Martiri della guerra civile spagnola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I martiri della guerra civile spagnola sono i sacerdoti, religiosi e i laici cattolici spagnoli che, durante la guerra civile spagnola (1936-1939), furono uccisi a causa della loro fede, e nei quali la Chiesa ha ritenuto di individuare gli elementi caratteristici del martirio cristiano. Alcuni sono stati canonizzati, molti beatificati, la maggior parte nel 2001 (233), nel 2007 (498) e nel 2013 (522).

Il contesto storico[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 aprile 1931 iniziò la seconda repubblica spagnola, con la proclamazione della Repubblica e l'esilio del re Alfonso XIII. In tale circostanza la Chiesa cattolica, con papa Pio XI, aveva invitato i cattolici alla collaborazione con il nuovo governo, nell'interesse della Spagna.

Tuttavia, appena un mese dopo la proclamazione della Repubblica, iniziò una forte ondata di anticlericalismo, con i primi atti di violenza nei confronti di religiosi e laici, anche a causa del malcontento verso l'appoggio che la Chiesa spagnola avrebbe dato ai ceti dominanti, in particolar modo ai latifondisti e, in seguito, al generale Franco. La violenza colpì però indiscriminatamente anche molte persone estranee alle vicende politiche.

Il maggior numero di episodi di violenza si registrarono dopo il 1936, dopo la vittoria del Fronte Popolare spagnolo, formato da socialisti, comunisti e antifascisti sul modello del Fronte Popolare francese. Le violenze si intensificarono tra il 18 luglio 1936 e il 1º aprile 1939, dando origine a una vera e propria persecuzione religiosa, che portò alla distruzione del 70% delle chiese spagnole e all'uccisione di quasi diecimila persone, tra le quali 13 vescovi, 4.184 sacerdoti e seminaristi, 2.365 religiosi, 283 religiose e diverse migliaia di laici di entrambi i sessi, il cui numero è tuttavia impossibile precisare[1].

Le santificazioni[modifica | modifica wikitesto]

San Pedro Poveda Castroverde[modifica | modifica wikitesto]

Pedro Poveda Castroverde era nato a Linares, il 3 dicembre 1874. L'UNESCO ha incluso il suo nome, come umanista e pedagogo, fra le personalità illustri che hanno influito profondamente nello sviluppo della società umana e della cultura mondiale, nel campo dell'educazione e della scienza. Fu ucciso a Madrid il 28 luglio 1936, dopo aver dichiarato ai suoi assassini: “Sono un sacerdote di Cristo”.

Beatificato da Giovanni Paolo II il 10 ottobre 1993; è stato proclamato santo il 4 maggio 2003, nel corso del quinto viaggio in Spagna dello stesso papa, davanti ad una folla di circa un milione di fedeli, radunati nella Plaza de Colón a Madrid.

San Giacomo Ilario (Emanuele) Barbal Cosàn[modifica | modifica wikitesto]

Giacomo Ilario (Emanuele Barbal Cosàn), nato a Enviny il 2 gennaio 1898, fu arrestato nel 1936 dai miliziani della repubblica spagnola mentre camminava per la strada del suo paese di nascita. Dopo essere stato affidato a una famiglia in libertà vigilata, fu trasferito nel carcere di Lérida e poi portato davanti al comitato di Tarragona, che lo internò nella nave-carcere «Mahon». Di fronte al tribunale confermò di essere un fratello religioso delle scuole cristiane, e non un ortolano, come consigliava il suo avvocato. Condannato a morte, fu fucilato in un boschetto il 18 gennaio 1937, ma le prime due scariche di fucile lo lasciarono illeso, facendo fuggire i miliziani spaventati; fu quindi ucciso con un colpo alla tempia dal comandante del plotone di esecuzione[2].

Beatificato da Giovanni Paolo II il 29 aprile 1990, è stato canonizzato il 21 novembre 1999.

Sant'Innocenzo dell'Immacolata (Emanuele) Canoura Arnau[modifica | modifica wikitesto]

Emanuele era nato il 10 marzo 1887 a Santa Cecilia del Valle de Oro, in Galizia. Fu membro dell'ordine dei passionisti e insegnò in vari istituti religiosi, dove in uno questi, appartenente alla congregazione dei fratelli delle scuole cristiane, il 5 ottobre 1934, venne catturato insieme a nove fratelli lasalliani perché creduti nemici del regime e condannato a morte dai rivoluzionari che lo fucilarono, insieme agli altri, il 9 ottobre 1936.

Beatificato da Giovanni Paolo II il 19 aprile 1990, è stato canonizzato il 21 novembre 1999.

Le beatificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le beatificazioni antecedenti al 2001[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1987 e il 1999, Giovanni Paolo II ha beatificato 227 martiri, in più udienze successive:

Le beatificazioni del 2001[modifica | modifica wikitesto]

L'11 marzo 2001 papa Giovanni Paolo II ha beatificato Josè Aparicio Sanz e i 232 compagni martiri di Valencia, appartenenti a 37 diverse diocesi della Spagna. Tra di loro figurano sia religiosi che laici, impegnati in diverse attività apostoliche, uomini e donne di tutte le età e appartenenti a diverse professioni e ceti sociali.

A tutti loro è stato riconosciuto il martirio in odium fidei, cioè l'uccisione per il solo fatto di professare la fede. Tutti morirono perdonando i propri carnefici e mantenendo fede al loro credo[3].

Elenco dei 233 beati[4]
  • Giuseppe Aparicio Sanz, sacerdote, 29 dicembre
  • Ferdinando Gonzalez Añon, sacerdote, 27 agosto
  • Giovanni Ventura Solsona, sacerdote, 17 settembre
  • Giuseppe Ruiz Bruixola, sacerdote, 28 ottobre
  • Raimondo Martì Soriano, sacerdote, 27 agosto
  • Gioacchino Vilanova Camallonga, sacerdote, 29 luglio
  • Enrico Morant Pellicer, sacerdote, 4 ottobre
  • Carmelo Sastre Sastre, sacerdote, 15 agosto
  • Vincenzo Ballester Far, sacerdote, 23 settembre
  • Raimondo Stefano Bou Pascual, sacerdote, 17 ottobre
  • Giuseppe Raimondo Pasquale Ferrer Botella, sacerdote, 24 settembre
  • Enrico Giovanni Requena, sacerdote, 29 dicembre
  • Elia Carbonell Mollà, sacerdote, 2 ottobre
  • Giovanni Carbonell Mollà, sacerdote, 2 ottobre
  • Pasquale Penades Jornet, sacerdote, 15 settembre
  • Salvatore Ferrandis Seguì, sacerdote, 3 agosto
  • Giuseppe Toledo Pellicer, sacerdote, 10 agosto
  • Ferdinando Garcia Sendra, sacerdote, 18 settembre
  • Giuseppe Garcia Mas, sacerdote, 18 settembre
  • Giuseppe Maria Segura Penades, sacerdote, 11 settembre
  • Salvatore Estrugo Solves, sacerdote, 21 agosto
  • Vincenzo Sicluna Hernandez, sacerdote, 22 settembre
  • Vincenzo Maria Izquierdo Alcon, sacerdote, 18 agosto
  • Giuseppe Maria Ferrandiz Hernandez, sacerdote, 24 settembre
  • Francesco Ibañez Ibañez, sacerdote, 19 agosto
  • Giuseppe Gonzalez Huguet, sacerdote, 12 ottobre
  • Giuseppe Fenollosa Alcayna, sacerdote, 27 settembre
  • Felice Yuste Cava, sacerdote, 14 agosto
  • Vincenzo Pelufo Corts, sacerdote, 22 settembre
  • Giuseppe Canet Giner, sacerdote, 4 ottobre
  • Francesco Sendra Ivars, sacerdote, 4 settembre
  • Diego Llorca Llopis, sacerdote, 6 settembre
  • Alfonso Sebastia Viñals, sacerdote, 1º settembre
  • Germano Gozalbo Andreu, sacerdote, 22 settembre
  • Gonzalo Viñes Masip, sacerdote, 10 dicembre
  • Vincenzo Rubiols Castellò, sacerdote, 14 agosto
  • Antonio Silvestre Moya, sacerdote, 8 agosto
  • Raffaele Alonso Gutierrez, laico, 11 agosto
  • Marino Blanes Giner, laico, 21 luglio
  • Giuseppe Maria Corbin Ferrer, laico, 27 dicembre
  • Carlo Diaz Gandia, laico, 11 agosto
  • Salvatore Enguix Gares, laico, 28 ottobre
  • Ismaele Escorihuela Esteve, laico, 8 settembre
  • Giovanni Battista Faubel Cano, laico, 28 agosto
  • Giuseppe Ramón Ferragut Gibres, laico, 24 settembre
  • Vincenzo Galbis Girones, laico, 21 settembre
  • Giovanni Gonga Martinez, laico, 13 novembre
  • Carlo Lopez Vidal, laico, l 6 agosto
  • Giuseppe Medes Ferris, laico, 12 novembre
  • Paolo Melendez Gonzalo, laico, 23 dicembre
  • Giuseppe Perpina Nacher, laico, 19 dicembre
  • Arturo Ros Montalt, laico, 28 agosto
  • Pasquale Torres Lloret, laico, 6 settembre
  • Emanuele Torro Garcia, laico, 21 settembre
  • Giuseppe Maria Zabal Blasco, laico, 8 dicembre
  • Amalia Abad Casasempere, laica, 26 settembre
  • Anna Maria Aranda Riera, laica, 14 ottobre
  • Fiorenza Caerols Martinez, laica, 1º ottobre
  • Maria Climent Mateu, laica, 20 agosto
  • Tarsila Cordoba Belda, laica, 17 ottobre
  • Francesca Cuallado Baixauli, laica, 19 settembre
  • Maria Teresa Ferragud Roig, laica, 25 ottobre
  • Maria Luisa Frias Canizares, laica, 6 dicembre
  • Incarnazione Gil Valls, laica, 24 settembre
  • Maria del Pilar Jorda Botella, laica, 27 settembre
  • Erminia Martinez Amigo, laica, 26 settembre
  • Maria Luisa Montesinos Orduna, laica, 31 gennaio
  • Giuseppa Moscardo Montalva, laica, 22 settembre
  • Maria del Olvido Noguera Abelda, laica, 30 novembre
  • Crescenzia Valls Espi, laica, 27 settembre
  • Maria della Purificazione Vidal Pastor, laica, 21 settembre
  • Carmela Viel Ferrando, laica, 5 novembre
  • Pilar Villalonga Villalba, laica, 11 novembre
  • Maria Sofia Teresa Ximenez Ximenez, laica, 23 settembre
  • Alfonso Lopez Lopez, Sacerdote, 3 agosto
  • Miguel Remon Salvador, Religioso, 3 agosto
  • Modesto Vegas Vegas, Sacerdote, 27 luglio
  • Dionisio Vicente Ramos, Sacerdote, 31 luglio
  • Francisco Remon Jativa, Religioso, 31 luglio
  • Pedro Rivera Rivera, Sacerdote, 1º settembre
  • Pascual Fortuño Almela, Sacerdote, 8 settembre
  • Placido Garcia Gilabert, Sacerdote, 16 agosto
  • Alfredo Pellicer Muñoz, Religioso, 4 ottobre
  • Salvador Mollar Ventura, Religioso, 27 ottobre
  • Jacinto Serrano López, Sacerdote domenicano, 25 novembre
  • Lucio Martínez Mancebo, Sacerdote domenicano, 29 luglio
  • Francisco Calvo Burillo, Sacerdote domenicano, 2 agosto
  • Luis Urbano Lanaspa, Sacerdote domenicano, 25 agosto
  • Antonio López Couceiro, Sacerdote domenicano, 29 luglio
  • Francisco Monzón Romeo, Sacerdote domenicano, 29 agosto
  • Constantino Fernández Álvarez, Sacerdote domenicano, 29 agosto
  • Felicísimo Díez González, Sacerdote domenicano, 29 luglio
  • Rafael Pardo Molina, Cooperatore domenicano, 26 settembre
  • Saturio Rey Robles, Sacerdote domenicano, 29 luglio
  • Gumersindo Soto Barros, Cooperatore domenicano, 29 luglio
  • José Maria Muro Sanmiguel, Sacerdote domenicano, 30 luglio
  • Ramón Peiró Victorí, Sacerdote domenicano, 21 agosto
  • Tirso Manrique Melero, Sacerdote domenicano, 29 luglio
  • Joaquín Prats Baltueña, Novizio domenicano, 30 luglio
  • Santiago Meseguer Burillo, Sacerdote domenicano, 25 novembre
  • Lamberto de Navascués y de Juan, Novizio cooperatore domenicano, 29 luglio
  • José Maria Vidal Segú, Sacerdote domenicano, 26 settembre
  • Manuel Albert Ginés, Sacerdote diocesano, 29 luglio
  • Zósimo Izquierdo Gil, Sacerdote diocesano, 30 luglio
  • Ambrogio da Benaguacil (Luis Valls Matamales), Sacerdote, 26 agosto
  • Aurelio da Vinalesa (José Ample Alcaide), Sacerdote, 28 agosto
  • Bernardo da Lugar Nuevo de Fenollet (José Bleda Grau), Religioso, 4 settembre
  • Bonaventura da Puzol (Julio Esteve Flors), Sacerdote, 26 settembre
  • Enrico da Almazora (Enrique Garcia Beltran), Diacono, 16 agosto
  • Fedele da Puzol (Mariano Climent Sanchís), Religioso, 27 settembre
  • Germano da Carcagente (José Maria Garrigues Hernandez), Sacerdote, 9 agosto
  • Giacomo da Rafelbunol (Santiago Mestre Iborra), Sacerdote, 29 settembre
  • Gioacchino da Albocacer (José Ferrer Adell), Sacerdote, 30 agosto
  • Modesto da Albocacer (Modesto Garcia Marti), Sacerdote, 13 agosto
  • Pacifico da Valencia (Pedro Salcedo Puchades), Religioso, 12 ottobre
  • Pietro da Benisa (Alejandro Mas Ginestar), Sacerdote, 26 agosto
  • Isabella (Josefina Calduch Rovira), Vergine, 14 aprile
  • Maria dei Miracoli (Milagros) Ortelles Gimeno, Vergine, 20 novembre
  • Maria Felicita Masià Ferragud, Vergine, 25 ottobre
  • Maria Jesus (Maria Vincenta Masià Ferragud), Vergine, 25 ottobre
  • Maria Veronica (Maria Joaquina Masià Ferragud), Vergine, 25 ottobre
  • Giuseppa della Purificazione Masia Ferragut
  • Vincenzo Mattia Cabanes Badenas, sacerdote, 30 agosto
  • Ambrogio Maria da Torrente (Salvatore Chulia Ferrandis), sacerdote, 18 settembre
  • Valentino Maria da Torrente (Vincenzo Jaunzaras Gomez), sacerdote, 18 settembre
  • Riccardo Maria da Torrente (José Maria Llopez Mora), professo, 18 settembre
  • Modesto Maria da Torrente (Vincenzo Gay Zarzo), professo, 18 settembre
  • Francesco Maria da Torrente (Giusto Lerma Martinez), professo, 18 settembre
  • Laureano Maria da Burriana (Salvatore Ferrer Cardet), sacerdote, 15 settembre
  • Benito Maria da Burriana (Manuele Ferrer Jorda), professo, 15 settembre
  • Bernardino Maria da Andujar (Paolo Martinez Robles), professo, 15 settembre
  • Gabriele Maria da Benyfayo (Giuseppe Maria Sanchis Mompò), professo, 16 agosto
  • Giuseppe Llosa Balaguer, diacono, 7 ottobre
  • Fiorentino Perez Romero, sacerdote, 23 agosto
  • Urbano Emanuele Gil Saez, professo, 23 agosto
  • Domenico Maria da Alboraya (Agostino Hurtado Soler), sacerdote, 15 agosto
  • Benvenuto Maria da Dos Hermanas (Giuseppe de Miguel Arahal), sacerdote, 1º agosto
  • Leone Maria da Alacuas (Emanuele Legua Martì), sacerdote, 26 settembre
  • Francesco Tomas Serer, sacerdote, 2 agosto
  • Crescenzio Garcia Pobo, sacerdote, 3 ottobre
  • Timoteo Valero Perez, sacerdote, 17 settembre
  • Maria Carmela Garcia Moyon, laica, 30 gennaio
  • Tomás Sitijar Fortiá, Sacerdote, 19 agosto
  • Constantino Carbonell Sempere, Sacerdote, 23 agosto
  • Pedro Gelambert Amer, Religioso, 23 agosto
  • Ramón Grimaltos Monllor, Religioso, 23 agosto
  • Pablo Bori Puig, Sacerdote, 29 settembre
  • Vicente Sales Genovés, Religioso, 29 settembre
  • José Tarrats Comaposada, Religioso, 28 settembre
  • Dario Hernándes Morato, Sacerdote, 29 settembre
  • Narciso Basté Basté, Sacerdote, 15 ottobre
  • Anselmo Simón Colomina, Sacerdote, 29 novembre
  • Juan Bautista Ferreres Boluda, Sacerdote, 29 dicembre
  • Luis Campos Górriz, Laico, 28 novembre
  • José Calasanz Marqués, sacerdote, 29luglio
  • Zacarias Abadia Buesa, chierico, 27 luglio
  • José Batalla Parramon, sacerdote, 4 agosto
  • Jaime Bonet Nadal, sacerdote, 16 agosto
  • José Bonet Nadal, sacerdote, 13 agosto
  • Javier Bordas Pifferer, chierico salesiano, 23 ottobre
  • Francisco Brandes Sanchez, sacerdote, 3 agosto
  • Jaime Buch Canals, coadiutore, 9 dicembre
  • José Caselles Moncho, sacerdote, 27 luglio
  • José Castell Camps, sacerdote, 28 luglio
  • Sergio Cid Pazo, sacerdote, 30 luglio
  • Recaredo De Los Rios Fabrega, sacerdote, 9 dicembre
  • Miguel Domingo Cendra, chierico, 11 agosto
  • Agustin Garcia Calvo, coadiutore, 9 dicembre
  • Eliseo Garcia Garcia, coadiutore, 19 novembre
  • José Gimenez Lopez, sacerdote, 9 dicembre
  • Felipe Hernandez Martinez, chierico, 27 luglio
  • Julio Junyer Padern, sacerdote, 26 aprile
  • Antonio Maria Martin Hernandez, sacerdote, 9 dicembre
  • Juan Martorell Soria, sacerdote, 10 agosto
  • Pedro Mesonero Rodriguez, chierico, 19 agosto
  • Jaime Ortiz Alzueta, coadiutore, 27 luglio
  • José Otin Aquilé, sacerdote, 30 novembre
