The Boogeyman (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Marty Wright)
The Boogeyman
Fotografia di The Boogeyman
Nome Martin Wright[1]
Ring name Marty Wright
The Boogeyman
Nightcrawler
Slither
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Phoenix[1]
15 agosto 1964[1]
Residenza Phoenix
Altezza dichiarata 188[1] cm
Peso dichiarato 120[1] kg
Allenatore Ohio Valley Wrestling
Lane Huffman
Booker T
Debutto 25 giugno 2003
Progetto Wrestling

Martin Wright (Phoenix, 15 luglio 1964) è un wrestler statunitense, meglio conosciuto per i suoi trascorsi nella WWE sotto il ring name The Boogeyman.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment (2004–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Tough Enough e Ohio Valley Wrestling (2004–2005)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver inizialmente tentato la carriera di culturista, partecipò al reality show della WWE Tough Enough 4, il cui vincitore si sarebbe guadagnato un posto nella federazione di Stamford. Wright supera le selezioni fino ad arrivare ad essere tra i finalisti. Interrogato però dai dirigenti WWE, ammette di avere 40 anni e non 30 come da lui indicato in precedenza. Viene quindi escluso dal reality, il cui limite di età per partecipare era di 35 anni. I dirigenti della WWE gli offrono però un'altra occasione per entrare nella federazione, passando per la Ohio Valley Wrestling, la federazione "satellite" della WWE. A partire dal mese di luglio 2005 iniziano ad essere mandati in onda sia durante SmackDown! sia durante Raw filmati e scenette raffiguranti Marty Wright con una stranissima gimmick: vestito molto simile a Papa Shango, minaccia i suoi colleghi di "venirli a prendere" con la frase "I'm the Boogeyman and I'm comin' to getcha!!!", terminando il promo spaccandosi una sveglia in testa: è la nascita di Boogeyman.

SmackDown! e rilascio (2005–2006)[modifica | modifica wikitesto]

The Boogeyman debutta sconfiggendo in pochi minuti Simon Dean ad inizio dicembre 2005, dopo averlo terrorizzato nel backstage prima del match. Comincia a ritagliarsi uno spazio sempre più grande durante le edizioni di SmackDown!: alla fine di ogni match, spesso molto breve, Boogeyman prende dei vermi e li mangia. Continua il suo percorso a WWE Friday Night SmackDown! il venerdì successivo al suo debutto, sconfiggendo in brevissimo tempo un jobber; una volta vinto il match, Wright non si limita a mangiare i vermi: dopo averli messi nella propria bocca, li sputa su quella del jobber sconfitto. La settimana successiva inizia la sua prima rivalità, contro Nunzio, sconfiggendolo a SmackDown!. Ad Armageddon fa il suo debutto in un ppv attaccando proprio Nunzio, vestito da folletto di Babbo Natale, e il suo compagno Vito. Sconfigge anche due ex campioni mondiali come John "Bradshaw" Layfield, nel pay-per-view Royal Rumble 2006, e Booker T, a WrestleMania XXII: Booker T e Sharmell lo affrontarono in un 2-on-1 Handicap match ma Boogeyman, dopo aver "baciato" Sharmell con la bocca piena di vermi e averla fatta fuggire, sconfisse il restante Booker con una BoogeyBomb.

Dopo una vittoria in un match contro Orlando Jordan e un'altra in un handicap match contro i The Dicks, Boogeyman è costretto a fermarsi a causa di un infortunio al bicipite sinistro. Al momento dell'allontanamento dal ring, Boogeyman era ancora imbattuto. Il suo contratto con la WWE viene rescisso unilateralmente dalla federazione, che tuttavia poco tempo dopo lo riassume.

