Martin Taylor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martin Taylor
Martin Taylor WatfordFC.jpg
Taylor con la maglia del Watford nel 2012.
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 194 cm
Peso 95 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2014 (giocatore)
Carriera
Giovanili
1997-1998 Blackburn
Squadre di club1
1998-2000 Blackburn 9 (0)
2000 Darlington 4 (0)
2000 Stockport County 7 (0)
1998-2004 Blackburn 79 (5)
2004-2007 Birmingham City 59 (0)
2007 Norwich City 8 (1)
2007-2010 Birmingham City 25 (1)
2010-2012 Watford 90 (10)
2012-2013 Sheffield Weds 11 (0)
2013 Brentford 5 (2)
2013-2014 Sheffield Weds 0 (0)
Nazionale
2001 Inghilterra Inghilterra U-21 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Martin Taylor (Ashington, 9 novembre 1979) è un ex calciatore inglese, di ruolo difensore.

È diventato tristemente celebre il 23 febbraio 2008, quando militava tra le fila del Birmingham City, per aver procurato, in uno scontro di gioco, la frattura esposta di tibia e perone dell'attaccante croato dell'Arsenal Eduardo da Silva, ricevendo un cartellino rosso diretto dopo solamente due minuti di gioco. Nel corso di un'intervista post-partita l'allenatore dei Gunners, Arsène Wenger, chiese la squalifica a vita del giocatore, ma ritirò le sue parole il giorno seguente, ammettendo che erano state eccessive. Taylor venne squalificato dal giudice sportivo per tre giornate.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 gennaio 2010, dopo essere rimasto svincolato dal Birmingham City, fu molto vicino al trasferimento alla squadra italiana del Cagliari, poiché fortemente voluto dal presidente Massimo Cellino. Tuttavia decise successivamente di rimanere in Inghilterra. firmando un contratto di due anni con il Watford, squadra militante nel Championship (seconda divisione inglese). Il 2 febbraio seguente debutta con la nuova maglia, nella match vinto per 3-0 contro lo Sheffield United a Vicarage Road. Una settimana più tardi segna il suo primo gol con gli Hornets, nella vittoria per 2-0 sul campo del Bristol City.

Il 31 agosto 2012 si trasferisce allo Sheffield Wednesday, firmando un contratto biennale. Il 10 settembre 2013 passa in prestito al Brentford, con cui gioca cinque partite di campionato, segnando due gol. Al termine della stagione 2013-2014, in cui non ha disputato neanche una partita ufficiale, annuncia il suo ritiro dal calcio giocato.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Blackburn Rovers: 2001-2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]