Max Raabe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Raabe
Fotografia di Max Raabe
Nazionalità Germania Germania
Genere Pop
Anni venti
Anni trenta
Periodo di attività 1986 – in attività
Gruppo attuale Palast Orchester
Sito web

Max Raabe (Lünen, 12 dicembre 1962) è un cantante tedesco, fondatore e bandleader del gruppo Palast Orchester.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Raabe ed il suo gruppo sono specializzati nel ricreare il sound della musica tedesca delle colonne sonore dei film anni venti e trenta, nonché delle canzoni dei Comedian Harmonists.

Raabe ha fondato la Palast Orchester nel 1986, quando era studente di canto (baritono) alla Universität der Künste di Berlino. La sua carriera e quella della Palast Orchester comincia con un brano d'immediato successo ('Schlager') intitolato Kein Schwein ruft mich an (letteralmente Nessun maiale mi chiama, che in tedesco corrisponde all'espressione italiana Non c'è un cane che mi chiami), una canzone pop nello stile della musica anni venti che ebbe molto successo in Germania.

In seguito Raabe continuerà a lavorare come musicista e compositore di colonne sonore, ma sarà conosciuto al di fuori della Germania, principalmente per aver realizzato cover di celebri brani pop come Sex Bomb o Oops!... I Did It Again nel suo particolare stile.[1]

Il 6 maggio 2004 "Max Raabe" & la Palast Orchester si sono esibiti al Teatro Olimpico di Roma. Nel 2005 è entrato in scena per la prima volta alla Carnegie Hall di New York.

Max Raabe e la Palast Orchester si sono esibiti durante il matrimonio di Marilyn Manson e Dita von Teese il 3 dicembre 2005.[2]

Max Raabe e la Palast Orchester sono nuovamente a Roma per il concerto "White Christmas", (grandi successi degli anni Venti e Trenta), presso l'Auditorium Parco della Musica il 13 dicembre 2006. Special guest del concerto, la cantante Antonella Ruggiero. Il concerto rientrava nella rassegna musicale Santa Cecilia It's Wonderful, organizzata dall'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Die Männer sind schon die Liebe wert (1987)
  • Kleines Fräulein, einen Augenblick (1989)
  • Ich hör’ so gern Musik (1991)
  • Mein kleiner grüner Kaktus (1992)
  • Wintergarten-Edition Live (1993, 1996)
  • Dort tanzt Lu-Lu! (1994)
  • Bel Ami (1995)
  • Music, Maestro, Please (1996)
  • 10 Jahre Palast Orchester mit seinem Sänger Max Raabe(1997)
  • Tanz-Gala (1997)
  • Junger Mann im Frühling (1999)
  • Kein Schwein ruft mich an (Best Of) (1999)
  • Ein Freund, ein guter Freund (1999)
  • Krokodile und andere Hausfreunde (2000)
  • Charming Weill (2001)
  • Superhits (Album mit Hitparaden-Covers) (2001)
  • Von Kakteen und Gorillas (2001)
  • Vom Himmel Hoch, Da Komm’ Ich Her (2002)
  • Superhits 2 (Album mit Hitparaden-Covers) (2002)
  • Palast Revue (Best Of) (2003)
  • Max Raabe singt … (Solo-Livealbum) (2005)
  • Komm, lass uns einen kleinen Rumba tanzen (2006)
  • Gekommen, um zu bleiben (Maxi-CD con il gruppo Wir sind Helden) (2006)
  • Schieß den Ball ins Tor (Maxi-CD con Heino Ferch e Peter Lohmeyer) (2006)
  • Heute Nacht oder nie - Live In New York (2008)

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Max Raabe e la Palast Orchester hanno reinterpretato nel loro stile inconfondabile anche canzoni di varie epoche, tra cui:

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • Max Raabe - Gentleman der Schellackplatte. Documentazione, Germania, 2004, sceneggiatura e regia: Yvonne von Kalinowsky
  • Max Raabe & Palast Orchester - Concerto alla Berliner Waldbühne 2006. (registrazione del concerto), Germania, 2006
  • Mein Leben - Max Raabe. Documentazione, Germania/USA, 2007, regia: Claudia Müller
  • Invincible. Dramma, Germania, 2001, sceneggiatura: Werner Herzog,

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato Federale di Berlino - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato Federale di Berlino
— 1º ottobre 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Examiner.com San Francisco. Arts & Entertainment. Max Raabe and the Palast Orchester at SF Jazz Fest. Kate Cohen. October 5, 2008.
  2. ^ Helnwein Museum. Marilyn Manson marries Dita Von Teese at Helnwein's Irish Castle. Helnwein is best man. Ireland, 3 December 2005

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85834170 · GND: 134678257