Mazda CX-3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mazda CX-3
Mazda CX-3 XD Touring L Package (DK5) front.JPG
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Mazda
Tipo principale Crossover SUV
Produzione dal 2015
Euro NCAP (2015[1]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4275 mm
Larghezza 1765 mm
Altezza 1550 mm
Passo 2570 mm
Massa da 1230 a 1350 kg
Altro
Assemblaggio Hiroshima, Giappone Giappone
Stessa famiglia Mazda 2, Mazda 3
Auto simili Fiat 500X
Jeep Renegade
Opel Mokka
Peugeot 2008
Renault Captur
Mazda CX-3 XD Touring L Package (DK5) rear.JPG

La Mazda CX-3 è un Crossover SUV compatto prodotto dal 2015 dalla casa giapponese Mazda.

Basata sulla stessa piattaforma della terza generazione dell'utilitaria Mazda 2, è stata svelata al pubblico tramite una galleria fotografica il 19 novembre 2014 e successivamente svelata in anteprima ufficiale al Salone dell'automobile di Los Angeles del medesimo anno; la presentazione in Europa è avvenuta al Salone di Ginevra del marzo 2015.[2]

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

La Mazda CX-3 è basata totalmente sulla stessa piattaforma della Mazda 2 opportunamente allungata e adattata per contenere e avere quattro porte e cinque posti con una maggiore abitabilità interna, ma con uno stile del corpo vettura molto diverso. Il telaio della CX-3, denominato SKYACTIV-CHASSIS e costituito da acciai ad alta resistenza per circa il 63%, è dotato all'anteriore del classico schema sospensivo MacPherson e al posteriore di una sospensione a ponte torcente; lo sterzo è stato alleggerito nello sforzo di azionamento per favorirlo e migliorarlo nell'uso nella guida in città e i freni sono stati potenziati e adattati al corpo e peso della vettura.[3]

La CX-3, come tutte le Mazda contemporanee e coetanee, abbraccia il linguaggio stilistico del Kodo design con una carrozzeria dalla impostazione sportiva con il cofano lungo e tendenzialmente basso, caratterizzata globalmente da lineamenti eleganti, rotondi e muscolosi al posteriore che si affiancano a linee più taglienti e spigolose all'anteriore.[4]

È stata disponibile fin dal suo debutto con un motore benzina aspirato a iniezione diretta 2.0 Skyactiv-G (disponibile nella versione 120 cavalli a trazione anteriore oppure in quella da 150 a trazione integrale) e del diesel 1.5 Skyactiv-D da 105 cavalli (disponibile sia 2WD che 4WD) che equipaggia anche l'utilitaria Mazda 2 a partire da maggio 2016. Tutte le varianti di motore offrono il sistema start-stop. Il modello è disponibile con una trasmissione manuale a sei marce oppure per il motore 1.5 diesel in versione 4WD può essere equipaggiato con un cambio automatico sequenziale a 6 rapporti.[5][6]

Allestimenti[modifica | modifica wikitesto]

La Mazda CX-3 viene prodotta in tre allestimenti: Essence, Evolve ed Exceed. Fin dalla versione base accessori come ABS, ESP, 6 airbag, 4 vetri elettrici, climatizzatore e radio sono inclusi nel prezzo. La Evolve aggiunge i cerchi in lega, il cruise control e il sistema di frenata d'emergenza in città. Per la più ricca Exceed, oltre a finiture con inserti in pelle su plancia e portiere e al sistema hi-fi Bose, è riservato come optional il pacchetto i-Activsense Technology che include diversi dispositivi elettronici di aiuto alla guida.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 2015, su euroncap.com. URL consultato il 26 settembre 2016.
  2. ^ Mazda - Al Salone di Ginevra debutto europeo per la CX-3 - Quattroruote, su Quattroruote.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  3. ^ Mazda CX-3, carattere e originalità come nessun’altra [PROVA SU STRADA], su Motorionline.com, 6 ottobre 2015. URL consultato il 25 settembre 2016.
  4. ^ Mazda CX-3: il debutto europeo a Ginevra, su motori.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  5. ^ Mazda CX-3, su automoto.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  6. ^ Il debutto europeo della Nuova Mazda CX-3 passa dal Salone di Ginevra [FOTO LIVE], su Motorionline.com, 3 marzo 2015. URL consultato il 25 settembre 2016.
  7. ^ Listino MAZDA CX-3 - prezzi, caratteristiche tecniche e accessori - Quattroruote.it, su Quattroruote.it. URL consultato il 25 settembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili