Media Valle del Serchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mediavalle)
Media valle del Serchio
Barga Alps.jpg
Vista di Barga con sullo sfondo le Alpi Apuane
Stati Italia Italia
Regioni Toscana Toscana
Province Lucca Lucca
Località principali Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Coreglia Antelminelli, Pescaglia, Villa Basilica.
Comunità montana Unione dei Comuni Media Valle del Serchio
Fiume Serchio
Altitudine media: 52-1964 m s.l.m.
Nome abitanti Mediavallesi
Sito web

La media valle del Serchio (comunemente Mediavalle, in latino Forum Clodii Inferius) è un distretto della provincia di Lucca compreso tra la città di Lucca a sud e la Garfagnana a nord, che si estende lungo il bacino idrografico del fiume Serchio, compresa tra l'Appennino Tosco-Emiliano e le Alpi Apuane (Subappennino toscano). La sua altitudine media varia tra i 52 e i 1964 metri s.l.m.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La media valle del Serchio comprende interamente, da nord a sud, i comuni di Barga, Coreglia Antelminelli, Bagni di Lucca, Borgo a Mozzano e il suo ponte della Maddalena o ponte del Diavolo e Pescaglia con le frazioni agro-industriali di San Martino in Freddana e Monsagrati e di Villa Basilica.

Nell'antichità fu abitata dagli apuani, sconfitti dai romani tra il 180 ed il 155 a.C. Nel Medioevo gli attuali comuni di Barga, Coreglia Antelminelli e in buona parte Pescaglia e Borgo a Mozzano facevano parte della Garfagnana come l'alta valle del Serchio (ancora oggi fino ai torrenti Fegana (Coreglia A.) e Pedogna (Pescaglia-Borgo a Mozzano) si notano numerose caratteristiche dialettali e tradizionali garfagnine e non lucchesi.

Più tardi l'alta valle fino a Fabbriche di Vallico compresa fu soggetta agli Estensi di Modena ("Valle estense"), mentre la Mediavalle era compresa nella Repubblica di Lucca ("Valle lucchese") ad eccezione del centro principale Barga, parte del Granducato di Toscana ("Valle toscana").

Bagni di Lucca con tutta la Val di Lima e Villa Basilica con le Pizzorne, storicamente ed etnograficamente legate alla Valleriana e alla Val di Nievole, furono sempre parte del territorio lucchese.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

In base alle medie climatiche dell'ultimo trentennio in Mediavelle del Serchio si passa da un clima temperato di transizione al mediterraneo nella ridotta porzione di pianura e in bassa collina ("Cfsa") ad un clima temperato submediterraneo ad estate tiepida in alta collina ("Cfsb", tendente al "Cfb" in alcune aree orientali). Il clima di bassa montagna è temperato oceanico ad estate tiepida umido in tutte le stagioni ("Cfb"), mentre in alta montagna è temperato fresco: oceanico-subpolare ("Cfc"). La neve in inverno è un fenomeno modesto al di sotto dei 400 metri s.l.m. (anche se spesso si tratta di accumulo scarsi o nulli), mentre al di sopra di tale quota è più frequente, in particolar modo oltre i 1000 metri s.l.m. dove le nevicate sono piuttosto abbondanti e la copertura nevosa al suolo può durare per settimane, e per mesi in alcune zone più elevate dove in annate particolarmente favorevoli la neve puo' durare da ottobre fino a maggio-giugno. La media nivometrica varia tra i 5-10 cm e valori >100 cm in base all'esposizione e all'altitudine.

Personaggi illustri[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Per l'estensione della Valle del Serchio storica vedi:

  • A. Palagi, In Pischalia, Lucca 1999 (soprattutto pp. 78–87)
  • L. Pedreschi, Contributo al glossario dei nomi regionali italiani. La Garfagnana (problemi vecchi e nuovi), in Scritti geografici in onore di R. Riccardi, Roma 1973, pp. 12–20.
  • G. Santini, Unità e pluralità distrettuale nella storia millenaria della Garfagnana. Interrogativi e problemi, in 'La Garfagnana. Storia, Cultura, arte', atti del convegno tenuto a Castelnuovo Garfagnana il 12-13 settembre 1992, Modena 1993, pp. 7–12.

Per i legami della Valdilima e della Pizzorne con Valdinievole e Valleriana vedi:

  • C. Giambastiani, I bagni di Corsena e la Val di Lima lucchese: dalle origini al XVI secolo, Lucca 1996.

Per l'aspetto dialettale vedi:

  • R. Ambrosini, Caratteristiche del lucchese, in Convegno per la preparazione della Carta dei Dialetti Italiani, Messina 1964, pp. 111–118 e in Rivista di archeologia, storia economia e costume, 1974, nn. 2 e 3-4, pp. 22–26 e 31-35.
  • R. Giacomelli, Esplorazioni linguistiche in Lucchesia, in Archivio Glottologico Italiano, 1958, pp. 108–131.
  • C. Merlo, Il sostrato etnico e i dialetti italiani, in L'Italia Dialettale, IX, 1933, pp. 1–24.
  • L'armonia della terra. Immagini della Valle del Serchio nella pittura toscana del Novecento, a cura di Cristiana Ricci, Fondazione Ricci Onlus, Barga, 3 luglio-5 settembre 2010, Maria Pacini Fazzi editore, ISBN 978-88-6550-011-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana