Mauser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gebrüder Mauser & Co. Waffenfabrik a Oberndorf am Neckar
Logo
Stato Germania Germania
Fondazione 31 luglio 1872 a Oberndorf am Neckar
Fondata da Wilhelm e Paul Mauser
Chiusura 1945
Sede principale Isny im Allgäu
Gruppo Lüke & Ortmeier Gruppe
Prodotti Armi lunghe , fucili da caccia ad uso civile
Slogan «Erlebe die Legende»
Note nel 2000 divisa in Mauser Jagdwaffen GmbH (armi civili) e nel 2004 Rheinmetall Waffe Munition GmbH Niederlassung Mauser Oberndorf (armi militari) nel gruppo Rheinmetall.
Sito web www.mauser.com

Mauser è il nome comunemente usato per indicare il produttore tedesco di armi Gebrüder Mauser & Co. Waffenfabrik a Oberndorf am Neckar e la sua linea di fucili a otturatore girevole-scorrevole (bolt action). Nel 1999 la divisione civile dell'industria armiera fu trasformata in Mauser Jagdwaffen GmbH con sede a Isny im Allgäu e venduta alla Lüke & Ortmeier Gruppe. La divisione militare nel 2004 diventò Rheinmetall Waffe Munition GmbH Niederlassung Mauser Oberndorf società controllata dalla Rheinmetall con sede storica a Oberndorf am Neckar.

Il prodotto più famoso fu il Mauser System 98, che il 5. aprile 1898 dal Kaiser Guglielmo II di Germania venne scelto come arma per l'esercito della Prussia. Il Modell 98 (M98) fu fino al 1935 fucile d'ordinanza del Deutsches Heer (1871-1919), del Reichswehr e come Karabiner 98k con 15 cm di canna più corta dal 1935 al 1945 della Wehrmacht. Questo fucile è ancora usato dal Wachbataillon della Bundeswehr. I suoi modelli sono stati esportati in tutto il mondo e utilizzati come base per lo sviluppo di molti altri modelli di fucili con otturatore girevole-scorrevole.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione[modifica | modifica wikitesto]

Soldato tedesco della prima guerra mondiale con il Gewehr 98

Franz Andreas Mauser (* 1º agosto 1792; † 23 giugno 1861) nel 1805 calzolaio, venne occupato in una fabbrica del Württembergische Armee presso Ludwigsburg, che nel 1812 divenne la Königl. Württ. Gewehrfabrik presso Oberndorf am Neckar, dove Mauser fabbrico foderi in pelle per sciabole e divenne armaiolo. Nel 1818 la società si sciolse e il lavoro portato avanti dai collaboratori. Come il loro padre, i fratelli Wilhelm (1834–1883) e Paul Mauser (1838–1914) dal 1848 e dal 1852 lavorarono nella fabbrica d'armi. Nel 1858 il padre ammalato lasciò l'azienda. Dai primi anni'60 i figli proseguirono l'attività sviluppando sistemi a retrocarica. Il primo modello fu realizzato el 1867. L'agente della Remington, Samuel Norris condusse i fratelli Mauser a Liegi per farli lavorare assieme. A Liegi venne brevettato nel 1868, per il francese Chassepot, un tipo di proiettile di metallo. Un fucile Mauser-Norris della Infanterieschießschule Spandau-Ruhleben per la l'esercito del Württemberg a retrocarica del 1857 è arrivato fino a noi. Nel 1870 i fratelli Mauser ritornarono a Oberndorf.

Fucili per la Prussia e il K98[modifica | modifica wikitesto]

Gewehr 71
Repetierergewehr 71/84

La storia dei Mauser-Gewehre iniziò con l'esercito prussiano con l'accettazione reale il 22 marzo 1872 dello sviluppo di sistema d'arma in grado di sparare una cartuccia a percussione centrale, da testare presso il Gewehr-Prüfungskommission (GPK) prussiano, sviluppato dai fratelli Mauser. I fratelli Mauser svilupparono l'otturatore. La progettazione iniziò il 2 dicembre 1871 con designazione Mauser Modell 71 (M/71). Solamente 8.000 talleri guadagnarono i fratelli, senza la possibilità all'epoca in Prussia di far valere diritti per produzioni su licenza. Il primo fucile a ripetizione M71/84, anche primo fucile tedesco con caricatore cilindrico (con capacità di dieci proiettili), fu interamente progettato da Paul Mauser.

Gli sviluppi successivi per Serbia, Belgio, Spagna e Svezia portarono al Modell 98, per lungo tempo il miglior fucile a ripetizione tedesco.

La prima licenza di costruzione per il Modell 98 prussiano è datata 11 novembre 1895, il Regno di Baviera guadagna la licenza Mauser il 17 settembre 1901 per il Königlich Bayerische Gewehrfabrik di Amberg. Il 2 maggio 1900, Luitpold di Baviera fece fucile d'ordinanza il Modell 98 per il bayerische Armee. La base del modello Mauser fu usata per il Gewehr 88 (non sviluppato da Mauser ma dalla GPK e denominato Kommissionsgewehr). I primi esemplari furono impiegati nella kaiserliche Marine e nel corpo di spedizione asiatico, durante la rivolta dei Boxer.

