Martina Rizzelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martina Rizzelli
Rizzelli medaglia oro.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 153 cm
Peso 47 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Volteggio, Parallele asimmetriche
Società Esercito
Carriera
Giovanili
2006-2013
Squadre
2010-2016 Brixia
2016- Esercito
Brixia
Nazionale
2010-2013 Italia Italia juniores
2014- Italia Italia
Palmarès
FISU International University Sport Federation.svg Universiadi
Bronzo Napoli 2019 Squadra
Olympic flag.svg Festival olimpico della gioventù europea
Oro Utrecht 2013 Parallele
Transparent.png Incontro internazionale di Tolone
Oro Tolone 2010 Squadra
Transparent.png Novara cup
Oro Novara cup 2014 squadra
Transparent.png Incontro internazionale di Russelsheim
Argento Russelsheim 2018 Squadra
Dragon on red.svg Trofeo Città di Jesolo
Oro Jesolo 2013 Squadra (jr.)
Argento Jesolo 2013 Parallele (jr.)
Argento Jesolo 2014 Squadra
Argento Jesolo 2015 Squadra
Italy looking like the flag.svg Campionati Italiani Assoluti
Oro Torino 2015 Parallele
Oro Torino 2016 Parallele
Argento Torino 2016 Volteggio
Argento Ancona 2014 Parallele
Transparent.png Golden League
Oro Porto San Giorgio 2014 Squadra
Oro Porto San Giorgio 2015 Volteggio
Argento Porto San Giorgio 2015 Squadra
Argento Porto San Giorgio 2015 Individuale
Argento Porto San Giorgio 2015 Parallele
Transparent.png Serie A
Oro Ancona 2011 Squadra
Oro Bari 2011 Squadra
Oro Ancona 2012 Squadra
Oro Bari 2012 Squadra
Oro Padova 2013 Squadra
Oro Firenze 2014 Squadra
Oro Torino 2014 Squadra
Oro Ancona 2015 Squadra
Oro Milano 2015 Squadra
Oro Firenze 2015 Squadra
Oro Pesaro 2015 Squadra
Oro Rimini 2016 Squadra
Oro Roma 2016 Squadra
Oro Torino 2016 Squadra
Oro Roma 2017 Squadra
Oro Ancona 2017 Squadra
Argento Padova 2011 Squadra
Argento Firenze 2012 Squadra
Argento Padova 2012 Squadra
Argento Padova 2013 Squadra
Argento Desio 2014 Squadra
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 luglio 2019

Martina Rizzelli (Como, 24 marzo 1998) è una ginnasta italiana, membro della Nazionale di ginnastica artistica femminile dell'Italia.

Partecipa, come ginnasta della Brixia Brescia, ai campionati di Serie A1. Da maggio 2016 è caporale dell'Esercito italiano, membro della squadra femminile del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Parte della squadra nazionale che ha partecipato alle olimpiadi di Rio 2016.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Martina Rizzelli comincia la pratica della ginnastica alla Polisportiva Carnini di Fino Mornasco, dove tuttora è allenata da Laura Rizzoli; si allena anche con il tecnico della Brixia Enrico Casella al PalAlgeco.

Nel 2006 partecipa ai campionati regionale, interregionale, e nazionale di categoria Allieve.[1]

Nel 2007 partecipa ai campionati regionale, interregionale, nazionale di categoria Allieve, vincendoli, e ai campionati di serie C2, in cui si classifica al primo posto.[1]

Nel 2009 partecipa ai campionati regionale, interregionale e nazionale di categoria Allieve, vincendo i primi due e ottenendo il 3º posto al nazionale; partecipa anche alla serie C1, vincendola.[1]

Nel 2010 si classifica al secondo posto nel campionato nazionale di Categoria L4, e vince i campionati regionale e nazionale di serie C1. Esordisce in campo internazionale nel mese di giugno, quando, insieme alle compagne Serena Bugani, Elisa Meneghini, Lara Mori e Enus Mariani, partecipa ad un quadrangolare a Tolone con Germania, Svizzera e Francia;[2] con uno stacco di dieci punti dalla seconda classificata (153.400) e di venti punti dalla terza (143.500), l'Italia vince il concorso a squadre con 163.550 punti.[3][1]

Carriera junior[modifica | modifica wikitesto]

2011: Serie A1[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 partecipa alla serie A1, con la Ginnastica Brixia, nella prima tappa e nella seconda tappa ad Ancona e Bari contribuisce alla vittoria della Brixia, nella terza tappa a Padova ottiene il secondo posto con la squadra.[1][4]

2012: Serie A1, Campionati di Categoria[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012, partecipa alla Serie A1 nuovamente con la Brixia, con le compagne Erika Fasana, Greta Carnessali e Vanessa Ferrari. Nella prima tappa ad Ancona vince l'oro[5], partecipa poi alla seconda tappa a Bari dove la Brixia conferma il primo gradino del podio[6] nella terza tappa a Firenze vincono l'argento, così come nell'ultima tappa di serie A a Padova, la Brixia conquista il secondo gradino del podio.

Partecipa poi al campionato di categoria con 50,350 si classifica in quarta posizione dietro ad Alessia Leolini, Lavinia Marongiu e Sofia Bonistalli[7].

2013: Serie A, Trofeo Città di Jesolo, Assoluti, EYOF[modifica | modifica wikitesto]

Partecipa alla prima tappa di Serie A con la Brixia a Padova dove raggiunge il secondo gradino del podio.

Martina fa il suo debutto internazionale nel marzo 2013 alla 6ª edizione del Trofeo Città di Jesolo, vincendo la medaglia d'oro con la nazionale nel concorso Juniores (insieme a: Lavinia Marongiu, Sofia Busato, Sofia Bonistalli, Enus Mariani e Tea Ugrin). Nelle finali di specialità del giorno successivo al volteggio con 13,400 si ferma in quarta posizione dopo Bailie Key, Nicole Terlenghi e Aiko Sughiara, alle parallele vince invece la medaglia d'argento dietro a Enus Mariani e Bailie Key. Si piazza anche al 7º posto nel concorso generale.[8]

Viene poi convocata per gli assoluti di Ancona dove si classifica in quarta posizione nell'all-around dietro a Tea Ugrin, Elisa Meneghini e Giorgia Campana. Si qualifica poi per la finale a parallele che termina in sesta posizione con 12,400 punti.[9]

A luglio 2013 viene convocata, insieme a Lara Mori e Tea Ugrin, a far parte della squadra nazionale per gli EYOF di Utrecht 2013. Il 17 luglio si tiene la finale a squadre: con una gara non eccellente, la squadra italiana chiude quinta. Martina conquista le finali al volteggio e alle parallele: alle parallele vince la medaglia d'oro con 14.150 punti, davanti alla francese Louise Vanhille (13.950) e alla connazionale Tea Ugrin che, con 13.700 punti, ottiene il bronzo; al volteggio chiude ultima, con una media di 13.400 punti (12.900 e 13.900).[10]

Carriera senior[modifica | modifica wikitesto]

2014: Serie A1, Trofeo Città di Jesolo, Europei di Sofia, Assoluti di Ancona, Novara Cup, Golden League, Mondiali di Nanning[modifica | modifica wikitesto]

Il 2014 segna l'ingresso di Martina fra le seniores.

L'8 febbraio partecipa alla prima gara della stagione di Serie A1, con la Brixia: ottiene il secondo miglior punteggio al volteggio (14,500) ed il terzo migliore alle parallele (13,450).[11][12][13]

L'8 marzo, a Torino, seconda tappa del campionato di Serie A, ottiene 14,350 al volteggio e 13,600 alle parallele.[14]

Partecipa poi al Trofeo Città di Jesolo, dove con 54,400 punti si classifica quindicesima nell'all-around, vince poi l'argento con la squadra e ottiene la finale alle parallele dove si ferma in sesta posizione con 13,367 punti.[15]

Il 30 aprile la Rizzelli viene convocata a far parte della squadra senior per gli Europei di Sofia. Nella finale a squadre l'Italia termina al 5º posto. La Rizzelli ottiene 14,400 punti al volteggio e, a causa di due cadute, solo 10,400 alle parallele.[16]

Il 31 maggio partecipa ai Campionati assoluti 2014 svoltisi ad Ancona. Nel concorso individuale ottiene 14,250 al volteggio, 14,000 alle parallele (sua miglior prestazione stagionale), 12,300 alla trave e 12,800 punti al corpo libero: con un totale di 53,250 punti si classifica al quinto posto. Inoltre, si qualifica in finale alle parallele con il secondo punteggio, dietro al 14,400 di Giorgia Campana. Il giorno successivo, con 13,650 punti, sale sul secondo gradino del podio, dietro a Giorgia Campana (13,700).[17]

Partecipa poi alla Novara Cup con Vanessa Ferrari, Erika Fasana, Lavinia Marongiu, Elisa Meneghini, Lara Mori, Sofia Bonistalli e Giorgia Campana. La Rizzelli si classifica sesta nell'all-around e l'Italia con 222,450 punti batte Spagna, Belgio e Svezia.[18]

Alla Golden League di Porto San Giorgio vince l'oro con la squadra, si classifica non nell'all-around, alla finale al volteggio si classifica quinta, e termina invece sesta la finale a parallele e al corpo libero.[19]

Viene poi convocata per i campionati mondiali con Vanessa Ferrari, Erika Fasana, Elisa Meneghini, Lara Mori, Lavinia Marongiu e Giorgia Campana in qualificazione compete al volteggio dove ottiene 14,466, alle parallele ottiene 12,266 e al corpo libero ottiene 11,600. Nella finale a squadre compete solo al volteggio dove raggiunge 14,100 ed aiuta la squadra italiana a raggiungere la quinta posizione.[20]

2015: Serie A, Trofeo Città di Jesolo, Europei di Montpellier, Golden League, Assoluti di Torino, Infortunio[modifica | modifica wikitesto]

Partecipa alle tappe di serie A[21][22][23][24].

Partecipa poi al Trofeo Città di Jesolo con Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Tea Ugrin, Alessia Leolini ed Elisa Meneghini, la squadra italiana vince la medaglia d'argento, partecipa alle finali a parallele e corpo libero che termina entrambe in sesta posizione.[25]

Viene convocata in sostituzione a Enus Mariani agli Europei di Montpellier si qualifica per la finale alle parallele asimmetriche con l'ottavo punteggio, non si qualifica alla finale individuale per la regola "two for country". Rientra però in sostituzione di Vanessa Ferrari, al termine di una gara pulita si classifica al nono posto, a pochi centesimi dalla consegna dei diplomi. Il giorno successivo conclude al quinto posto la finale alle parallele asimmetriche.[26]

Partecipa alla Golden League, dove ottiene un argento di squadra, un oro al volteggio pari merito con Sofia Busato, un argento individuale dietro a Carlotta Ferlito e davanti a Enus Mariani e un argento a parallele dietro ad Enus Mariani.[27]

Partecipa ai campionati assoluti di Torino, dove si classifica quinta nell'all-around, si qualifica poi per la finale alle parallele, dove diventa campionessa italiana precedendo Giada Grisetti e Giorgia Campana[28], poco prima dipartire per i mondiali Martina si infortuna in allenamento[29].

2016: Serie A, Europei di Berna, Campionati Italiani assoluti di Torino, Olimpiadi di Rio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 partecipa alla prima, seconda e quarta tappa di serie A con la Brixia.[30][31]

A Giugno partecipa agli europei di Berna dove ottiene la finale a squadre con un punteggio di 162.128 e individualmente si qualifica alle parallele asimmetriche con un punteggio di 14.166.Nella finale a squadre si piazza quinta con la squadra e nella finale a parallele purtroppo dopo un errore si piazza ottava con 13.366.[32]

A luglio partecipa ai Campionati italiani assoluti dove vince l'argento al volteggio parimerito con Arianna Rocca con 14.200 e riesce a confermare il titolo di campionessa Italiana alle parallele con 14.650 dopo quello conquistato un anno prima sempre a Torino.[33]

Successivamente viene convocata a far parte della squadra che partecipare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 con Carlotta Ferlito, Vanessa Ferrari, Erika Fasana ed Elisa Meneghini, dove nelle qualifiche compete a volteggio 14.533 e alle parallele asimmetriche 14.033 .Purtroppo la squadra Italiana a causa di troppe cadute alla trave deve accontentarsi di 169.396 che non basta a entrare tra le 8 squadre più forti del mondo e quindi non partecipa nella finale a squadre.[34]

2017: Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le olimpiadi torna in gara nella seconda e terza tappa di Serie A dove compete nella seconda solo a parallele, nella terza sia a volteggio che parallele.[35][36]

2018: Incontro internazionale di Russelsheim, Mondiali di Doha, Coppa del Mondo di Cottobus[modifica | modifica wikitesto]

La Rizzelli viene poi convocata per partecipare ad un collegiale in preparazione ai mondiali di Doha, e ad un incontro internazionale in Germania a Russelsheim, ultimo incontro prima dei Mondiali di Doha, insiema a Caterina Cereghetti, Irene Lanza, Sara Ricciardi, Martina Basile e Lara Mori, la squadra italiana vince la medaglia d'argento[37].

La Rizzelli partecipa poi ai mondiali di Doha dove compete solo alle parallele ottenendo 12.800[38]. Decide poi di intraprendere il percorso di coppe del mondo in avvicinamento alle olimpiadi di Tokyo 2020. Partecipa infatti alla Coppa del mondo di Cottobus dove gareggia alle parallele e ottiene 13,266.

