Matteo Marzotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matteo Marzotto

Matteo Marzotto (Roma, 26 settembre 1966) è un imprenditore e manager italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appartiene alla sesta generazione della storica famiglia vicentina dei Marzotto, industriali della lana sin dal 1836, quinto figlio del conte Umberto Francesco Marzotto e di Marta Vacondio[1].

È presidente e Amministratore Delegato di Fiera di Vicenza SPA da dicembre 2013 e presidente della scuola di management Fondazione CUOA da giugno 2013. Presidente inoltre di Associazione Progetto Marzotto da Ottobre 2012 e presidente di MittelModa Fashion Award da settembre 2008. Come imprenditore tra gennaio 2009 e gennaio 2013 ha acquisito e successivamente rilanciato Vionnet S.p.A., di cui è stato anche Presidente. Dopo avere lavorato per quindici anni nelle aziende collegate agli interessi di famiglia, maturando esperienze lungo tutta la filiera del tessile/abbigliamento, tra il 2003 e il 2008 è stato prima Direttore Generale Operativo (COO), poi Presidente di Valentino S.p.A[2].

È stato Presidente e Commissario di ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo) da agosto 2008 a dicembre 2011: nella veste sopra descritta ha chiarito in una conferenza stampa a Palazzo Chigi[3] gli obiettivi che avrebbe inteso realizzare durante la sua Presidenza per il rilancio della promozione turistica dell'Italia nei mercati internazionali.

È tra i fondatori (gennaio 1997) della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica - Onlus[4] e siede in diversi consigli di amministrazione, tra cui Morellato & Sector S.p.A, Brunello Cucinelli S.p.A e da dicembre 2014 anche Banca Popolare di Vicenza[5].

È uno dei volti di Ambassador per Expo Milano 2015[6].

Nelle esperienze professionali citate ha operato in ambiti diversi quali Formazione, Amministrazione e Controllo di Gestione, Marketing e posizionamento di Brand, Sindacale, Associativo. È un assiduo sostenitore di iniziative a scopo sociale e umanitario.

Sport e Passioni[modifica | modifica wikitesto]

Matteo Marzotto al funerale di Alfredo Martini nel 2014

Ama la musica classica.[7]
Particolarmente appassionato di sport attivo e di natura e delle discipline legate al volo. Squadra Nazionale Under 21 di Motocross nel 1986 e pilota di Velocità fino al 2010, nel 2009 ha corso come pilota motociclistico professionista partecipando al campionato italiano velocità categoria Supersport con una Kawasaki. Ha partecipato a tutte le sei gare in calendario, totalizzando un undicesimo posto in gara a Misano e chiudendo ventitreesimo nella classifica piloti con 2.5 punti.[8] Ha partecipato al Grand Prix di Monaco F3 e a cinque edizioni della Parigi Dakar (2001, 2002 in coppia con Paolo Barilla[9], 2004, 2006, 2009). Ha all'attivo 13 Vasaloppet in sci di fondo e molteplici Gran Fondo ciclistiche su strada. Ha partecipato all'edizione 2014 del Crocodile Trophy in Australia, la più impegnativa manifestazione di mountain bike del mondo È pilota di aeroplano ed elicottero con oltre 3000 ore di volo.

Sport e Charity[modifica | modifica wikitesto]

Cofondatore e Vicepresidente della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, Matteo Marzotto è impegnato da sempre in molte attività social & responsibility con l'obiettivo comune di raccogliere fondi per la ricerca sulla Fibrosi Cistica, mantenendo alta l'attenzione del pubblico su questa grave malattia genetica tuttora senza una cura definitiva, che ha colpito duramente anche la sua famiglia e la sorella maggiore Annalisa, morta nel 1989[10]

« La Fondazione è diventata negli anni una mia priorità, viaggia con me, ovunque io vada e con chiunque io sia. »
(Matteo Marzotto, 2014[11])

Nel 2012 Matteo Marzotto ha ideato il FFC Bike Tour, coinvolgendo amici sportivi e grandi campioni come Davide Cassani, Massimiliano Lelli, Fabrizio Macchi, Francesco Moser in un'emozionante iniziativa sportiva: in sella alle loro biciclette hanno pedalato attraverso migliaia di chilometri e molte regioni d'Italia per sensibilizzare l'opinione pubblica nell'impegno per la raccolta dei fondi e la diffusione della consapevolezza nei confronti della Fibrosi Cistica. Nel 2012 la prima edizione del BikeTour ha attraversato Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio, da Milano a Roma quasi 700 kilometri in pochi giorni. Nel 2013 la seconda edizione si è spostata nel centro sud del paese : partendo da Palermo il Tour ha attraversato la Sicilia per poi risalire la penisola attraverso Calabria, Basilicata e Campania fino ad arrivare nella Capitale per un percorso di oltre mille chilometri su strada, affrontato con grande spirito sportivo ed ogni clima.
Nel 2014 viene selezionato un doppio percorso, molto impegnativo e in mountain bike: ai primi di ottobre i bikers attraversano la Sardegna da Cagliari a Olbia, per proseguire il Tour oltreoceano ed approdare in Australia, dove il gruppo del Bike Tour affronta – sempre con la maglia della Fondazione - il percorso del Crocodile Trophy[12], senza alcun dubbio tra le gare più impegnative al mondo, un percorso unico, estremo e durissimo, che possono superare soli pochi tra i migliori sportivi.[13] Il team composto oltre che da Matteo Marzotto anche da Davide Cassani, Ct della nazionale italiana maschile élite di ciclismo su strada, Massimiliano Lelli e Iader Fabbri si classifica molto bene con il terzo posto a squadre.[14]
Tra i sostenitori del Bike Tour in Italia anche Fabrizio Macchi, pistard e ciclista su strada e lui stesso biker nel BikeTour italiano.
Nel 2015 il FFC Bike Tour ha attraversato il Nord Italia partendo da Trieste per arrivare a Genova.
Nella tappa di Verona Matteo Marzotto e il team hanno incontrato per un saluto il presidente del Consiglio Matteo Renzi [15], mentre nella tappa di Milano il team ha avuto l'opportunità di entrare ad Expo Milano 2015 per porre l'attenzione sul legame tra alimentazione e salute[16].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Matteo Marzotto è autore di due libri, entrambi iniziative editoriali con un meditato scopo charity & responsibility e il cui ricavato è interamente devoluto a favore della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus[17]:

  • Volare Alto-Quello che ho imparato fin qui dalla vita, Milano, Mondadori, 2009.
  • Bike Tour - Pedalando per la ricerca, Milano, Rizzoli, 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA.VV., Libro d'oro della nobiltà italiana, Roma 2010-2014, Edizione XXIV, vol.XXX, pag. 76-78.
  2. ^ Andrea Borella, Annuario della Nobiltà Italiana, Edizione XXXI, Teglio (SO) 2010, S.A.G.I. Casa Editrice, vol. II, pag. 489-490.
  3. ^ Video della conferenza
  4. ^ (A fondo pagina) Video del vicepresidente Matteo Marzotto della "Fondazione per la ricerca sulla fibrosa cistica ONLUS" da fibrosicisticaricerca.it
  5. ^ Pop.Vicenza, cda coopta Matteo Marzotto, ANSA, 2 dicembre 2014.
  6. ^ Matteo Marzotto Ambassador Expo Milano 2015 (Video e testo), expo2015.org.
  7. ^ Matteo Marzotto, intervista completa, MarieClaire.it, 20 febbraio 2009.
  8. ^ C.I.V. Supersport - Classifica di Campionato - dal sito ufficiale del Campionato Italiano Velocità
  9. ^ Barilla e Marzotto Due «vip» alla Dakar, corriere.it, 25 novembre 2000. URL consultato l'8 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il ).
  10. ^ Matteo Marzotto, la fibrosi cistica si è portata via mia sorella, PRS Mediagroup, novembre 2005.
  11. ^ Crocodile Trophy, Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, ottobre 2014.
  12. ^ Crocodile Trophy, Cassani alla "Dakar" in mountain bike, RCS Mediagroup S.p.A., 18 ottobre 2014.
  13. ^ Crocodile Trophy, gli aborigeni ai partecipanti: "Tanta forza e fortuna", RCS Mediagroup S.p.A., 16 ottobre 2014.
  14. ^ Cassani stravolto tra i coccodrilli. Lelli 1° di categoria, RCS Mediagroup S.p.A., 26 ottobre 2014.
  15. ^ «Il Veneto ha fatto cose straordinarie e sta tirando la ripresa economica», RCS Mediagroup S.p.A., 10 ottobre 2015.
  16. ^ Il Bike Tour della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica passa per Expo Milano 2015, expo2015.org, 13 ottobre 2015.
  17. ^ Marzotto presenta il libro e raccoglie fondi per la FFC, Il Giornale di Vicenza, 17 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN103073834