Smobilizzo dopo il 1945[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale nel 1945, gli stabilimenti Mauser di Oberndorf am Neckar, di Berlino e di Karlsruhe, vengono smantellati dalle forze occupanti. Nel 1954, la Mauser rinasce e riprende la produzione oltre che di fucili da caccia e tiro sportivo a palla singola, anche per il settore militare di cannoni antiaerei e cannoncini di bordo per aerei. Per il settore civile vengono inoltre prodotti strumenti di misura, calibri speciali e macchine utensili.

Costruzione di fucili da caccia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1966 venne sviluppato il fucile a ripetizione M66 per la caccia. Progettato da Walter Gehmann, commerciante d'armi, sportivo internazionale e più tardi funzionario a Karlsruhe. Il modello M66 era composto da due parti: la camera, simile a quella del G98, e una slitta differente. La costruzione telescopica permise la lunghezza di 6 cm più corta del M98.

Nel 1996 viene commercializzato l' M96. L'arma si metteva in concorrenza con il fucile R93 della Blaser.

Nel 2003 viene presentato l' M03-System, principio dle Mauser Modell 98 in chiave moderna. Il sistema M03 permette cambiando canna di utilizzare diversi calibri, cambiando solo la testa di chiusura della camera.

Le armi da caccia fino al 1999 furono costruite nella Mauserwerken a Oberndorf am Neckar. I diritti del marchio Mauser-Jagdwaffen vennero acquisiti nel 2000 dagli imprenditori Michael Lüke e Thomas Ortmeier. Oggi le Mauser-Jagdwaffen vengono fabbricate a Isny im Allgäu. La società Mauser-Jagdwaffen, la Blaser Jagdwaffen e la J. P. Sauer & Sohn oltre alla SIG Sauer fanno parte della L & O Holding, che fino al 2006 appartengono anche le società „Jagd und Natur“ di Kettner e la SIG di Hämmerli.

Armi militari dal 2000[modifica | modifica wikitesto]

La divisione militare non fu più, dalla fine della seconda guerra mondiale, indirizzata verso armi portatili; compito che fu proseguito dalla neonata società Heckler und Koch fondata da ex progettisti Mauser. La produzione Mauser militare si occupò solo di armi pesanti come ad esempio il Mauser BK-27 del velivolo Eurofighter Typhoon o prima ancora del Panavia Tornado. Nel 1995 la Mauser entra nel gruppo Rheinmetall e venne rinominata Mauserwerke Oberndorf Waffensysteme GmbH. Nel 1999 la Rheinmetall Gruppe vende il settore delle armi lunghe per il mercato civile che viene acquisita dal gruppo Lüke & Ortmeier Gruppe con il nome di Mauser Jagdwaffen GmbH. e sede a Isny im Allgäu. Nel 2004 la divisione militare divenne Rheinmetall Waffe Munition GmbH della casa madre Rheinmetall.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Mauser Karabiner 98k[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Mauser Karabiner 98k.
Fucile da fanteria svedese 1896

Armi corte[modifica | modifica wikitesto]

Mauser Zig-Zag, 1878

Ha fabbricato anche alcuni modelli di armi corte sia a tamburo (come la Mauser Zig-Zag) che semiautomatiche o automatiche tra cui la C96 con caricatore a 10 colpi (nota soprattutto come broomhandle, "a manico di scopa", per la forma del calcio) e dal tipico caricatore posto davanti al grilletto.

Autoveicoli[modifica | modifica wikitesto]

Mauser-Einspurauto del 1923

Nel 1920 l'azienda acquisisce la Einspurauto di Gustav Winkler, migliorandone la progettazione e costruzione, partecipando successivamente alla Berliner Automobil-Ausstellung del 1921 con il modello Mauser Einspurauto 2/6 PS.

Fu una automobile a due ruote, anteriore e posteriore, e due ruotini di supporto, che durante l'equilibrio del movimento venivano retratti. Il motore monocilindrico di 496 cm³, poi di 510 cm³ e potenza 6 HP. La produzione serie iniziò nel 1923 e si concluse nel 1925, solo un esemplare fu costruito nel 1927. Vi furono due modelli, uno da 6/24 HP Typ M 6 dal 1923 al 1926, e successivamente il 6/24 HP Typ M 7 dal 1926 al 1927. Qui venne installato un motore quattro cilindri da 1.568 cm³ e 24 HP di potenza con trasmissione cardanica sulle ruote posteriori. Nel 1927 la produzione finì. La marca Winkler con il modello Winkler Einspurauto venne chiusa nel 1929.

Utensili e strumenti di misura[modifica | modifica wikitesto]

calibro Mauser

Mauser iniziò nel 1920 a produrre utensili e strumenti di misura. Questi prodotti furono anche marchiati Scherr-Tumico per il mercato statunitense. Mauser depositò dal 1922 al 1996 circa 200 brevetti.

Modelli di armi (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Prototipi[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cadiou R., Alphonse R., Armi da Fuoco, Milano, Mondadori, 1978
  • Hogg I., Il Grande Libro delle Pistole di Tutto il Mondo, Milano,De Vecchi, 1978
  • www.paul-mauser-archive.com , Mauro Baudino & Gerben van Vlimmeren

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4436808-2