Mauro Tedeschini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mauro Tedeschini

Mauro Tedeschini (Modena, 4 dicembre 1955) è un giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea in giurisprudenza nel 1979, con una tesi sul diritto costituzionale, poi inizia la carriera giornalistica.

Dal 1980 al 1984 lavora al settimanale «Il Mondo» di Rizzoli, raggiungendo la carica di capo servizio. Nel novembre 1984 passa alla sede milanese del quotidiano «Corriere della Sera», dove arriva a ricoprire la posizione di vice direttore della sezione economica[1].

Esattamente un anno dopo viene assunto con la stessa mansione al «Resto del Carlino» il principale quotidiano di Bologna, dove resterà sino alla promozione a vice direttore[2]. Nel 1997 l'editore Attilio Monti decide di unificare le edizioni nazionali dei tre quotidiani da lui posseduti («Resto del Carlino» «Nazione» e «Il Giorno») nel network «Quotidiano Nazionale» ed affida a Tedeschini la direzione del Fascicolo nazionale.

Da settembre 1999 a luglio 2000 è direttore del quotidiano economico, giuridico e politico «Italia Oggi» e di «Class Financial Network», un canale televisivo d'informazione economico-finanziaria trasmesso dall'allora emittente satellitare italiana Stream TV, ad oggi ancora presente sul canale 505 di Sky.

È stato direttore della rivista automobilistica «Quattroruote» per dieci anni (dal 5 luglio 2000 al 13 luglio 2010).
Dal 16 luglio 2011 al 19 aprile 2012 è stato direttore responsabile della «Nazione».
Dal 14 luglio 2012 al 31 ottobre 2016 ha diretto il quotidiano abruzzese «il Centro»[3][4].

È anche presidente della «Fondazione Casa Natale Enzo Ferrari» dal marzo 2003.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad altri volumi, ha pubblicato:

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 - Premio «Ciliegia d'Oro» assegnato dal Centro Studi Vignola (MO)[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Curriculum di Mauro Tedeschini, su Comune di Modena. URL consultato il 5 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2016).
  2. ^ Nota biografica, su Centro Studi Vignola. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  3. ^ Il comunicato dell'Editore, in il Centro, 23 giugno 2012. URL consultato il 1º novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2016).
  4. ^ Giornalisti, Primo Di Nicola nuovo direttore del quotidiano Il Centro, su Federazione Nazionale Stampa Italiana, 28 ottobre 2016. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  5. ^ Mauro Tedeschini, su International Journalism Festival. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  6. ^ La "Ciliegia d'oro" al giornalista Mauro Tedeschini, in Gazzetta di Modena, 8 febbraio 2012. URL consultato il 5 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo direttore del Quotidiano Nazionale Successore
/// marzo 1997 - 1999 Vittorio Feltri
Predecessore Direttore del quotidiano Italia Oggi Successore
Pierluigi Magnaschi 13 settembre 1999 - 4 luglio 2000 ...
Predecessore Direttore del mensile Quattroruote Successore
Mauro Coppini 5 luglio 2000 al 13 luglio 2010 Carlo Cavicchi
Predecessore Direttore del quotidiano La Nazione Successore
Giuseppe Mascambruno 16 luglio 2011 al 19 aprile 2012 Gabriele Canè
Predecessore Direttore del quotidiano Il Centro Successore
Sergio Baraldi 14 luglio 2012 - 31 ottobre 2016 Primo Di Nicola
Controllo di autoritàVIAF (EN71188182 · ISNI (EN0000 0000 4742 6210 · LCCN (ENno2008002388 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008002388