Maurizio Fiume

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maurizio Fiume (Napoli, 18 settembre 1961) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 vince il Premio Cinema Democratico con la sceneggiatura su cui baserà il docudrama In nome di Giancarlo[1].

Nel 1990 co-sceneggia il film Il tuffo, realizzato da Massimo Martella nel 1993. Nel 1991 dirige In nome di Giancarlo, vincitore del Premio Filmmaker Immagini di Realtà. Dirige inoltre il documentario Vesuvio - Il gigante che dorme. Nel 1995 scrive, dirige e produce il cortometraggio Drogheria, segnalato ai Nastri d'Argento nel 1996. Nel 1996 co-sceneggia e dirige il lungometraggio Isotta, presentato al Festival di Venezia del 1996, alla Settimana del Cinema Italiano.

Nel 2001 scrive e co-sceneggia il cortometraggio Blocco 101, regia di Daniele Gaglianone. Nel 2002 scrive e dirige il cortometraggio Confini, realizzato con i detenuti della Casa Circondariale di Pescara, presentato al Taormina Film Fest e vincitore di oltre dieci premi in festival e rassegne.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

  • In nome di Giancarlo, regia di Maurizio Fiume - cortometraggio (1991)
  • Il tuffo, regia di Massimo Martella (1993)
  • Drogheria, regia di Maurizio Fiume - cortometraggio (1995)
  • Isotta, regia di Maurizio Fiume (1996)
  • Blocco 101, regia di Daniele Gaglianone - cortometraggio (2001)
  • Confini, regia di Maurizio Fiume - cortometraggio (2002)
  • E io ti seguo, regia di Maurizio Fiume (2003)
  • Cantieri, regia di Maurizio Fiume - cortometraggio (2005)
  • Scampia a Pescara, regia di Maurizio Fiume - cortometraggio (2005)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SIANI LA VERITA' - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato l'8 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90224347 · SBN IT\ICCU\LO1V\027512