Maurizio Del Tenno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maurizio Del Tenno

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVI
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Il Popolo della Libertà
Titolo di studio diploma di istituto professionale per l'industria e l'artigianato
Professione imprenditore, politico

Maurizio Del Tenno (Sondrio, 13 settembre 1973) è un politico e imprenditore italiano.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Da maggio a ottobre del 2014 è stato Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con deleghe all’attuazione del programma e rapporti istituzionali. Da marzo 2013 a maggio 2014 ha ricoperto il ruolo di assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia.

Da giugno 2013 a dicembre 2014 è stato Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Infrastrutture Lombarde Spa.

Dal 2008 al 2013 è stato Deputato della Repubblica nella XVI legislatura. Durante la legislatura è stato membro della Commissione Attività Produttive e della Semplificazione Amministrativa; membro della Commissione Finanza, membro della Commissione Semplificazione; Membro della Commissione Affari Esteri e Politiche dell’Unione Europea.

Dal 2005 al 2009 ha ricoperto l’incarico di Assessore Provinciale della Provincia di Sondrio con delega al Turismo.

Nel 2005 è stato eletto Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confartigianato e membro del Consiglio Nazionale della Confederazione.

Attività imprenditoriale[modifica | modifica wikitesto]

Impegnato in campo immobiliare dal 1997, Del Tenno ha seguito realizzazioni in tutta Italia.

Socio italiano della società italo-cinese China Investment srl, è amministratore delegato di Pilot Group.

China Investment S.p.a è proprietaria di Giardini d’Inverno, un edificio di 32 000 m2, di 16 piani, composto da 91 appartamenti situato a Milano in via G.B. Pirelli, 33.

Caratteristica principale del complesso residenziale sono le 110 serre di pertinenza degli appartamenti. Si tratta di veri e propri giardini in quota pensati per accogliere molteplici essenze grazie ad un microclima ideale per la crescita e lo sviluppo delle piante possibile attraverso la creazione di un involucro di lamelle di vetro orientabili e un sistema tecnologico di controllo della temperatura. Edificio in classe A+, le residenze vantano una domotica di livello 3. Sotto il profilo dell’efficienza energetica, si fa uso di geotermia e di pannelli fotovoltaici. Non sono previsti impianti a gas e il sistema di pompe di calore consente di risparmiare, rispetto ad un impianto con caldaia a gas, circa 54.700 kgCo2/anno. La riduzione di anidride carbonica realizzata da Giardini d’Inverno equivale all’assorbimento di CO2 attribuibile a 3.700 alberi.

Il progetto è a cura dello Studio Caputo Partnership International. Partner Commerciale: BNP Paribas.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]