Max Hoffmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Hoffmann
Max Hoffmann nel 1914, davanti alle mappe del fronte

Max Hoffmann (Homberg, 25 gennaio 1869Bad Reichenhall, 8 luglio 1927) è stato un militare e diplomatico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrò nell'esercito prussiano nel 1887 e frequentò l'accademia militare di Berlino. Durante la guerra russo-giapponese del 1905 fu osservatore militare con il grado di capitano e in tale occasione poté constatare le lacune dell'esercito russo, nonché l'odio esistente tra gli stessi comandanti del suddetto esercito che tradiva scarsa capacita' di comando e assenza di coordinazione. Ufficiale di stato maggiore sul fronte orientale durante la prima guerra mondiale, ebbe modo a segnalarsi per le sue brillanti intuizioni strategiche tanto da essere considerato dalla storiografia come uno dei principali artefici alla base dei successi della Ottava Armata, successi che gli valsero la promozione a generale. Partecipo' ai negoziati per l'armistizio tra la Russia e la Germania Imperiale. È sepolto nel cimitero militare degli invalidi di Berlino.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN62479621 · ISNI: (EN0000 0001 1066 3789 · LCCN: (ENnb2003032763 · GND: (DE124376355