Massa Fermana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massa Fermana
comune
Massa Fermana – Stemma Massa Fermana – Bandiera
Massa Fermana – Veduta
Porta Sant'Antonio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Fermo-Stemma.svg Fermo
Amministrazione
SindacoGilberto Caraceni (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate43°09′01.12″N 13°28′32.12″E / 43.150311°N 13.475589°E43.150311; 13.475589 (Massa Fermana)
Altitudine340 m s.l.m.
Superficie7,73 km²
Abitanti903[1] (31-8-2020)
Densità116,82 ab./km²
Comuni confinantiFermo, Loro Piceno (MC), Mogliano (MC), Montappone, Montegiorgio
Altre informazioni
Cod. postale63834
Prefisso0734
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT109011
Cod. catastaleF021
TargaFM
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona D, 2 037 GG[3]
Nome abitantimassetani
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Massa Fermana
Massa Fermana
Massa Fermana – Mappa
Posizione del comune di Massa Fermana nella provincia di Fermo
Sito istituzionale

Massa Fermana è un comune italiano di 903 abitanti della provincia di Fermo nelle Marche.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella chiesa dei Santi Lorenzo e Silvestro per molti anni è stata conservata un'opera di Carlo Crivelli, il Polittico di Massa Fermana, firmato e datato 1468, primo lavoro noto del pittore nelle Marche;
  • Porta Sant'Antonio, risalente al XIV secolo, antico accesso al paese;
  • Pinacoteca allestita nel Palazzo comunale, che dal 2018 ospita il polittico di Crivelli.
  • Ex convento francescano "Frati di Massa", di fronte al cimitero, attualmente in restauro dopo decenni di abbandono.
  • Castello medievale in buono stato ed abitato in parte.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

La Pinacoteca è un piccolo museo che conserva alcune opere di arte sacra. Nell'aula consiliare vi è l'antico coro proveniente dall'ex convento francescano.

Il Museo degli antichi mestieri di strada su bicicletta e moto d'epoca[4], che al suo interno raccoglie biciclette utilizzate per diverse attività lavorative.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Artigianato[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attività economiche più tradizionali, diffuse e attive vi sono quelle artigianali, come la rinomata lavorazione della paglia, del giunco e del truciolo, finalizzata alla realizzazione di borse e cappelli. [6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 1959 Ada Natali Partito Comunista Italiano Sindaco
27 giugno 1985 20 maggio 1990 Lorenzo Procaccini Partito Comunista Italiano Sindaco [7]
20 maggio 1990 24 aprile 1995 Fabrizio Cesetti Indipendente Sindaco [7]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Gilberto Caraceni Centro-sinistra Sindaco [7]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Gilberto Caraceni Lista civica Sindaco [7]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Giampiero Tarulli Lista civica Sindaco [7]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Giampiero Tarulli Lista civica Sindaco [7]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Gilberto Caraceni Lista civica Massa Fermana bene comune Sindaco [7]
27 maggio 2019 in carica Gilberto Caraceni Lista civica Bene comune Sindaco [7]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale è la Nuova San Lorenzo che gioca in Terza Categoria e disputa le partite casalinghe al campo sportivo San Lorenzo con il terreno di gioco in terra battuta, i colori sociali sono il blu e l'arancione. La squadra viene chiamata così per ricordare il loro patrono appunto San Lorenzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Cultura Italia, un patrimonio da esplorare, su culturaitalia.it. URL consultato il 17 novembre 2016.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 2, Roma, A.C.I., 1985, p. 10.
  7. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN244356004
  Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che parlano delle Marche