Masua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Masua
frazione
Masua – Veduta
La spiaggia di Masua: di fronte al mare il Pan di Zucchero e sulla destra nella spiaggia resti di archeologia industriale
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaSud Sardegna
ComuneIglesias-Stemma.png Iglesias
Territorio
Coordinate39°19′55″N 8°25′46″E / 39.331944°N 8.429444°E39.331944; 8.429444 (Masua)
Altitudine95[1] m s.l.m.
Abitanti36[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale09016
Prefisso0781
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Masua
Masua

Masua è una ex località mineraria oggi balneare che sorge a 95 metri sul livello del mare, facente parte del comune di Iglesias, provincia del Sud Sardegna, nella sub-regione del Sulcis-Iglesiente. Nella frazione di Masua, che dista da Iglesias circa 13 km., nel 2001 risiedevano 36 abitanti[1].

Al largo, di fronte alla spiaggia, si trova il faraglione Pan di Zucchero.

La visita di Gabriele D'Annunzio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1882, un giovanissimo Gabriele D'Annunzio visitò la miniera[2], con il compito di scrivere un articolo per conto della rivista Cronaca bizantina. Descrisse la triste condizione dei minatori, denutriti e sottoposti a ritmi di lavoro massacranti, non senza dedicare spazio a un'interessante descrizione del territorio.

Porto Flavia[modifica | modifica wikitesto]

Nella località è stato realizzato il sito minerario di Porto Flavia, utilizzato per il caricamento del minerale sulle navi, oggi meta di turisti e appassionati di archeologia industriale.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Risultati 14º Censimento ISTAT, su dawinci.istat.it, Istat. URL consultato il 14 marzo 2014.
  2. ^ Forum Sardegna - D'annunzio e la miniera di Masua, su gentedisardegna.it, 18 febbraio 2007. URL consultato l'8 agosto 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Masua su Sardiniastar, su sardiniastar.com. URL consultato il 1º giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2012).
  Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna