Massimo Siviero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Massimo Siviero (Roma, 26 gennaio 1942) è un giornalista e scrittore italiano di noir e gialli. Come saggista, tra l'altro, ha pubblicato per la prima volta uno studio sulla scrittura e la storia del thriller partenopeo e ha scoperto e documentato che Napoli è la patria storica del giallo italiano[1][2][3][4][5].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giornalista come redattore de Il Mattino e come corrispondente de Il Messaggero da Napoli, autore di gialli e saggista. Laurea in sociologia e corso in lingua e civiltà francese alla Sorbona di Parigi[6]. Nato a Roma da genitori napoletani, vive a Napoli. Nel 1992 pubblica Il Diavolo Giallo, il suo primo romanzo poliziesco con il quale vince il Festival in Noir di Viareggio[7]. Fa la sua prima apparizione il personaggio del commissario capo Gabriele Abruzzese, il protagonista anche dei successivi romanzi[8].

Le trame[modifica | modifica wikitesto]

Le trame dei suoi libri si svolgono in una società corrotta e malata che vuole trasformare le vittime in carnefici e coprire i colpevoli con una complicità tutta borghese[9]. Fa da sfondo alle storie, anche quando non è protagonista, una criminalità organizzata che ha sempre avuto vita facile nella metropoli all'ombra del Vesuvio[10]. Ha firmato diversi racconti[11]. Napoli è l'altra protagonista dei suoi noir[12]. Ha cercato di conciliare la tecnica investigativa con la narrazione d'ambiente legata alla cronaca nera e alla malavita. Anche per questo i suoi romanzi rientrano nel panorama del noir mediterraneo[13][14][15]. La finalità dichiarata dei suoi romanzi non è quella di far evadere ma di invadere il lettore[16][17].

Le indagini[modifica | modifica wikitesto]

Le indagini, nelle sue storie, privilegiano il fiuto e il metodo artigianale del protagonista Gabriele Abruzzese accanto alle procedure di medicina legale e di polizia scientifica tipiche del romanzo poliziesco[18]. Nel romanzo Caponapoli, uscito nella collana del Giallo Mondadori, il protagonista è il detective privato Joe Pazienza[19]. Il personaggio principale di Scorciatoia per la morte, pubblicato con Tullio Pironti Editore, è il commissario della Squadra Omicidi Ercole Basile[20].

I saggi[modifica | modifica wikitesto]

Ha documentato che Napoli è la patria storica del giallo italiano: nel 1851-1852 il napoletano Francesco Mastriani, con Il mio cadavere, ha pubblicato a puntate il primo romanzo del genere in Italia. L'anno dopo è uscito il libro con l'editore Rossi di Genova[21].

Ha anche scoperto che Giacomo Leopardi, oltre che appassionato di vulcanologia, scrisse due odi a sfondo giallo che decise di tenere nel cassetto[22][23].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1992 Festival in Noir con il romanzo Il Diavolo Giallo
  • 1999 Premio speciale Procida - Isola di Arturo-Elsa Morante e Premio Napoli in giallo con il romanzo Il terno di San Gennaro
  • 1999 Premio Luigi Gullo per un racconto inedito sul Mezzogiorno con La carrozza della Storia
  • 2002 Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio per la narrativa
  • 2002 Premio ENAP
  • 2002 Finalista del Premio Scerbanenco per il miglior giallo italiano con il romanzo Un mistero occitano per il commissario Abruzzese
  • 2003 Premio Città di Guardia, Città di Pace
  • 2005 Selezione Premio Scerbanenco con il romanzo Vendesi Napoli, il più votato dalla giuria popolare
  • 2006 Premio internazionale di giornalismo Sebetia-Ter

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Costanza Falanga, Brividi d’estate nella città del giallo, "Il Mattino", 18 luglio 2003, p. 34
  2. ^ Melania Guida, I misteri del romanzo giallo nella città dello zolfo e del tufo, "Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno", 12 dicembre 2003, p. 17
  3. ^ Giuseppe Amoroso, Sulle plausibili menzogne nasce il teorema di verità / Massimo Siviero: Istruzioni per la scrittura gialla; "Gazzetta del Sud", 13 gennaio 2004, p.15
  4. ^ Siviero M. Come scrivere un giallo napoletano, Graus, 2003, pp. 21, 22, 33-43, 46-56, 61-69, 70, 75-77, 82-84, 88, 89, 98-102, 109-113, 115-118
  5. ^ Il mio cadavere di Francesco Mastriani | Tutti i colori del giallo Archiviato il 26 dicembre 2013 in Internet Archive.
  6. ^ Quarta di copertina del romanzo Il diavolo giallo, di Massimo Siviero, Camunia, Milano, 1992, ISBN 8877671211
  7. ^ Saggio Le maschere del mistero, di Raffaele Crovi, Passigli Editori, Firenze-Antella, 2000, ISBN 8836805981, pp. 137-138
  8. ^ Dizionario bibliografico del giallo, a cura di Roberto Pirani, Monica Mare e Mariagrazia De Antoni, Pirani Bibliografica Editrice, Pontassieve, 1998, p. 240
  9. ^ Quaderni per l'Università, Per quella voce, quel nulla - Narrativa italiana 1992, di Giuseppe Amoroso, Editrice Morcelliana, Brescia, 1993, pp. 83-85
  10. ^ Saggio Tutti i colori del giallo, di Luca Crovi, Marsilio Editori, Venezia, 2002 ISBN 8831779133
  11. ^ Quarta di copertina del romanzo Un mistero occitano per il commissario Abruzzese, di Massimo Siviero, Claudiana Editrice, Torino, 2001, ISBN 8870163911
  12. ^ Il moderno romanzo metropolitano diventa noir/ I mali della società tra le righe dell'ultimo libro di Siviero "Il terno di San Gennaro", Immacolata Pica, La Stampa/Cronache di Napoli, 21 maggio 2000, p. 23
  13. ^ Il diavolo giallo, di Massimo Siviero, presentazione di Luigi Compagnone, Camunia, 1992
  14. ^ Per scrivere i miei gialli mi ispiro ai fatti di cronaca, Rossella Rusconi, Il Denaro, 27 marzo 1999, p. 55
  15. ^ ibid. Le maschere del mistero, di Raffaele Crovi, Passigli Editori, 2000
  16. ^ ibid. Come scrivere un giallo napoletano. Con elementi di sceneggiatura, di Massimo Siviero, Graus, 2003, ISBN 8883460472, p. 47
  17. ^ Daniele Claudi, giornale Roma, Napoli, delitti e misteri alla vigilia del Maggio, 26 maggio 2005
  18. ^ ibid. Come scrivere un giallo napoletano. Con elementi di sceneggiatura, di Massimo Siviero, Graus, p. 75
  19. ^ cfr. la quarta di copertina di Caponapoli
  20. ^ cfr. la quarta di copertina di Scorciatoia per la morte
  21. ^ ibid. Come scrivere un giallo napoletano. Con elementi di sceneggiatura, di Massimo Siviero, Graus, 2003 p. 21-22, 35-38, 39, 40, 42, 51-53, 54
  22. ^ in Leopardi e l'astronomia, AAVV, Rileggendo la Ginestra, Siviero M., Editoriale Progetto 2000, Cosenza, 2000, pp. 101 ss. ISBN 8882760758
  23. ^ ibid. Come scrivere un giallo napoletano, Graus, 2003, p. 41 ss.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51428330 · ISNI (EN0000 0000 4413 4263 · SBN IT\ICCU\RAVV\080636 · LCCN (ENno2005091569 · BNF (FRcb17021880g (data)