Massimo Piattelli Palmarini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Piattelli Palmarini

Massimo Piattelli Palmarini (Roma, 1942) è un accademico e linguista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore di scienze cognitive all'Università dell'Arizona, ha insegnato precedentemente al Massachusetts Institute of Technology e all'Università Vita-Salute San Raffaele. Membro di diverse istituzioni di ricerca, tra cui l'American Philosophical Association, è noto al grande pubblico per i suoi libri divulgativi, più volte ristampati e tradotti in numerose lingue[1]. Il libro su Darwin (scritto con Jerry Fodor) ha suscitato molte polemiche per le sue critiche alla sintesi evolutiva moderna [2].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Scienza come cultura: protagonisti, luoghi e idee delle scienze contemporanee, Milano, Mondadori, 1987
  • La voglia di studiare, Milano, Mondadori, 1991
  • L'illusione di sapere, Milano, Mondadori, 1993
  • Ritrattino di Kant ad uso di mio figlio, Milano, Mondadori, 1994
  • L'arte di persuadere, Milano, Mondadori, 1995
  • I linguaggi della scienza, Milano, Mondadori, 2003
  • Le scienze cognitive classiche: un panorama, Torino, Einaudi, 2008
  • What Darwin Got Wrong (con Jerry Fodor), New York, Farrar, Straus and Giroux, 2010 (traduzione italiana, Milano, Feltrinelli, 2010)
  • Chi Crediamo di Essere, Milano, Mondadori, 2011
  • Il nono giorno della creazione: la nuova rivoluzione nelle scienze del vivente, Milano, Mondadori, 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco in Worldcat
  2. ^ Si veda ad esempio il Botta e risposta tra Massimo Piattelli Palmarini e Guido Barbujani sul domenicale del "Sole24ore" del 20 aprile 2010, o la recensione di Adam Rutherford sul Guardian del 19 marzo 2010

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN: IT\ICCU\CFIV\033862