  • José Rabasa Bentanachs, coadiutore, 4 agosto
  • Angel Ramos Velasquez, coadiutore, 11 ottobre
  • Gil Rodicio Rodicio, coadiutore, 4 agosto
  • Juliàn Rodriguez Sanchez, sacerdote, 9 dicembre
  • Félix Vivet Trabal, chierico, 26 agosto
  • Alvaro Sanjuan Canet, sacerdote, 2 ottobre
  • Maria Amparo Carbonell Munoz, salesiana, 1º settembre
  • Maria Carmen Moreno Benitez, salesiana, 1º settembre
  • Alejandro Planas Saurì, laico, 19 novembre
  • Giovanni Maria della Croce (Mariano Garcia Mendez), sacerdote dehoniano, 23 agosto
  • Leonardo Olivera Buera, sac. dioc, 23 ottobre
  • Ambrosio Leon (Pedro Lorente Vicente), 23 ottobre
  • Florencio Martin (Alvaro Ibanez Lazaro), 23 ottobre
  • Honorato Andrés (Andrés Zorraquino Herrero), 23 ottobre
  • Bertran Francisco (Francisco Lahoz Moliner), 22 novembre
  • Elias Julian (Julian Torrijo Sanchez), 22 novembre
  • Niceta di Santa Prudenzia Plaja Xifra, 24 novembre
  • Paola di Santa Anastasia Isla Alonso, 24 novembre
  • Antonia di San Timoteo Gosens De Ibarra, 24 novembre
  • Daria di Santa Sofia Campillo Paniagua, 24 novembre
  • Erundina di N.S. del Carmine Colino Vega, 24 novembre
  • Maria Consolata del Ss. Sacramento Cunado Gonzalez, 24 novembre
  • Concezione di Sant'Ignazio Odriozola Zabalia, 24 novembre
  • Feliciana N.S. del Carmine, 24 novembre
  • Concezione di Santa Maddalena Rodriguez Fernandez, 24 novembre
  • Giusta dell'Immacolata Maiza Goicoechea, 24 novembre
  • Chiara di N.S. della Speranza Ezcurra Urrutia, 24 novembre
  • Candida di N.S. degli Angeli Cayuso Gonzalez, 24 novembre
  • Elvira della Natività di Nostra Signora Torrentallé Paraire, 19 agosto
  • Rosa di N.S. del Buon Consiglio Pedret Rull, 19 agosto
  • Maria di N.S. della Provvidenza Calaf Miracle, 19 agosto
  • Maria del Ss. Sacramento Desamparados Giner, 19 agosto
  • Francesca di Santa Teresa de Amezua Ibaibarriaga, 19 agosto
  • Teresa della Divin Pastora Chambo Palet, 19 agosto
  • Agata di N.S. delle Virtù Hernandez Amoros, 19 agosto
  • Maria Addolorata di San Francesco Saverio Vidal Cervera, 19 agosto
  • Maria della Neve della Santissima Trinità Crespo Lopez, 19 agosto
  • Ascensione di San Giuseppe Calasanzio Lloret Marco, 23 settembre
  • Purificazione di San Giuseppe Ximenez Ximenez, 23 settembre
  • Maria Giuseppa di Santa Sofia Del Rio Messa, 23 settembre
  • Maria Guadalupe (Maria Francesca) Ricart Olmos, servita, 2 ottobre
  • Maria di Gesù Bambino (Maria Baldillou y Ballet), scolopia, 8 agosto
  • Presentazione della Santa Famiglia (Pascuala Gallén y Marti), scolopia, 8 agosto
  • Maria Luisa di Gesù (Maria Luisa Girón y Romera), scolopia, 8 agosto
  • Maria Carmela di San Filippo Neri (Nazaria Gómez y Lezaun), scolopia, 8 agosto
  • Clemente di San Giovanni Battista (Antonia Riba y Mestres), scolopia, 8 agosto
  • Maria di Gesù (Maria de la Encarnacion de la Yglesia y Varo), scolopia, 19 settembre
  • Maria Addolorata Aguiar*Mella, laica, 19 settembre
  • Consolata Aguiar*Mella, laica, 19 settembre
  • Giuseppina di San Gioanni di Dio Ruano Garcia, H.A.D., 8 settembre
  • Maria Addolorata di Sant'Eulalia Puig Bonany, H.A.D., 8 settembre
  • Rosaria da Soano (Piera Maria Vittoria Quintana Argos), amigoniana, 23 agosto
  • Serafina Maria da Ochovi (Emanuela Giusta Fernandez Ibero), amigoniana, 23 agosto
  • Francesca Saveria da Rafelbunol (Maria Fenollosa Alcayna), amigoniana, 27 settembre
  • Maria del Patrocinio di San Giovanni (Maria Cinta Asuncion Giner Gomis), clarettiana, 13 novembre
  • Francesco da Paola Castello y Aleu, laico, 29 settembre

