizza in questo studio la sua opera prima da solista, " Babylons Acumen" (1992-Aton), un album singolare ed eclettico, con sonorità acido-elettroniche che si mescolano a strumenti classici e orchestrali, piano, archi, violino, senza alcuna concessione all'easy listening, anzi con una forte vena da colonna sonora a forti tinte. Il roboante pamphlet nel booklet che accompagna il cd parla di stati futuri che si uniranno per poi sciogliersi nel prossimo futuro, la fine del razionalismo, una nuova Babilonia. È un album concept moderno e all'avanguardia, che lascia perplessi o entusiasti, senza mezzi termini. Su Babylons Acumen sono presenti alcuni brani fondamentali, tra cui spiccano "Der Geschaeftsmann", che diventerà in seguito "Atem", in versione orchestrale, e "Mutazione", con le Variazioni per Quartetto d'Archi. Nel 1994 esca per la EFA il primo album per piano solo, "El Libro De La Luna", con in copertina un dipinto dell'artista inglese Rowland Fade, che include "La Morte Douce", forse il brano per pianoforte più famoso del musicista. Nasce proprio in questo magico '93 la sua collaborazione con la band di Colonia "What's Up", W.Fedde, D.Sengotta, Brahm Heidl e soprattutto Ron White, cantante e ballerino di colore originario di Washington D.C. La band riscuoterà notevoli successi mediali e di pubblico negli anni seguenti ( trasmissioni tv importanti, tra cui VIVA e Schmitteinander in cui si esibiscono dal vivo con le Pointer Sisters, fino a sciogliersi per fratture interne nel 1999, dopo una tournée spagnola per promuovere il primo e unico cd. Negli anni '90 realizza anche una serie di musiche per corti e spot pubblicitari tra cui quello per la Warsteiner e la Opel Corsa. È del 1990 la musica per il corto Luxuria del regista austriaco C.Wohlfahrter, film che passò anche sulle reti SAT 1, RTL e ZDF. Negli anni '90 Melo Mafali comincia a comporre musica classica e classico contemporanea per svariate ensemble, elaborando e realizzando così una sua vena fortemente neo-classica, mista ad elementi e moduli eterogenei di altre modalità musicali. Le Variazioni su Mutazione per Quartetto d'Archi sono del 1990, il Concerto per Pianoforte e Orchestra in si minore è del 1995. Il progetto più importante del musicista negli anni Novanta è certamente il connubio con il pianista e compositore Renè Pretschner, noto sotto il nome di The Pianoduo. Questo inusuale sodalizio musicale produrrà tre album, di cui uno doppio e uno dal vivo (vedi discografia). Gli anni duemila cominciano con la collaborazione con il fotografo e videomaker Richard Welnowski, già noto per il duo notevole lavoro con la pluripremiata casa di produzione video Zbig.Con lui Melo Mafali realizza numerosi spot pubblicitari di notevole importanza, e anche il video di presentazione per il Piano Duo. Con i due anni di collaborazione con la cantante di blues Marla Glen (1999-2000), con la quale incide un single che verrà poi incluso in un album successivo (Crazy World), Mafali conosce Alex Squarzoni, manager di spettacoli circensi, che lo nomina direttore musicale del suo nuovo spettacolo/circo, Zucchero, a circus of Venice. M.Mafali realizza anche un cd per l'occasione, in cui non mancano riferimenti a Rondò Veneziano. Negli ultimi anni, dal 2004 ad oggi, si dedica maggiormente a composizioni di stampo classico, e arrangiamenti per archi, anche per artisti come Wolf Hoffmann della band Accept, per il suo progetto classic/metal Concerto Mondiale. Per la band Accept realizza anche gli arrangiamenti orchestrali per l'album " Blood Of The Nation", 2010.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Babylons Acumen, Aton, Germania, 1992

El Libro De La Luna, Jamc, Germania, 1993

The Book Of The Moon, Prestige, England, 1994

Aidas Mythos, Danzone, Germania, 1995

Zucchero, a Circus Of Venice, Aton, Germania, 2003

Obscure Environements, Four rooms by Melo Mafali, Aton, solo su internet(I-Tunes, Amazon, etc), digital release

con Renè Pretschner, The PianoDuo:

El Latino, Greenhousemusic, Germania-Austria, 1997

Nocturna (2 Cd), Greenhousemusic, Germania-Austria, 1999

The PianoDuo Live In Concert (con Jennifer Lim, piano), Greenhousemusic,Germania-Svizzera-Austria, 2003

con The Spell Trio, Pippo Mafali, Maria Fausta Rizzo:

An Album Of Progressive And Jazz, Aton, Italia, 2006

Samplers e Compilations:

The Sound Of Lepanto 14 vol. 1 and 2, Italy, 2007 e 2009

Ibiza Elements, Spagna/Germania, 2001

Ten Piano Players vol.1 e 2, Greenhousemusic,1997-1999

THe Spirit Of Jazz-Greenhousemusic, Germania

El Mejor Album De LOS MUSTANGS-Spagna 1996 (arrangiamento per M.Cabballè).

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie