Martiria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martiria
Paese d'origineItalia Italia
GenereEpic metal
Doom metal
Heavy metal
Rock progressivo
Periodo di attività musicale1987 – 1998
2002 – in attività
EtichettaRocksector Records - Hellion Records
Album pubblicati7
Studio6
Live1
Raccolte0
Sito ufficiale

I Martiria sono un gruppo heavy metal italiano che, pur avendo pubblicato dischi soltanto negli anni 2000, affonda le sue radici negli anni '80.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La band nasce dallo scioglimento degli Stonehenge, verso la metà degli anni '80. In principio era un trio composto da Massimo Di Vincenzo[1] (voce e chitarra), Michele Raspanti (basso) e Alessandro Vitanza (batteria), cui successivamente si aggiunse come unico chitarrista Toni Arcuri. Massimo Di Vincenzo, oltre ad essere il fondare della band, l'ideatore della scritta e del logo dei Martiria (la lettera M trasformata in un grifone alato), era anche il compositore dei brani. All'uscita di Arcuri subentrò l'allora giovanissimo Andy Menario, con il quale il gruppo registrò il primo demo: The Twilight Of Remembrance. Nel 1998, dopo l'uscita di Massimo Di Vincenzo, che lasciò il gruppo per dedicarsi al teatro e alla pubblicazione di un saggio sul canto[2], la band si sciolse.

Nel 2002 il progetto Martiria viene ripreso dal chitarrista e compositore Andy Menario e dal batterista Maurizio Capitini, che pubblicano una seconda demo l'anno successivo. Al termine di un lungo silenzio, il gruppo inizia a pubblicare album a partire dal 2004, virando il proprio genere verso l'epic metal, con vaghe influenze provenienti dai generi doom metal e, ancor più marginalmente, dal progressive.

I testi della band sono scritti da Marco Roberto Capelli, poeta, traduttore e scrittore (già fondatore della rivista letteraria Progetto Babele[3]).

I primi quattro album del gruppo sono stati cantati da Rick Anderson (Warlord).

Nel 2013 la band presenta una line up completamente rinnovata che vede impegnati il già citato Andy Menario, il bassista Derek Maniscalco, il cantante Flavio Cosma e il batterista Vinny Appice, noto per la sua militanza in storiche band quali Black Sabbath, Dio, Kill Devil Hill, Heaven & Hell.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex membri[modifica | modifica wikitesto]

  • Rick Martin Anderson (Warlord) - Voce
  • Federico "Freddy" Giuntoli - Voce
  • Dario Daneluz - Voce
  • Umberto Spiniello - Batteria e Percussioni
  • Michele Raspanti - Basso
  • Maurizio Capitini - Batteria e Percussioni
  • Massimo Di Vincenzo - Voce
  • Alessandro Vitanza - Batteria
  • Toni Arcuri - Chitarra

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 - CD - All Fear the Axeman (Tributo al gruppo Omen, pubblicato dalla label My Graveyard Productions. I Martiria partecipano con una loro versione di Don't Fear the Night)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ItalianMetal.it[collegamento interrotto].
  2. ^ Massimo Di Vincenzo, Sesso, Droga e Rococò. Storia del falsetto dai castrati all'heavy metal., Arcana edizioni, giugno 2014.
  3. ^ Progetto Babele, presentazione del fondatore della rivista

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal