Maurizio Lobina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maurizio Lobina
Maury Lobina1.jpg
Maurizio Lobina
NazionalitàItalia Italia
GenereDance
Progressive house
Eurodance
Alternative dance
Periodo di attività musicale1992 – in attività
StrumentoPianoforte, Synth, Chitarra
Gruppi attualiEiffel 65
Gruppi precedentiBloom 06
Vitanova
Album pubblicati3 (con gli Eiffel 65)
2 (con i Bloom 06)
Studio3 (con gli Eiffel 65)
2 (con i Bloom 06)
Sito ufficiale

Maurizio "Maury" Lobina (Asti, 30 ottobre 1973) è un musicista, compositore e disc jockey italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Asti da padre sardo e madre calabrese, durante l'adolescenza si trasferisce con la famiglia a Torino[1].

Inizia a suonare il pianoforte all'età di 5 anni e successivamente impara a suonare anche il synth e la chitarra. All'età di 14 anni comincia il proprio percorso artistico come tastierista, arrangiatore e compositore[2].

Il successo con gli Eiffel 65 (1998-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 forma con Gabry Ponte e Jeffrey Jey gli Eiffel 65. A fine anno il gruppo pubblica Blue (Da ba dee), il suo primo singolo, costruito intorno a un riff di pianoforte concepito dallo stesso Lobina[3]. L'anno successivo il brano diventa una hit mondiale e viene nominato ai Grammy Awards 2001 nella categioria "Best Dance Recording"[4].

Nel 2003 gli Eiffel 65 partecipano al Festival di Sanremo con Quelli che non hanno età, giungendo al quindicesimo posto in gara; il brano è tuttavia risultato essere il più trasmesso dalle radio tra quelli presentati alla kermesse[5] e le esibizioni del gruppo torinese sono state le più viste durante la diretta televisiva su Rai 1[6][7].

Con gli Eiffel 65 vince, nel giro di sei anni, il triplo disco di platino negli Stati Uniti ed il disco di diamante in Francia con l'album Europop, il triplo platino in Germania, Regno Unito, Australia con Blue (Da Ba Dee) e il disco di platino per ogni singolo estratto in Italia dall'album Eiffel 65 (che a sua volta viene premiato con un disco d'oro)[8][9].

2006-presente: i Bloom 06 e il ritorno degli Eiffel 65 con Panico[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2005 gli Eiffel 65 annunciano il loro scioglimento[10]. Il giugno successivo, insieme a Jeffrey Jey, Lobina fonda i Bloom 06[1], con cui pubblica due album: Crash Test 01 nel 2006 e Crash Test 02 nel 2008.

Nel 2016 viene annunciato il ritorno degli Eiffel 65 - senza tuttavia il coinvolgimento di Gabry Ponte - con un nuovo singolo, Panico, il primo inedito a distanza di dodici anni da Voglia di dance all night[11]. Il demo della canzone viene pubblicato sul canale ufficiale di YouTube della Bliss Corporation il 2 aprile[12], mentre la versione finale esce il 1º giugno successivo, accompagnata da un video ufficiale[13].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Eiffel 65[modifica | modifica wikitesto]

Con i Bloom 06[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Get it ON Radio, Get It On Radio – InterSvista a Maurizio Lobina, su Get it ON, 11 luglio 2013. URL consultato il 12 settembre 2021.
  2. ^ Redazione, Intervista a Maurizio Lobina: dagli Eiffel, al mondo - Notizie Torino, su Cronaca Torino, 3 aprile 2013. URL consultato il 12 settembre 2021.
  3. ^ LA STORIA DI COME E' NATA "BLUE" DEGLI EIFFEL 65. URL consultato il 12 settembre 2021.
  4. ^ Rock On The Net: 43rd Annual Grammy Awards - 2001, su rockonthenet.com. URL consultato il 12 settembre 2021.
  5. ^ italiancharts.com - Italian charts portal, su italiancharts.com. URL consultato il 12 settembre 2021.
  6. ^ La Repubblica/sanremo2003: Sanremo, ascolti in calo mai così bassi dal 1996, su repubblica.it. URL consultato il 12 settembre 2021.
  7. ^ Rockol com s.r.l, √ Sanremo: 15 milioni per Eiffel 65, su Rockol. URL consultato il 12 settembre 2021.
  8. ^ Corriere della Sera -, su corriere.it. URL consultato il 12 settembre 2021.
  9. ^ Quelle band nate intorno a una piazza che scalano le classifiche del mondo - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 12 settembre 2021.
  10. ^ Rockol com s.r.l, √ Gli Eiffel 65 si sciolgono, su Rockol. URL consultato il 12 settembre 2021.
  11. ^ "Panico" il nuovo singolo degli Eiffel 65, su GiroDisco.it, 3 aprile 2016. URL consultato il 12 settembre 2021.
  12. ^ Eiffel65 - "Panico" ( Rough Mix Demo Version) [Lyrics Video]. URL consultato il 12 settembre 2021.
  13. ^ Eiffel65 - "Panico" - Official Live Video. URL consultato il 12 settembre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàEuropeana agent/base/72304