Mattia Notari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mattia Notari
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 12 maggio 2013
Carriera
Giovanili
1985-1992 Bianco e Verde.svg Libertas San Bartolomeo
1992-1998Milan
Squadre di club1
1998-1999Atletico Catania18 (0)
1999-2002Novara57 (0)
2002-2010Mantova255 (1)[1]
2010-2012Nero e Giallo (Quadrati).svg Lierse SK 3 (0)
2012-2013Castiglione32 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 ottobre 2013

Mattia Notari (Como, 20 maggio 1979) è un ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Muove calcisticamente i primi passi nelle giovanili della Polisportiva Libertas San Bartolomeo, squadra della omonima Parrocchia di Como dove è cresciuto anche Gigi Meroni. A 12 anni passa nelle giovanili del Milan dove trascorre sei stagioni, laureandosi per due volte campione italiano vincendo lo scudetto Allievi nelle stagioni 1994/95 e 1995/96.

Nella stagione 1998/99, il Milan lo gira in prestito all'Atletico Catania, dove gioca 18 partite e inizia a fare parte della Nazionale di Serie C sotto la guida di Roberto Boninsegna.

Nell'estate del 1999 va in prestito al Novara, dove viene riscattato alla fine del primo anno di contratto. Vi rimane per altre due stagioni, totalizzando 57 presenze, playout e playoff esclusi.

Nella stagione 2002/03 viene acquistato dal Mantova.

L'anno successivo ne diviene capitano, ruolo che riveste per ben 7 anni.

È uno dei protagonisti della strepitosa cavalcata che in 3 anni porta il Mantova dalla serie C2 fino alla finale play-off per la serie A, persa contro il Torino. Questa lunga e proficua militanza lo ha reso uno dei simboli della storia della squadra biancorossa.

Nella prima giornata del campionato di Serie B 2007-2008, segna il suo primo e unico gol in carriera con un potente sinistro da fuori area, durante l'incontro Mantova-Ravenna, successivamente conclusosi 1-1.

A seguito del fallimento del Mantova si svincola dalla squadra lombarda e si accasa al Lierse SK squadra che milita nel massimo campionato belga.

Nel Luglio del 2012 si trasferisce al Castiglione Fc, società di Seconda Divisione di Lega Pro. Dopo essere riuscito coi rossoblù ad ottenere già a gennaio una salvezza anticipata, finisce la stagione con 32 presenze e miglior difesa del Torneo.

Durante l'estate dello stesso anno, l'amico Paolo Poggi lo convince a scommettere su di un nuovo, stimolante progetto destinato ai giovani: il Progetto Udinese Academy. Durante le tre stagioni in terra friulana, assume il ruolo dì coordinatore tecnico, curando lo sviluppo del settore giovanile udinese dai Piccoli Amici agli Allievi Nazionali e delle quasi 130 società italiane dilettantistiche ad esso collegato.

Nell'estate del 2016 passa alla Juventus, occupandosi di scouting italiano ed estero per la fascia Under 15 - Under 20.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ha scritto un libro intitolato La Mia Serie A, che può essere condiviso da tanti: uomini, donne, ragazzini, tifosi e non. In un periodo difficile per il mondo del calcio ha deciso di esaltarne gli aspetti più veri. Da quelli vissuti sui campi parrocchiali, passando per le giovanili del Milan, arrivando negli spogliatoi delle serie maggiori. Sperando di appassionare e spingere le persone a credere in un mondo migliore, calcistico e non.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Mantova: 2003-2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 265 (1) se si comprendono i play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]