Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Meždurečensk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Meždurečensk
località abitata
Междуре́ченск
Meždurečensk – Stemma
Meždurečensk – Veduta
Localizzazione
Stato Russia Russia
Distretto federale Siberiano
Soggetto federale Flag of Kemerovo oblast.svg Kemerovo
Rajon Mariinskij
Amministrazione
Sindaco Sergej Sčerbakov
Territorio
Coordinate 53°41′N 88°03′E / 53.683333°N 88.05°E53.683333; 88.05 (Meždurečensk)Coordinate: 53°41′N 88°03′E / 53.683333°N 88.05°E53.683333; 88.05 (Meždurečensk)
Altitudine 240 m s.l.m.
Superficie 48 km²
Abitanti 103 950 (2009)
Densità 2 165,63 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 652870–652888
Prefisso +7 38475
Fuso orario UTC+6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Meždurečensk
Meždurečensk
Sito istituzionale

Meždurečensk (ex Ol'žeras) è una città della Russia, situata nella Siberia sudoccidentale nell'oblast' di Kemerovo, centro minerario ed industriale nella zona del bacino del Kuzbass. La città si trova sul fiume Tom', a circa 300 km di distanza in direzione sudest dal capoluogo Kemerovo.

Altri nomi[modifica | modifica wikitesto]

  • fino al 1955 - Ol'žeras
  • dal 1955 ad oggi - Meždurečensk

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal XVII° al XIX° secolo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1721 un cosacco di nome Tobol'sk Mikhail Volkov scopre che la zona del fiume Tom' è ricca di carbone. Negli anni venti del XVIII° secolo, con il Decreto dello Zar Pietro I, una spedizione sotto la guida di un scienziato di origini tedeschi Daniil Gotlibovič Messeršmidt , ha stimato le ricchezze di carbone presenti nei pressi della Kuzneck. Mikhail Lomonosov, dopo aver studiato i rapporti di Messeršmidt, ha notato anche la presenza di carbone bituminoso.

XX° secolo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1943 dopo l'occupazione dai nazisti del bacino di Donbass in Ucraina ebbe inizio la produzione produzione industriale del carbone cokefacibile nel Kuzbass. Il 30 agosto 1947 il Governo sovietico decide di sfruttare ulteriormente il carbone cokefacibile siberiano. Il 17 luglio 1948 la Glavkuzbassakhstroj, inizia la costruzione delle miniere di carbone e delle infrastrutture della capitale del carbone del Kuzbass. Il 23 settembre 1948 nella foce del fiume Ol'žeras inizia la costruzione della città e delle miniere.
Nel 1949 Georgij Radcenko scopre un giacimento di carbone cokefacibile grasso sul fiume Ol'žeras. Questa scoperta stima il volume del carbone presente nel sottosuolo di Meždurečensk, a circa l'11% del totale del carbone presente nel bacino del Kuzbass. Dal 1952 con la creazione del piano generale dello sviluppo del bacino di carbone di Ol'žeras la popolazione della città inizia a crescere.

Gulag - Campi di concentramento sovietici a Meždurečensk[modifica | modifica wikitesto]

  • Nei pressi della città era attivo, tra il 1951 ed il 1954, un campo di concentramento, l'Osoblag n° 10 (in cirillico: Особый лагерь № 10, Особлаг № 10) conosciuto anche come Kamyšovyj lager, oppure Kamyšlag (КАМЫШОВЫЙ ЛАГЕРЬ). Nel 1954 contava circa 13.000 detenuti.[1]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Nella città sono presenti : 38 scuole materne, 25 scuole medie e superiori e la Filiale dell'Istituto Geologico di Novokuzneck

Medicina[modifica | modifica wikitesto]

A Meždurečensk vi sono 3 Policlinici e 23 ambulatori specialistici con circa 370 medici e 1000 infermieri.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'estrazione del carbone che fornisce l'energia per le fabbriche e le centrali elettriche del Kuzbass meridionale è la base economica della città

Miniere[modifica | modifica wikitesto]

Le operazioni di carico di carbone in una miniera nei pressi di Meždurečensk.

Una delle più grandi miniere, la Raspadskaja (Распадская шахта)[2] ha la sua sede a Meždurečensk. Si trova sotto il controllo dell' Evraz Group S.A.[3] e fa parte della omonima compagnia d'estrazione di carbone, "Miniere Raspadskaja S.p.a.".

L'incidente alla miniera[modifica | modifica wikitesto]

L'8 maggio 2010 alle 23:55 (ora locale) si verificò una esplosione di metano per cause non accertate. Durante l'operazione di evacuazione dei 359 minatori, che al momento della prima esplosione si trovavano all'interno della miniera, in superficie alle ore 04:00 (ora locale) del 9 maggio 2010 si verificò una seconda esplosione, notevolmente più potente della prima.[4] A Meždurečensk giunse il Primo Ministro russo Vladimir Putin per coordinare in prima persona le operazioni di soccorso, [5] in seguito alla quale 259 persone vennero tratte in salvo. 86 persone sopravvissute nell'incidente vennero ricoverate negli ospedali di Meždurečensk, Novokuzneck, Leninsk-Kuzneckij e Mosca. 47 persone risultarono disperse, tra questi anche 19 uomini della protezione civile che si sono recati alla miniera, prima della seconda esplosione. La Protezione Civile Russa ha comunicato, l' 11 maggio 2010, che almeno 47 minatori sono morti e altre 47 risultavano disperse.[6] Alcuni minatori esperti sopravvissuti nell'incidente che lavorano nella miniera da quasi 20 anni, hanno comunicato di aver sentito 4 esplosioni, e non due, come venne ufficialmente dichiarato. I minatori, hanno escluso l'ipotesi della fuoriuscita di grosse quantità del metano, visto che la miniera è attrezzata con moderni sistemi di sicurezza, in caso di un innalzamento della concentrazione del gas al di sopra di 2% nell'aria. I minatori considerano l'ipotesi dell'atto terroristico. [7] , mentre la Protezione Civile Russa ipotizza che una delle cause della tragedia sia dovuta ad un guasto dell'impianto elettrico della Miniera Raspadskaja e alla contemporanea fuoriuscita di metano che di fatto reso più elevato il numero dei morti nell'incidente.[8] Il 13 maggio 2010 i lavori di salvataggio della Protezione Civile Russa nella miniera vennero sospesi in seguito all'allarme creato da quattro incendi, e del pericolo di esplosioni all'interno delle condotte isolate dovute alla crescita incontrollata della concentrazione del gas metano e alla mancata ventilazione in seguito allo spegnimento delle ventole del sistema di condizionamento d'aria.[9] A causa delle dichiarazioni della dirigenza della Miniera Raspadskaja e dell' Evraz Group, che scaricava la responsabilità delle esplosioni sui dipendenti della miniera, ed in seguito al silenzio stampa moscovita nella città, si sono svolte proteste popolari con l'occupazione dei binari della linea delle Ferrovie russe, Abakan - Novokuzneck. In seguito all'occupazione dei binari nella città, per la prima volta fuori dalla Cecenia , venne introdotto il Piano della sicurezza, denominato la "Fortezza". Centinaia di uomini delle Forze Speciali della Polizia e dell'Esercito hanno tratto in arresto diversi manifestanti, chiudendo l'accesso alla città, sia ai giornalisti che ai non resisdenti. [10][11] Il 4 ottobre 2010 sono stati ritrovati alla profondità di 67 metri, i corpi di altri 6 minatori, morti nell'incidente del maggio 2010, ritrovamento che ha elevato il numero delle vittime a 73. E' stato inoltre comunicato che i corpi dei 19 minatori dispersi, si trovano alla profondità di 500 metri, e quanto prima sarà attivato un progetto di estrazione. [12]

  • La Miniera in nome di Lenin (шахта им. «Ленина»)
  • La Miniera Tomskaja (шахта «Томская»)
  • La Miniera Usinskaja (шахта «Усинская»)
  • La Miniera intitolata a Shevjakov (Шахта имени Шевякова)

Questa miniera è stata chiusa dopo l'incidente del 1º dicembre 1992 quando morirono 25 minatori.

Estrazioni di carbone a cielo aperto[modifica | modifica wikitesto]

  • Krasnogorskij (Красногорский)
  • Ol'zherasskij (Ольжерасский)
  • Mezhdurechenskij (Междуреченский)
  • Tomusinskij (Томусинский)

Fabbriche d'arricchimento di carbone[modifica | modifica wikitesto]

  • Kuzbasskaja (Кузбасская)
  • Tomusinskaja (Томусинская)
  • Krasnogorskaja (Красногорская)
  • Raspadskaja (Распадская)

Squadre di cercatori d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Nella città ci sono presenti alcune squadre di cercatori d'oro.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Il centro del turismo invernale Kuzneck Alatau a circa 60 km a est di Meždurečensk
Un tramonto invernale nelle montagne di Kuzneck Alatau vicino a Meždurečensk

Nei pressi della città si trova, Kuzneckij Alatau, centro di turismo invernale famoso in tutto il mondo. E' situato nella parte orientale dell' oblast' di Kemerovo, e dispone degli impianti di sci alpino e delle piste di sci di fondo ; per questo sono le preferite per le squadre di sci russe, e di altri paesi. Kuzneckij Alatau è anche una meta preferita dagli alpinisti ed escursionisti anche d'estate.

