Mauro Cutrufo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mauro Cutrufo
Mauro.Cutrufo.jpg

Vicesindaco di Roma
Durata mandato 16 maggio 2008 –
19 luglio 2011
Predecessore Maria Pia Garavaglia
Successore Sveva Belviso

Questore del Senato della Repubblica
Durata mandato 11 giugno 2001 –
7 giugno 2006
Presidente Marcello Pera

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature - XIV

- XV

- XVI

Gruppo
parlamentare
XIV:

- GRUPPO MISTO - componente: Democrazia Cristiana per le Autonomie (Dal 20/07/2005 a fine legislatura)

In precedenza:

- Unione Democristiana e di Centro (Da inizio legislatura al 19/07/2005)

XV:

- Democrazia Cristiana per le Autonomie-Partito Repubblicano Italiano-Movimento per l'Autonomia (Dal 30/05/2005 a fine legislatura)

In precedenza:

- GRUPPO MISTO - componente: Democrazia Cristiana per le Autonomie (Da inizio legislatura al 29/05/2006)

XVI:

- Il Popolo della Libertà

Coalizione XIV - XV:

Casa delle Libertà

XVI:

Coalizione di centro-destra del 2008

Circoscrizione XIV - XVI:

Regione Lazio

XV:

Regione Puglia

Collegio XIV:

16 (Frosinone-Anagni)

Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIII
Gruppo
parlamentare
GRUPPO MISTO - componente: CDU
Coalizione L'Ulivo
Circoscrizione Lazio 1
Collegio 3 (Roma-Val Melaina)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Il Popolo della Libertà (2009-2013)
In precedenza:
Democrazia Cristiana (Fino al 1994)
Partito Popolare Italiano (1994-1999)
Cristiani Democratici Uniti (1999-2002)
Unione di Centro (2002-2005)
Democrazia Cristiana per le Autonomie (2005-2009)
Titolo di studio Diploma di Liceo Scientifico
Professione Dirigente d'Azienda

Mauro Cutrufo (Roma, 9 settembre 1956) è un politico italiano, senatore del Popolo della Libertà. È stato un esponente della Democrazia Cristiana. Ex vicesindaco di Roma dal 2008 al 2011.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in scienze politiche presso l'Università S. Pio V, di Roma.

Coniugato e padre di tre figli.

Vita professionale[modifica | modifica wikitesto]

Dagli anni Ottanta fino ai primi anni Novanta, ricopre diversi incarichi dirigenziali in società di informatica e di nuove tecnologie. Dal 1983 al 1986 è presidente di società operanti nell'area di servizi sanitari. Dal 1988 al 1990 è dirigente di una società di servizi e di società industriali; capo area di Roma per una società di consulenza informatica e funzionario del settore commerciale di una società di consulenza ed informatica. Dal 1990 al 1992 è dirigente dell'area commerciale e dei rapporti grandi clienti di una società industriale del settore alimentare.

Dal 1993 al 1994 è dirigente e responsabile dei rapporti istituzionali di una società di progettazione e gestione di servizi portuali, trasporti integrati e cabotaggio. Infine, dal 1996 ad oggi è dirigente e responsabile dell'area relazioni Esterne e rapporti istituzionali di una società di scopo delle Ferrovie dello Stato operante nella progettazione e gestione dei parcheggi.

Vita politica[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera politica già nel 1989, come consigliere comunale di Roma. In Campidoglio ricopre successivamente l'incarico di presidente della commissioneco. Nel 1992 è assessore agli affari generali, servizi sociali, protezione civile e decentramento. È stato un esponente della Democrazia Cristiana (DC), poi all'atto di scioglimento del partito, nel 1993-94 ha aderito al Partito Popolare Italiano (PPI), e diventa segretario politico di Roma. Due anni dopo viene eletto membro della direzione nazionale con l'incarico di responsabile per i grandi centri.

Con i Popolari di Bianco, nel 1996, si candida e viene eletto alla Camera dei deputati nella coalizione dell'Ulivo. Nel corso della legislatura, tra il 1999 e il 2000 si allinea alle posizioni dei Cristiani Democratici Uniti (CDU) di Rocco Bottiglione, al quale ha poi aderito diventandone il vicesegretario nazionale e responsabile dell'ufficio enti locali.

Alle elezioni politiche del 2001, candidato al collegio uninominale 16 Frosinone - Anagni, viene eletto con oltre 64903 voti (il 44,3%) nella coalizione della Casa delle Libertà, guidata da Silvio Berlusconi come esponente della lista unitaria di Biancofiore. Ricopre poi l'incarico di senatore questore.

Partecipa alla fondazione dell'UDC, diventandone membro della direzione nazionale e responsabile elettorale. Nel 2005 lascia l'UDC e decide con Gianfranco Rotondi, di dar vita ad un'iniziativa neo-democristiana per riportare sulla scena politica italiana un partito politico che si rifacesse dichiaratamente alla storica DC. Nel mese di giugno viene nominato vicesegretario nazionale del nuovo partito.

Nel 2006 diede la sua disponibilità per candidarsi Sindaco di Roma.

Alle elezioni politiche del 2006 viene eletto senatore in regione Puglia all'interno delle liste di Forza Italia. Diventa poi presidente del gruppo parlamentare DC – PRI – MPA ed è membro della Commissione Difesa.

Alle elezioni politiche del 2008 viene eletto senatore in regione Lazio tra le fila del Popolo della Libertà e membro della direzione nazionale. Nel maggio 2008 è eletto in ticket, vicesindaco di Roma.

Dal 2008 al 2011 è stato vicesindaco di Roma, con le seguenti deleghe:

  • definizione dell'assetto istituzionale, funzionale e finanziario di Roma capitale
  • politiche promozionali ed eventi nel settore del turismo
  • sportello unico delle attività ricettive
  • coordinamento e sviluppo del secondo polo turistico
  • decentramento e coordinamento metropolitano

Nel luglio 2011 è stato nominato dal segretario del PdL Angelino Alfano corresponsabile Enti locali del Pdl con delega alle aree metropolitane e Roma Capitale.

Alle elezioni politiche del 2013 è candidato alla Camera dei Deputati, nella circoscrizione Lazio 1, nelle liste del Popolo della Libertà, non venendo tuttavia eletto.

Dal marzo 2013, conclusa la sua esperienza da parlamentare, il Senatore Cutrufo è rientrato nella sua posizione di dirigente nelle Ferrovie dello Stato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Attivo nell'associazionismo, ha fondato l'Associazione Lazio 2000 operante nel settore del sostegno anziani, bambini e soggetti svantaggiati. È presidente delle associazioni parlamentari “Amici del Mare e della Nautica” e “Amici delle due ruote”.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni Cangemi " La Quarta Capitale", "Roma fra i due poli", "Una nuova costituente"

Disegni di legge[modifica | modifica wikitesto]

2012-2013
  • Normativa riguardo alla regolamentazione interna ai partiti. Regolamentazione per il rientro del debito pubblico.
  • Riforma della legge elettorale proporzionale con preferenze. Legge per "Roma Capitale".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Deputato del Collegio Uninominale Roma Val Melaina Successore
Fabrizio Sacerdoti 1996 - 2001 Carla Rocchi
Predecessore Vicesindaco di Roma Successore Roma-Stemma.png
Maria Pia Garavaglia 16 maggio 2008 - 19 luglio 2011 Sveva Belviso
Controllo di autorità VIAF: (EN168942008
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie