Maurizio Ambrosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maurizio Ambrosini (Vercelli, 7 ottobre 1956) è un sociologo e accademico italiano, noto in Italia per i suoi studi sulle migrazioni[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Insegna sociologia dei processi migratori e sociologia urbana all'Università degli Studi di Milano ed è responsabile scientifico del centro studi sulle migrazioni nel mediterraneo di Genova, dove dirige la rivista "Mondi Migranti". È anche collaboratore de lavoce.info[2] Ha esposto in più opere i pericoli della cosiddetta integrazione subalterna[3], e l'utilità delle specializzazioni etniche[4].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Le relazioni industriali nella crisi del "Welfare State", Milano, Vita e Pensiero, 1983
  • Non solo automi: risorse umane e relazioni di lavoro nell'impresa che cambia, Milano, Vita e pensiero, 1989
  • L' inserimento lavorativo degli immigrati: il caso lombardo, Milano, Fondazione Cariplo per le iniziative e lo studio sulla multietnicita, 1993
  • L' impresa della partecipazione: la ricerca della collaborazione dei lavoratori tra politiche aziendali e istituzioni sociali, Milano, F. Angeli, 1996
  • Utili invasori: l'inserimento degli immigrati nel mercato del lavoro italiano, Milano, F. Angeli, 1999
  • La fatica di integrarsi: immigrati e lavoro in Italia, Bologna, Il Mulino, 2001
  • Scelte solidali: l'impegno per gli altri in tempi di soggettivismo, Bologna, Il Mulino, 2005
  • Sociologia delle migrazioni, Bologna, Il Mulino, 2005
  • Un'altra globalizzazione: la sfida delle migrazioni transnazionali, Bologna, Il Mulino, 2008
  • Richiesti e respinti: l'immigrazione in Italia, come e perché, Milano, Il Saggiatore, 2010
  • Irregular Immigration in Southern Europe, Cham, Palgrave Mcmillan, 2018[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56658249 · ISNI (EN0000 0000 8135 3780 · SBN CFIV000972 · ORCID (EN0000-0003-1788-8686 · LCCN (ENn85344108 · GND (DE170688488 · BNF (FRcb122072272 (data) · CONOR.SI (SL314327139 · WorldCat Identities (ENlccn-n85344108