Le beatificazioni di Benedetto XVI[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 ottobre 2005, in San Pietro, Benedetto XVI ha beatificato i seguenti martiri:

Beati 498 Martiri[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 ottobre 2007, a Roma, il cardinale José Saraiva Martins, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, ha beatificato, su mandato di papa Benedetto XVI, 498 martiri spagnoli, sia religiosi sia laici, appartenenti a diverse diocesi e congregazioni, uccisi "in odium fidei" durante la guerra civile spagnola.

Elenco dei 498 beati[5]
  • Lucas de San José Tristany Pujol;
  • Leonardo José Aragonés Mateu;
  • Apolonia Lizárraga del Santissimo Sacramento e 61 compagni;
  • Bernardo Fabrega Julià;
  • Víctor Chumillas Fernández e 21 compagni;
  • Antero Mateo García e 11 compagni;
  • Cruz Laplana y Laguna e Fernando Español Berdié;
  • Narciso de Esténaga Echevarría e 10 compagni;
  • Liberio González Nombela e 12 compagni;
  • Eusebio del Niño Jesús Fernández Arenillas e 15 compagni;
  • Félix Echevarría Gorostiaga e 6 compagni;
  • Teodosio Rafael e 3 compagni;
  • Buenaventura García Paredes;
  • Miguel Léibar Garay e 40 compagni;
  • Simón Reynés Solivellas e 5 compagni;
  • Prudencia Canyelles i Ginestá;
  • Celestino José Alonso Villar e 9 compagni;
  • Ángel María Prat Hostench e 16 compagni;
  • Enrique Sáiz Aparicio e 62 compagni;
  • Mariano de San José Altolaguirre y Altolaguirre e 9 compagni;
  • Eufrasio del Niño Jesús Barredo Fernández;
  • Laurentino Alonso Fuente, Virgilio Lacunza Unzu e 44 compagni;
  • Enrique Izquierdo Palacios e 13 compagni;
  • Ovidio Bertrán Anucibay Letona, Hermenegildo Lorenzo Sáez Manzanares, Luciano Pablo García García, Estanislao Víctor Corsero Fernández e Lorenzo Santiago Martínez de la Pera y Álava;
  • José María Cánovas Martínez;
  • María del Carmen, Rosa e Magdalena Fradera Ferragutcasas;
  • Avelino Rodríguez Alonso e 103 compagni;
  • Manuela del Corazón de Jesús Arriola Uranga e 22 compagne.

Il 18 dicembre 2011, a Madrid, il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, ha beatificato 23 martiri della guerra civile: un laico e 22 membri della Congregazione dei Missionari Oblati di Maria Immacolata[6].

Elenco dei 23 beati[7]
  • Francisco Esteban Lacal
  • Vicente Blanco Guadilla
  • José Vega Riaño
  • Juan Antonio Pérez Mayo
  • Gregorio Escobar García
  • Juan José Caballero Rodríguez
  • Justo Gil Pardo
  • Manuel Gutiérrez Martín
  • Cecilio Vega Domínguez
  • Publio Rodríguez Moslares
  • Francisco Polvorinos Gómez
  • Juan Pedro Cotillo Fernández
  • José Guerra Andrés
  • Justo González Llorente
  • Serviliano Riaño Herrero
  • Pascual Aláez Medina
  • Daniel Gómez Lucas
  • Clemente Rodríguez Tejerina
  • Justo Fernández González
  • Ángel Francisco Bocos Hernando
  • Eleuterio Prado Villarroel
  • Marcelino Sánchez Fernández
  • Cándido Castán San José, laico

Beatificazioni di papa Francesco[modifica | modifica wikitesto]

522 martiri beatificati a Tarragona nel 2013[modifica | modifica wikitesto]

Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione dei decreti riguardanti il martirio di 522 vittime della guerra civile spagnola. Il rito di beatificazione, presieduto dal cardinale Angelo Amato, è stato celebrato il 13 ottobre 2013, a Tarragona. Il numero dei martiri comprende:

Pedro de Asúa Mendía[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia del 1º novembre 2014, celebrata nella cattedrale di María Inmaculada a Vitoria, presieduta dal cardinale Angelo Amato:

  • Pedro de Asúa Mendía (1890-1936), sacerdote e martire.

Beate martiri della congregazione di Suore di San Giuseppe di Gerona[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia del 5 settembre 2015, celebrata presso la cattedrale di Santa Maria a Girona, presieduta dal cardinale Angelo Amato:

  • Fidela (María Dolores) Oller Angelats (1869-1936), religiosa professa della congregazione delle Suore di San Giuseppe e martire;
  • Facunda (Caterina) Margenat Roura (1876-1936), religiosa professa della congregazione delle Suore di San Giuseppe e martire;
  • Josefa Monrabal Montaner (1901-1936), religiosa professa della congregazione delle Suore di San Giuseppe e martire.

Beati cistercensi di Viaceli e Algemesí[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia del 3 ottobre 2015, celebrata nella cattedrale di Nuestra Señora de la Asunción a Santander, presieduta dal cardinale Angelo Amato:

Beati Martiri Cappuccini della Catalogna[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia del 21 novembre 2015, celebrata nella cattedrale di Barcellona, presieduta dal cardinale Angelo Amato:

  • Federico de Berga (1877-1937) e 25 compagni, martiri.

Beati martiri spagnoli del Patronato di San Giuseppe[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia del 23 aprile, celebrata nella cattedrale di Burgos, presieduta dal cardinale Angelo Amato:

  • Valentín Palencia Marquina (1871-1937), sacerdote, e 4 compagni laici dell'arcidiocesi di Burgos.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vicente Càrcel Ortì, Buio sull'altare. 1931-1939: la persecuzione della Chiesa in Spagna, Città Nuova, 1999
  • Antonio Montero Moreno, Historia de la persecuciòn religiosa en Espana, 1936-1939, Madrid, BAC, 1960, ristampa 1999
  • Martires espanoles del siglo XX, Madrid, BAC, 1995

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]