Matteo Buttafuoco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Matteo Buttafuoco (Vescovato, 28 dicembre 1731Bastia, 6 luglio 1806) è stato un politico francese.

Agente di Étienne François de Choiseul in Corsica, fuggì ad un tentativo dell'indipendentista Pasquale Paoli di ucciderlo e si rifugiò in Francia, ove divenne deputato nel 1789.

Massimo esponente del Consiglio Indipendentista Corso nel 1768 commissionò a Jean-Jacques Rousseau un bozza di costituzione della Corsica.

Jean-Jacques Rousseau vergò un "Progetto di Costituzione per la Corsica. Conteneva il "Giuramento" che i cittadini corsi, una volta incardinata la Carta Costituzionale avrebbero dovuto prestare: "Mi unisco, corpo, beni, volontà e tutte le mie facoltà, alla nazione corsa, affidandole in proprietà me stesso e tutti quelli che dipendono da me."

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Matteo Buttafuoco, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Controllo di autoritàVIAF (EN21155708 · ISNI (EN0000 0000 8340 6719 · LCCN (ENn86020678 · BNF (FRcb12594143p (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie