Matrice del comando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Matrice del comando in mano a Sentinel Prime nel terzo film

La Matrice del comando (conosciuta anche come Matrice della creazione) è un oggetto appartenente all'universo dei Transformers. Ogni serie ha la sua Matrice di diverso aspetto e forma. Generalmente, è considerata la reliquia più sacra e potente del mondo dei Transformers creata da Primus o dai Tredici Prime originali e contiene tutta la saggezza e potenza dei leader del passato.

Serie G1[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Transformers (G1) e Transformers: The Movie .

Appare per la prima volta nel lungometraggio Transformers: The Movie del 1986, quando Optimus Prime morente la passa ad Ultra Magnus. Il film mostra che Optimus ha sempre custodito la Matrice all'interno del suo petto, sebbene negli episodi delle due stagioni che precedono il film non si sia fatta mai menzione di tale Matrice e non compaia nelle occasioni in cui Optimus veniva scannerizato o addirittura smontato pezzo per pezzo. Simili incongruenze erano tipiche nel cartone originale. Nel film, Optimus rivela che la Matrice contiene un grande potere che si dice destinato ad aiutare gli Autobots nel momento più disperato. Unicron, antagonista del film, è consapevole dell'esistenza della Matrice e incarica Galvatron di distruggerla perché è l'unica cosa che potrebbe fermarlo. Galvatron la ruba ad Ultra Magnus, dopo che quest'ultimo aveva fallito nel risvegliare il suo potere, e tenta di usarla contro lo stesso Unicron ma nemmeno lui è in grado di evocarne il potere. Nel momento di climax finale del film, Hot Rod riuscirà a risvegliare il potere della Matrice e ad usarlo per distruggere Unicron. Tale potere farà anche di Hot Rod Rodimus Prime, il nuovo leader degli Autobots.

Nella terza stagione del cartone, la storia e la natura della Matrice vengono approfondite: si racconta che essa sia stata creata dal primo leader degli Autobots e che nel corso dei secoli sia passata di mano in mano ai nuovi capi. Non solo: quando un leader degli Autobots muore, il suo spirito continua a vivere dentro la Matrice così che la sua saggezza e la sua conoscenza possa servire per guidare il suo successore. La Matrice contiene quindi la saggezza accumulata di tutti i leader del passato. In più, all'interno della Matrice vive una misteriosa intelligenza artificiale conosciuta semplicemente come "It" che sembra essere il computer principale della Matrice.

Optimus Prime, tornato in vita alla fine della terza stagione, utilizzerà il potere della Matrice per sconfiggere la piaga delle spore mutanti che aveva contaminato la galassia, esaurendo però l'energia della Matrice. Optimus, però, invita gli Autobots a non scoraggiarsi dicendo che spetta a loro riempire la Matrice con nuova saggezza che accumuleranno da quel momento in poi.

Nei fumetti Marvel della Generation One, la Matrice, così come Unicron, ha una storia diversa: essa è stata creata da Primus, il dio creatore dei Transformers e contiene l'essenza stessa di Primus, per questo è temuta da Unicron. In questa serie, è anche chiamata la Matrice della Creazione perché è da essa che tutti i Transformers ricevono la vita (sostituendo quindi il supercomputer Vector Sigma del cartone) ed ha anche il potere di resuscitare i Transformers morti o di trasformare le macchine e la tecnologia in Transformers.

In una delle sceneggiature proposte per il film dei Transformers l'oggetto che diventerà la Matrice del Comando era, in origine, la Scintilla (Spark in originale) di Optimus Prime che veniva passata da questi a Ultra Magnus. Hot Rod assorbiva la Scintilla e quindi il potere di Optimus diventando così Rodimus Prime (il che spiegherebbe perché prendesse il suo nome nella nuova forma). Anche se questa idea fu scartata, il concetto della Scintilla come anima dei Transformers contenuta nel loro petto verrà ripreso nelle serie successive, in particolare Beast Wars come vedremo.

Al contrario della versione originale americana, nell'edizione giapponese la Matrice è trattata semplicemente come un serbatoio di energia pura. Il suo guscio è rimasto nascosto sulla Terra per ricaricare lentamente la sua energia che era in diminuzione.

Beast Era[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Beast Wars e Beast Machines.

Queste serie, come detto, riprende l'idea scartata dal film animato che l'oggetto lucente nel petto di Optimus Prime non fosse la Matrice del Comando bensì la sua Scintilla. Black Jack/Optimus Primal, il suo discendente, trova il corpo ancora in stasi di Optimus Prime e assorbe la sua Scintilla diventando così Optimal Prime (come appunto avrebbe dovuto fare Hot Rod sempre secondo tale sceneggiatura). Quanto alla Matrice, in questa serie non è un oggetto fisico ma un vero e proprio regno in un'altra dimensione. Dalle sue sorgenti la Matrice dona la vita ai Transformer, e quando uno di loro muore, la loro Scintilla torna in possesso alla Matrice, condividendo la sua esperienza di vita con tutti, e creando un deposito enorme di saggezza accumulata e di conoscenza. Questa idea verrà usata come base per creare il concetto dell'Allspark.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Transformers (film), Transformers - La vendetta del caduto e Transformers 3.

Nella serie cinematografica dei Transformers, il cubo chiamato Allspark è basato sulla Matrice del Comando. Come la Matrice della serie Beast Wars l'Allspark è la sorgente di vita di tutti i Transformers e come la Matrice dei fumetti Marvel è in grado di trasformare le macchine e qualsiasi altra tecnologia in Transformers. In origine, il cubo doveva appunto essere la Matrice ma gli sceneggiatori sostituirono in seguito la Matrice con l'Allspark per evitare associazioni con la saga di Matrix. Il fatto che sia un cubo richiama invece l'idea dei cubi di Energon del cartone originale.

La Matrice del Comando compare, in compenso, nel secondo film Transformers - La vendetta del caduto. In questo film, la Matrice è stata creata dai Tredici Prime originali come chiave per attivare il Mietitore, la macchina usata da questi per assorbire l'energia dei soli e produrre Energon. La Matrice è il simbolo del comando dei Prime ed, in origine, era portata da Prima, il loro leader. Il Caduto, Prime traditore, tentò di rubarla quando si ribellò ai suoi fratelli ma, dopo la sua sconfitta, prima di morire Prima nascose la Matrice insieme al Mietitore nella tomba fatta del suo corpo e di quelli dei suoi fratelli. L'aspetto della Matrice è molto diverso da quello della serie G1 infatti il contenitore ha una forma a spirale.

Quando Sam Witwicky e Bumblebee la trovano, Sam la prende ma gli si sgretola tra le mani, diventando un mucchietto di sabbia, ma il ragazzo non si arrende e la raccoglie. Colpito a morte da Megatron, il giovane Witwicky si risveglia chiamato dagli spiriti dei Prime originali (escluso Il Caduto) che gli rivelano che la Matrice non va trovata ma guadagnata, e lui se ne è dimostrato degno. I Prime trasferiscono tutta la saggezza e il potere contenuto originariamente nell'Allspark (che dopo la distruzione del cubo nel primo film era stato assorbito dalla mente di Sam come rivelato nel secondo film) nella Matrice stessa, rendendo così la Matrice del Comando fonte di potere e saggezza ancestrali come la sua controparte originale. Sam la utilizzerà per resuscitare Optimus Prime, ma subito dopo verrà rubata dal Caduto. Alla fine, Optimus riuscirà a sconfiggere il Prime traditore e a riprendersi la Matrice. Da quel momento, come nelle altre versioni, Optimus trasporta la Matrice nel suo petto e la usa come fonte di conoscenza.

Il fatto che la Matrice del Comando, nei film, abbia il potere di resuscitare i Transformers morti (entro certi limiti) è una reminiscenza dei fumetti Marvel dove aveva appunto questo potere. E il fatto che a partire dal secondo film abbia il potere e quindi il ruolo dell'Allspark di essere la sorgente della vita di tutti i Transformers, rende la Matrice essenzialmente identica alla sua controparte di Beast Wars ma allo stesso tempo è anche un oggetto fisico custodito da Optimus nel suo petto come nella serie G1.

Compare anche nel terzo film, Transformers 3, quando Optimus, dopo aver recuperato Sentinel Prime (suo predecessore) dall’Arca, caduta sulla Luna nel 1961, lo resuscita, ricaricando la sua Scintilla. Optimus in seguito, offre la Matrice a Sentinel come segno di rispetto, perché lui era il leader degli Autobot, e quindi è giusto che la tenga lui. Il suo predecessore però rifiuta e la riconsegna al suo vero proprietario, nonché leader ufficiale degli Autobot: Optimus Prime.

Transformers: War for Cybertron[modifica | modifica wikitesto]

In questo gioco, la Matrice del Comando viene creata dal pianeta Cybertron stesso (qui trattato come un essere senziente e una specie di Transformer) e contiene una porzione della sua Scintilla. Viene affidata da questi ad Optimus Prime poiché il pianeta, avvelenato da Megatron con l'Energon Oscuro, è costretto a spegnersi per curarsi lasciando quindi il pianeta vuoto e desolato e costringendo gli Autobots ad emigrare per sopravvivere.

Transformers: Prime[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Transformers: Prime.

In questa serie, la Matrice del Comando è stata creata dai Tredici Prime e contiene tutta la saggezza e il potere di questi. Optimus la custodisce nel suo petto ma non ha mai scatenato la sua energia prima per paura di cosa potrebbe accadere. Quando il potente Unicron si risveglia, Optimus è costretto ad usare la Matrice per sconfiggerlo ma il processo fa sì che Prime perda la memoria. Per restituire a Optimus i suoi ricordi, Jack Darby e gli Autobots ricaricano la Matrice utilizzando il supercomputer cybertroniano Vector Sigma.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La Matrice del Comando fu disegnata basandosi su una bomba termonucleare.