Maryam d'Abo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maryam d'Abo nel 1987

Maryam d'Abo (Londra, 27 dicembre 1960) è un'attrice britannica.

È prima cugina del cantante Mike d'Abo e dell'attrice Olivia d'Abo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Londra da padre olandese e madre georgiana e cresciuta tra Parigi e Ginevra, Maryam decise di diventare attrice all'età di 11 anni per la sua passione per i film di James Bond. Studiò al Drama Center di Londra mentre lavorava come modella nella pubblicità. Nel 1983 debuttò sullo schermo nel film britannico horror a basso costo Xtro, attacco alla Terra (Xtro) dove impersonava una ragazza alla pari francese che diventava una "stanza di riproduzione aliena" (o "incubatrice umana"). In un'intervista alla rivista Femme Fatales nel 1994, la d'Abo lo ricorda come un "film terribile".

Conquistò la celebrità grazie al ruolo della Bond girl Kara Milovy, l'innocente e vulnerabile violoncellista cecoslovacca che si innamora di James Bond in 007 - Zona pericolo. Quello rimane il suo film preferito; inoltre apparve in copertina di Playboy nel settembre del 1987 in concomitanza con l'uscita del film.

Dopo di ciò ottenne un buon successo col ruolo di un invasore alieno nelle miniserie televisiva statunitense Something is Out There, che fu seguita da una breve serie (sei episodi) sulla NBC con lo stesso titolo.

Nel 1992 interpretò, con grande successo di critica, il ruolo non protagonista di una pretenziosa ed occhialuta artista nella stravagante commedia britannica a basso costo Leon the Pig Farmer, che ricevette un'accoglienza positiva ai festival cinematografici di Venezia, Londra, Edimburgo e Palm Springs. Da allora ha avuto ruoli secondari in film a basso costo di genere horror o fantasy e in serie televisive come Tales From the Crypt, Red Shoe Diaries e La signora in giallo (Murder, She Wrote) e in film dedicati al mercato home video. Ha interpretato la madre di Keira Knightley nella versione televisiva del 2002 del Il dottor Zivago ed è stata la regina Ecuba nell miniserie candidata all'Emmy Award Helen of Troy. Nel 2005 ha avuto una piccola parte nell'oscuro (ma di buon successo) film francese L'enfer, scritto in collaborazione con Krzysztof Kieslowski e in cui recitavano anche Emmanuelle Béart e Carole Bouquet. Nel 2002 la d'Abo collaborò come autrice al libro Bond Girls Are Forever, un omaggio al ristretto cerchio di attrici che hanno interpretato il ruolo di "Bond girl". Il libro è poi diventato un documentario in DVD con la d'Abo ed altre famose "Bond girl" come Ursula Andress. Il documentario è stato allegato come omaggio al DVD di La morte può attendere (Die Another Day).

Nel novembre del 2003, la d'Abo ha sposato il regista britannico Hugh Hudson (di 24 anni più grande), già autore di Momenti di gloria (Chariots of Fire), che gli valse la candidatura al Premio Oscar, di Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie (Greystoke - The Legend of Tarzan, Lord of the Apes) e di Revolution.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 7583600 · LCCN: no97048525 · GND: 13201422X · BNF: cb13992175n (data)