Maurice d'Ocagne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Philibert Maurice d' Ocagne

Philibert Maurice d'Ocagne (Parigi, 25 marzo 1862Le Havre, 23 settembre 1938) è stato un matematico e ingegnere francese noto soprattutto per aver sviluppato la nomografia, un sistema di calcolo grafico per la soluzione di problemi matematici..

La famiglia d'Ocagne era originaria della provincia d'Alençon, dove la sua presenza è attestata fin dal XIII secolo. Un ramo della famiglia si stabilì a Parigi nel corso del XVIII secolo.

Mortimer d'Ocagne, il padre di Maurice, lavorava come agente di cambio e pubblicò numerosi scritti di carattere economico e finanziario, nonché un libro sulle Grandes Écoles francesi. Come critico teatrale della Revue britannique, carica che ricoperse a lungo, si recava tutte le sere a teatro e non perse nessuna "prima". Quando morì nel 1919, all'età di 98 anni, era il decano degli abbonati all'Opéra.

Maurice d'Ocagne, dopo aver studiato al collège Chaptal e al liceo Fontanes (l'attuale liceo Condorcet), pubblica i suoi primi lavori matematici nel 1877.

Nel 1880, dopo aver pubblicato sui Nouvelles annales de mathématiques, si iscrive all'École polytechnique. Al termine degli studi entra nel "corps des Ponts et Chaussées"[1] ed esercita per sei anni la professione d'ingegnere. Dapprima come addetto al servizio del lavori idraulici della marina militare a Rochefort e a Cherbourg, per il dipartimento di Seine-et-Oise, negli uffici di Pontoise. A partire dal 1882, comunica diverse note all'Académie des sciences e suoi lavori vengono pubblicati da riviste prestigiose come il Journal de l'École polytechnique, il Bulletin de la Société mathématique de France, gli Acta mathematica, la Revue générale des sciences, l'Archiv der Mathematik und Physik, lAmerican Journal of mathematics, etc.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66543984 · ISNI (EN0000 0003 6855 5910 · LCCN (ENn85376497 · GND (DE117079464 · BNF (FRcb12365159b (data) · BAV ADV12655998 · WorldCat Identities (ENn85-376497