Max Pescatori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Pescatori
Max Pescatori 2010.jpg
Max Pescatori alle WSOP 2010
Soprannome Pirata italiano
Nazione Italia Italia
World Series of Poker
Braccialetti 4
ITM 50
World Poker Tour
ITM 7
European Poker Tour
ITM 3
Sito ufficiale
www.maxpescatori.com
 

Massimiliano Pescatori, meglio noto come Max (Milano, 22 gennaio 1971), è un giocatore di poker italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Milano[1], lavora inizialmente in un supermercato come addetto alle vendite; inoltre scrive in più occasioni recensioni sui videogiochi per una rivista del settore. Frequenta spesso il Casinò di Campione ed inizia a conoscere il Texas hold 'em e le altre varianti del poker. Successivamente decide di partire per Las Vegas dove frequenta una scuola per croupier [1].

Inizialmente gioca il Seven Card Stud, per poi passare al No Limit Hold'em[1]. A Las Vegas stringe amicizia con Valter Farina, Marco Traniello (e con la sua ex-moglie Jennifer Harman), dai quali impara ed affina le tecniche di gioco[1]. Max Pescatori inizia a farsi conoscere nel circuito americano: prende parte all'"Ultimate Poker Challenge", uno show televisivo dedicato al poker, nel quale centra ben 8 tavoli finali[1]. Pescatori usava (e usa tuttora) una bandana tricolore sulla testa: per questa ragione venne soprannominato "The Italian Pirate" (Il Pirata Italiano)[1].

Alle World Series of Poker 2006 vince il primo braccialetto WSOP nel "$2.500 No-Limit Hold'em". Bissa il successo alle World Series of Poker 2008, nel "$2500 Mixed Game Pot Limit Holdem/Pot Limit Omaha"[1]. Ha inoltre collezionato 5 piazzamenti nel Circuito delle World Series of Poker[2]. Alle World Series of Poker 2015 vince il suo terzo braccialetto WSOP trionfando nell'evento "$1.500 Razz" per un primo premio da 155.947 dollari ed il quarto braccialetto nell'evento "$10.000 Seven Card Stud Hi-Lo 8 or Better" per un premio da 292.158 dollari[2].

Pescatori risulta il terzo giocatore italiano per ricavi, con una somma vinta in carriera pari a 4 372 740 dollari, secondo in classifica solo a Dario Sammartino e Mustapha Kanit[3].

Braccialetti WSOP[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Torneo Premio (US$)
2006 $2.500 Limit Hold'em $682.389
2008 $2.500 Mixed Pot-Limit Hold'em, Pot Limit Omaha $246.509
2015 $1.500 Razz $155.947
2015 $10.000 Seven Card Stud Hi-Lo 8 or Better Championship $292.158

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) The PokerNews Profile: Max Pescatori, PokerNews. URL consultato il 12 luglio 2011.
  2. ^ a b Scheda di Max Pescatori, WSOP. URL consultato il 19 febbraio 2011.
  3. ^ Classifica italiana dei guadagni

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Max Pescatori e Dario De Toffoli, Giocare e vincere a poker online, Sperling & Kupfer, 2009, ISBN 978-88-200-4760-3.
  • Max Pescatori e Dario De Toffoli, A scuola di poker, Sperling & Kupfer, 2010, ISBN 978-88-200-4890-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]