Investimenti[modifica | modifica wikitesto]

La Meždurečensk ha ricevuto nel 2007, il 9,5% di tutti gli investimenti nell'Oblast' di Kemerovo. Il volume degli investimenti pro capite nel 2007 è stato circa 58.000 rubli russi.[13].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Aereo[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita dall'Aeroporto di Novokuzneck, con voli di linea sia per Mosca e San Pietroburgo che voli di linea stagionali, per Soči e per Anapa.

Treno[modifica | modifica wikitesto]

Stazione di Meždurečensk delle Ferrovie russe

La linea ferroviaria del Kuzbass meridionale Abakan-Novokuzneck attraversa la città.

Auto[modifica | modifica wikitesto]

La città è collegata con una strada statale con la Novokuzneck e con la Khakassia.

Trasporto pubblico[modifica | modifica wikitesto]

Nella città ci sono attive 12 linee d'autobus che nel 2005 hanno trasportato circa 5,5 milioni di passeggeri.[14].

Persone legate a Meždurečensk[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il sito memo.ru. URL consultato il 31-03-2008.
  2. ^ (RU) Sito ufficiale della "Miniera Raspadskaja S.p.a." URL consultato il 12-05-2010.
  3. ^ (RU) La Miniera Raspadskaja sul sito ufficiale della Evraz Group S.A. URL consultato il 12-05-2010.
  4. ^ (RU) NewsRu.Com - 09-05-2010 - Два взрыва на "Распадской" - сначала завалило горняков, потом спасателей. URL consultato il 11-05-2010.
  5. ^ (RU) NewsRu.Com - 11-05-2010 - Спасатели завершат разведку на "Распадской" в ближайшие сутки, сил и средств для операции достаточно, доложили Путину. URL consultato il 11-05-2010.
  6. ^ (RU) NewsRu.Com - 11-05-2010 - Путин: второй взрыв на "Распадской" исключает версию человеческого фактора. Названы основные версии. URL consultato il 11-05-2010.
  7. ^ (RU) NewsRu.Com - 11-05-2010 - Шахтеры "Распадской" не исключают, что причиной взрывов мог стать теракт. URL consultato il 11-05-2010.
  8. ^ (RU) Lenta.Ru - 11-05-2010 - Названы две версии причин взрывов на шахте в Кузбассе. URL consultato il 11-05-2010.
  9. ^ (RU) Кузбасс FM - 13-05-2010 - Поисковые работы на «Распадской» приостановлены. URL consultato il 13-05-2010.
  10. ^ (RU) City-N.Ru - 16-05-2010 - В Междуреченске введен план "Крепость".
  11. ^ (RU) City-N.Ru - 17-05-2010 - Кругом обман и ОМОН. ТЕКСТ ОБРАЩЕНИЯ К МЕДВЕДЕВУ.
  12. ^ (RU) Kuzbass.Ru - 04-10-2010 - После откачки воды в шахте «Распадская» обнаружены тела ещё пяти горняков. URL consultato il 04-10-2010.
  13. ^ Il sito cittadino www.mrech.ru. URL consultato il 31-03-2008.
  14. ^ La pagina sul sito www.mojgorod.ru dedicata alla città. URL consultato il 31-03-2008.
  15. ^ (EN) SiberianTimes.Com - 03-03-2013 - Siberian beauty Elmira Abdrazakova, 18, is crowned Miss Russia. URL consultato il 22-03-2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Stemma dell'Oblast' di Kemerovo Città dell'Oblast' di Kemerovo Bandiera della Russia
Capoluogo: Kemerovo

Anžero-Sudžensk | Belovo | Berëzovskij | Gur'evsk | Jurga | Kaltan | Kiselëvsk | Leninsk-Kuzneckij | Mariinsk | Meždurečensk | Myski | Novokuzneck | Osinniki | Polysaevo | Prokop'evsk | Salair | Tajga | Taštagol | Topki


Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia