Matteo Cressoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matteo Cressoni
Matteo Cressoni.jpg
Nazionalità Italia Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
 

Matteo Cressoni (Volta Mantovana, 28 ottobre 1984) è un pilota automobilistico italiano.

Vincitore del Campionato Italiano F3 nel 2004 con il Team Ombra Racing, è attualmente pilota di riferimento in Italia per il produttore inglese Ginetta, nonché alfiere del Team Nova Race in svariate competizioni di durata con la Ginetta G50 GT4. È considerato da gran parte degli addetti ai lavori uno dei più talentuosi piloti italiani attualmente in attività nelle corse automobilistiche.

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Matteo Cressoni nasce a Volta Mantovana, provincia di Mantova, nel nord Italia. Il padre Giancarlo, gran appassionato di motori e pilota kart, ben presto trasmette la sua passione al figlio. Matteo inizia così a coltivare l'interesse per le quattro ruote fin dall'età di 10 anni, alla guida di go-kart seguendo la trafila delle varie categorie.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Partecipa fin da bambino a competizioni di kart in Italia, dal 1994 fino al 2000, ed i risultati non tardano ad arrivare: in questi 6 anni Matteo infila una lunga serie di vittorie che attira l'attenzione degli addetti ai lavori. La svolta arriva nel 2001 quando, non ancora diciassettenne, prende parte al campionato Formula Renault 2000. Nonostante un primo anno propedeutico all'acquisizione di pratica e confidenza con la guida della monoposto francese, non manca di mettere in evidenza le proprie potenzialità segnando il record della pista a Monza ed aggiudicandosi il 6º posto nelle finali internazionali dell'Estoril. L'anno successivo Matteo prosegue l'avventura alla guida della monoposto transalpina, accumulando chilometri ed esperienza utili alla formazione della sua brillante carriera.

Nel 2003 Matteo Cressoni partecipa con la F3000 alla gara di Brno dove ottiene un sorprendente 4º posto. Nello stesso anno partecipa ad alcune gare di F3, nel preludio a quella che sarà l'annata della svolta.

Matteo Cressoni alla guida della F3

Il 2004 segna la svolta per Matteo, che concentra le proprie forze disputando un unico campionato nell'arco della stagione: i frutti non tardano ad arrivare ed il pilota mantovano si laurea Campione Italiano F3, correndo con una monoposto del Team Ombra Racing.

Cressoni sulla Ferrari 550 del Team BMS Scuderia Italia

Il titolo italiano F3 porta visibilità a Cressoni, tanto da venire ingaggiato nel 2005 dal team BMS Scuderia Italia per disputare il Campionato Europeo LMES (Le Mans Endurance Series) con una Ferrari 550 Maranello. Matteo si aggiudica un 1º posto nella gara di Spa-Francorchamps (Belgio), due 2° posti al Nurburgring (Germania) e Istanbul (Turchia), un 4º posto a Monza (Italia) ed un 5º posto a Silverstone (Inghilterra). A fine stagione è primo classificato nel Campionato Europeo GT.

Nel 2006 Matteo Cressoni raddoppia gli sforzi: disputa infatti, nell'arco della stessa stagione, il Campionato Europeo F3000 (7º posto finale in campionato, con due podi al Mugello e a Barcellona) ed il Campionato Europeo GT con una Ferrari 360 GT2 del Team Edil Cris (tre podi, tra i quali un 1º posto a Magny-Cours).

Matteo Cressoni alla guida della F3000
Matteo Cressoni a bordo dell’Audi A4 DTM

Il pilota mantovano opta per le ruote coperte nel 2007, disputando il Campionato del Mondo FIA GT con una Ferrari F430 GT2 del Team Edil Cris.

L'anno seguente Cressoni rimane sempre legato al Team Edil Cris ed al cavallino rampante, partecipando al Campionato Europeo Open GT ancora alla guida della Ferrari F430 GT2 del team bergamasco: grazie a due ottimi podi (Valencia e Spa-Francorchamps), Matteo attira l'attenzione dei vertici Audi. La casa dei 4 anelli, attraverso il team tedesco Kolles, lo contatta per un test a bordo di una A4 DTM sul circuito di Almeria (Spagna), dove il pilota italiano si mette in luce con tempi decisamente entusiasmanti.

La stagione 2009 è per Matteo Cressoni la possibilità di acquisire esperienza al volante di diverse vetture GT in più campionati: disputa infatti alcune gare del Campionato Europeo Open GT a bordo di una SunRed dell'omonimo team spagnolo; gareggia inoltre nel Campionato Italiano GT prima con una Ferrari F430 GT2 del Team Edil Cris, poi con una Lamborghini Gallardo GT3 del Team Mik Corse, raccogliendo globalmente un 1º posto, due 2' posti e due 3' posti. Non pago, disputa anche il Campionato Est Europa GT con una Ferrari 360 GT2 dove raccoglie 3 pole positions, 2 vittorie ed una seconda posizione, chiudendo al terzo posto assoluto in campionato. Nel novembre dello stesso anno torna a farsi viva l'Audi, che ingaggia Matteo per la gara di Okayama (Giappone) dell'Asian Le Mans Series alla guida della barchetta R10 TDI del team Kolles: unico italiano in gara, Cressoni chiuderà al quarto posto assoluto.

Cressoni al volante dell’Audi R10 TDI

Nel 2010 il pilota mantovano si concede “un anno sabbatico dalle vetture Gran Turismo” per sperimentare una nuova ed interessante esperienza: il Campionato Internazionale Superstars Series, categoria aperta a grosse berline 8 cilindri con quasi 500 CV di potenza. Cressoni disputa una prima parte del campionato alla guida di una Jaguar XF del Team Ferlito (cogliendo un buon 4º posto ad Imola) per passare poi alla Chrysler 300C SRT8 del Team MRT Nocentini.

La Chrysler 300C SRT8 di Cressoni ad Hockenheim

Il legame con le GT ed il Team Edil Cris torna forte nel 2011 e Cressoni disputa il Campionato Internazionale GTSprint alla guida della Ferrari F430 GT2 del team bergamasco. Dopo un inizio di stagione travagliato, nel quale condivide il sedile con un collega (un 2º posto a Valencia nelle prime 3 gare), Matteo trova la piena titolarità dell'auto a partire dal 4° appuntamento stagionale, con risultati notevoli: un 1° ed un 2º posto assoluti a Misano (Italia), un 1º e 2º posto assoluti a Spa-Francorchamps (Belgio), due 1' posti assoluti al Mugello (Italia) lo portano a sfiorare il titolo assoluto GTSprint (sarà vicecampione) e ad aggiudicarsi il titolo di Campione GTSprint categoria GT2. Nel corso della stessa stagione partecipa in veste di wild-card alla gara di Zeltweg/Red Bull Ring (Austria) del Campionato Europeo Open GT a bordo di una nuovissima Ferrari 458 GT2 del Team Edil Cris, cogliendo un sorprendente 2º posto. Collabora inoltre allo sviluppo della vettura Ginetta G50 GT4, prendendo parte ad alcune prove del Campionato Italiano GT dove in diverse occasioni piazza la vettura inglese al primo posto o sul podio di categoria.

Il 2012 segna un'ulteriore svolta per Matteo Cressoni: viene ufficializzata la collaborazione con Ginetta, produttore inglese per il quale sviluppa alcune vetture da competizione come la G50 GT4 e la nuovissima GT3, diventandone il pilota di riferimento in Italia; con una G50 GT4 prende parte alla 24 ore del Dubai (Gennaio), alla 4 ore del Nurburgring (marzo ed aprile), alla 24 ore del Nurburgring (Maggio); a partire dal 15 aprile partecipa al Ginetta G50 Cup, trofeo monomarca che si corre su tracciati italiani ed europei. Quasi inaspettatamente, a fine marzo 2012 giunge la chiamata da parte del team spagnolo SunRed per partecipare al Campionato Mondiale FIA GT1 con la Ford GT. La stagione 2012 si conclude con la vittoria del campionato monomarca Ginetta G50 Cup, e con buoni piazzamenti nel FIA GT1 World Championship. Matteo Cressoni porta inoltre la nuovissima Ginetta GT3 all'esordio assoluto in Italia, in occasione dell'ultima prova del Campionato italiano GT a Monza. Il 13 dicembre 2012 prende parte alla Gulf 12 Hours di Abu Dhabi, con una Ginetta G50 GT4 del Team Nova Race: assieme ad altri 3 compagni di squadra, si piazza al primo posto di categoria GTX.

Nel 2013 Matteo Cressoni prosegue la collaborazione col Team Nova Race e, con una Ginetta G50 GT4, disputa svariate gare: la Dunlop 24 Hours di Dubai a gennaio e la 24 Ore del Nurburgring a maggio (dove coglie un ottimo secondo posto di categoria SP10.), oltre a svariate prove del campionato tedesco VLN. Nel weekend del 13 e 14 aprile, presso il circuito di Monza, prende parte alla prima gara stagionale del Blancpain Endurance Series con una BMW Z4 GT3 del team tedesco Vita4One.

Professione[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2005, il talento e l'abilità al volante di Matteo Cressoni gli hanno permesso di entrare a far parte del CIGS - Centro Internazionale Guida Sicura - di Andrea De Adamich, in qualità di istruttore qualificato. Da allora, parallelamente alle competizioni agonistiche, la sua attività è improntata all'insegnamento delle tecniche di guida sicura in collaborazione con le case automobilistiche Alfa Romeo e Maserati. Matteo è inoltre istruttore qualificato della scuola ufficiale Ferrari con la sede principale a Maranello e presso le due sedi asiatiche in Cina e Giappone.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]