Ritorno in WWE (2006–2009)[modifica | modifica wikitesto]

SmackDown! (2006–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Al suo ritorno sugli schermi televisivi, il 27 ottobre 2006, terrorizza The Miz e Kristal, lanciandole dei vermi addosso. Sfida i due in un 2-on-1 Handicap match ma l'incontro finisce in No Contest; la settimana dopo Boogeyman si allea con Layla e sfida in un Tag Team match i suoi avversari, ma si ha lo stesso finale del match precedente. Riuscirà a sconfiggere The Miz il 17 dicembre ad Armageddon, infliggendogli la sua prima sconfitta. Il 22 dicembre, durante una puntata di Smackdown!, dopo aver spaventato il WWE Cruiserweight Champion Gregory Helms, viene annunciato in maniera eccessivamente entusiasta da Tony Chimel, così che Boogeyman decide di attaccarlo e di mettergli dei vermi sulla bocca, costringendolo ad allontanarsi dal ring per un po', passando così, per un breve tempo, dalla parte degli heel.

Dopo questo episodio, Boogeyman interferisce in un match tra Chris Benoit e Finlay, permettendo a Benoit di vincere il match e iniziando così una rivalità con l'irlandese e Little Bastard (che poi cambierà nome in Hornswoggle), ricorrendo all'aiuto di un midget, Little Boogeyman, proprio per contrastare Little Bastard. È Finlay ad aggiudicarsi la vittoria, e a dare a Boogeyman la prima sconfitta a No Way Out. Successivamente si presenta sul ring con una nuova pittura facciale, accompagnata anche dal colore giallo. Poiché Kane aveva cominciato una faida con William Regal e Dave Taylor, Boogeyman si allea con la Big Red Machine e i due riescono a sconfiggere gli inglesi in un tag team match. Durante una puntata di Smackdown! di fine maggio 2007, Boogeyman viene pesantemente sconfitto da Mark Henry, che oltre a gettarlo giù dal ring effettua su Little Boogeyman una World's Strongest Slam; questa fu infatti l'ultima apparizione di Little Boogeyman sul ring.

ECW e abbandono (2007–2009)[modifica | modifica wikitesto]

The Boogeyman è passato dal roster di SmackDown! a quello della ECW in seguito alla draft lottery svoltasi durante la puntata di Raw dell'11 giugno 2007. Debutta quindi in ECW sconfiggendo Matt Striker, ma poco dopo viene sconfitto a sua volta dal difensore di Striker, Big Daddy V, che debutta in ECW proprio attaccando e sconfiggendo Boogeyman.

Dopo più di un anno di assenza durante l'episodio del 7 ottobre della ECW, è stato annunciato a breve il suo ritorno, avvenuto il 13 ottobre a Raw, dove ha spaventato Johnny Knoxville. Boogeyman è tornato in ECW, spaventando The Miz e John Morrison durante un promo. Ha combattuto il suo primo match in ECW battendo uno sconosciuto jobber in pochi istanti. Il 14 agosto riesce a sconfiggere, assieme a CM Punk, John Morrison e Big Daddy V in un tag team match. Dopo aver perso un match contro Kane nell'episodio ECW del 3 marzo è stato licenziato dalla compagnia di Stamford.

Circuito indipendente (2009)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il licenziamento dalla WWE, Wright tornò alla Pro Wrestling Alliance usando la sua gimmick di Boogeyman, e più tardi, con una nuova gimmick chiamato Slither. Lottò nella Northeast Wrestling con il nome di Nightcrawler, sconfiggendo Jake Manning. Wright ha fatto il suo debutto nella Millennium Wrestling Federation (MWF) a Soul Survivor VI il 24 aprile 2010, dove ha sconfitto "il boia" Brian Milonas.

WWE (2012–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 17 dicembre 2012, Boogeyman interviene interrompendo e terrorizzando Booker T (suo ex rivale) in occasione degli Slammy Awards. Entra a sorpresa alla Royal Rumble del 25 gennaio 2015 col numero 7 ma dopo poco viene eliminato da Bray Wyatt.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Pro Wrestling Illustrated

  • Rookie of the Year (2006)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Profilo di Boogeyman, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 13/10/2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling