Mathieu Grosch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mathieu Grosch

Ministro della gioventù, lo sport, l'educazione degli adulti e gli affari sociali della Comunità germanofona del Belgio
Durata mandato 3 dicembre 1986 –
5 dicembre 1990
Predecessore Marcel Lejoly (come ministro della gioventù)
Joseph Maraite (come ministro dello sport)
Successore Bernd Gentges (come ministro della gioventù)
Joseph Maraite (come ministro dello sport)
Karl-Heinz Lambertz (come ministro dell'educazione degli adulti)

Presidente del Parlamento della Comunità germanofona del Belgio
Durata mandato 1990 –
1994

Europarlamentare
Durata mandato 19 luglio 1994 –
30 giugno 2014
Legislature IV, V, VI, VII
Gruppo
parlamentare
Gruppo del Partito Popolare Europeo
Incarichi parlamentari
Vicepresidente
  • Commissione per il controllo dei bilanci (dal 16 gennaio 1997 al 19 luglio 1999)
Membro
  • Commissione per lo sviluppo e la cooperazione (dal 21 luglio 1994 al 30 settembre 1994)
  • Commissione per i trasporti e il turismo (dal 29 settembre 1994 al 19 luglio 1999 e dal 21 luglio 2004 al 30) giugno 2014
  • Delegazione per le relazioni con la repubblica Ceca, la repubblica Slovacca e la Slovenia (dal 17 novembre 1994 all'11 luglio 1995)
  • Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Repubblica ceca (dall'11 ottobre 1995 al 15 gennaio 1997)
  • Delegazione per le relazioni con la Slovenia (dal 16 gennaio 1997 al 23 febbraio 1999)
  • Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Slovenia (dal 24 febbraio 1999 al 20 luglio 1999)
  • Commissione per la politica regionale, i trasporti e il turismo (dal 21 luglio 1999 al 19 luglio 2004)
  • Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Romania (dal 6 ottobre 1999 al 19 luglio 2004)
  • Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Messico (dal 15 settembre 2004 al 13 luglio 2009)
  • Delegazione per le relazioni con la penisola coreana (dal 16 settembre 2009 al 30 giugno 2014)
Membro sostituto
  • Commissione per la politica regionale (dal 21 luglio 1994 al 19 luglio 1999)
  • Commissione per i problemi economici e monetari (dal 21 luglio 1999 al 19 luglio 2004)
  • Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Cipro (dal 7 marzo 2002 al 30 aprile 2004)
  • Commissione per lo sviluppo regionale (dal 22 luglio 2004 al 13 luglio 2009)
  • Delegazione per le relazioni con il Giappone (dal 16 settembre 2004 al 30 giugno 2014)
  • Commissione per l'occupazione e gli affari sociali (dal 16 luglio 2009 al 30 giugno 2014)

Sindaco di Kelmis
Durata mandato 1991 –
2012

Dati generali
Partito politico Partito Cristiano Sociale
Titolo di studio Laurea in lingue germaniche
Università Università di Liegi

Mathieu Grosch (Eupen, 14 settembre 1950) è un politico belga, leader del Partito Cristiano Sociale, ministro della gioventù, lo sport, l'educazione degli adulti e gli affari sociali della Comunità germanofona del Belgio dal 1986 al 1990, presidente del Parlamento della Comunità germanofona del Belgio dal 1990 al 1994 ed europarlamentare dal 1994 al 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi in lingue germaniche presso l'Università di Liegi, dal 1981 al 1983 lavorò nel gabinetto del primo ministro Wilfried Martens e dal 1984 al 1986 in quello del ministro della Comunità germanofona del Belgio Joseph Maraite.

Dal 1985 al 1986 ha ricoperto il ruolo di consigliere provinciale della provincia di Liegi, per poi essere nominato membro del Parlamento della Comunità germanofona del Belgio dal 1985 al 1995. Dal 1990 al 1994 è stato presidente di questo Parlamento. Dal 1986 al 1990 ha ricoperto la carica di ministro della gioventù, lo sport, l'educazione degli adulti e gli affari sociali della Comunità germanofona del Belgio durante il governo Maraite I.

Dal 1986 è membro dell'ufficio nazionale del Partito Cristiano Sociale (CSP) e dal 1994 anche dell'ufficio del Partito Popolare Europeo. Dal 2004 al 2010 è stato leader del CSP.

Dal 1994 al 2014 è stato europarlamentare e dal 1991 al 2012 è stato sindaco di Kelmis.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN289347034 · ISNI (EN0000 0003 9477 6290 · WorldCat Identities (ENviaf-289347034