2019: Coppe del Mondo, Universiade[modifica | modifica wikitesto]

Partecipa alle prime tre tappe di coppa del mondo di Melbourne, Doha e Baku, dove la Rizzelli centra tutte e tre le volte la finale di specialità a parallele.[39] Viene poi convocata alle Universiadi insieme a Carlotta Ferlito e Lara Mori, compete alle parallele dove ottiene 13,450, aiutando così la squadra italiana a vincere la medaglia di bronzo, poi ottiene la finale alle parallele che termina in quinta posizione con 13,200 punti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Rizzelli Martina, Brixia (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2014).
  2. ^ Femminile vola oltralpe per l'Internazionale, FGI, 23 giugno 2010.
  3. ^ Le ragazzine invincibili che ci invidiano tutti, FGI, 29 giugno 2010.
  4. ^ 3^ Prova di A1 in emergenza!!!, su www.brixiagym.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  5. ^ 3^ Prova di A1 in emergenza!!!, su www.brixiagym.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  6. ^ Grande inizio in A1 per una super BRIXIA!, su www.brixiagym.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  7. ^ Federazione Ginnastica d'Italia - Cerca - Results from #150, su www.federginnastica.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  8. ^ Jesolo - Finali di specialità davvero speciali. Conferme dalla Biles e l'Italdonne c'è!, su www.federginnastica.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  9. ^ Ancona - Marchigiani sugli scudi. Tutti i podi dei Campioni 2013, su www.federginnastica.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  10. ^ Eyof -finali AA: Oro a Gran Bretagna e Russia. Domani le specialità, su www.federginnastica.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  11. ^ Firenze - Classifica Serie A1 GAF (PDF) (pdf), Federazione Ginnastica d'Italia, 8 febbraio 2014.
  12. ^ Ginnastica, Serie A: tutti i podi di giornata. Le migliori sono state, Olimpiazzurra, 8 febbraio 2013.
  13. ^ Ginnastica, Serie A – Firenze, che spettacolo! Tutto il meglio…e non solo, Olimpiazzurra, 9 febbraio 2013.
  14. ^ Ginnastica, Serie A: la Brixia vince! Ferrari da record, super Fasana, sorprese sul podio!, Olimpiazzurra, 8 marzo 2014. URL consultato il 9 marzo 2014.
  15. ^ trofeo città di jesolo, su thegymter.net.
  16. ^ europei, su thegymter.net.
  17. ^ assoluti, su thegymter.net.
  18. ^ (EN) Italy Dominates the 2014 Novara Cup, su The Gymternet, 6 settembre 2014. URL consultato il 2 marzo 2020.
  19. ^ golden league, su thegymter.net.
  20. ^ (EN) Martina Rizzelli, su The Gymternet, 18 dicembre 2014. URL consultato il 2 marzo 2020.
  21. ^ (EN) 2015 1st Serie A Nationale, su The Gymternet, 5 febbraio 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  22. ^ (EN) 2015 2nd Italian Serie A Nationale WAG Results, su The Gymternet, 1º marzo 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  23. ^ (EN) 2015 3rd Italian Serie A National WAG Results, su The Gymternet, 19 marzo 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  24. ^ (EN) 2015 4th Italian Serie A National Results, su The Gymternet, 9 maggio 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  25. ^ (EN) 2015 City of Jesolo Trophy Final Results, su The Gymternet, 28 marzo 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  26. ^ (EN) In-Depth Analysis of Italy at European Championships, su The Gymternet, 8 maggio 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  27. ^ (EN) 2015 Golden League Results, su The Gymternet, 12 settembre 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  28. ^ Torino - Assoluti di Artistica e Trampolino "Trofeo Yomo": Tutte le finali di specialità!, su www.federginnastica.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  29. ^ Jella per Martina Rizzelli: si fa male in allenamento, niente mondiale (I SUOI VIDEO) - Ciao Como, su CiaoComo, 6 ottobre 2015. URL consultato il 2 marzo 2020.
  30. ^ (EN) 2016 1st Italian Serie A National, su The Gymternet, 18 gennaio 2016. URL consultato il 2 marzo 2020.
  31. ^ (EN) Martina Rizzelli, su The Gymternet, 18 dicembre 2014. URL consultato il 2 marzo 2020.
  32. ^ (EN) 2016 European Championships, su The Gymternet, 5 maggio 2016. URL consultato il 2 marzo 2020.
  33. ^ (EN) 2016 Italian Championships Results, su The Gymternet, 13 luglio 2016. URL consultato il 2 marzo 2020.
  34. ^ (EN) 2016 Olympic Games, su The Gymternet, 6 maggio 2016. URL consultato il 2 marzo 2020.
  35. ^ (EN) 2017 2nd Italian Serie A, su The Gymternet, 28 marzo 2017. URL consultato il 2 marzo 2020.
  36. ^ (EN) 2017 3rd Italian Serie A, su The Gymternet, 1º maggio 2017. URL consultato il 2 marzo 2020.
  37. ^ (EN) 2018 Rüsselsheim Friendly Results, su The Gymternet, 13 ottobre 2018. URL consultato il 2 marzo 2020.
  38. ^ (EN) 2018 World Championships Results, su The Gymternet, 6 novembre 2018. URL consultato il 2 marzo 2020.
  39. ^ (EN) Martina Rizzelli, su The Gymternet, 18 dicembre 2014. URL consultato il 2 marzo 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]