Martin Donnelly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martin Donnely
Martin Donnelly VW Scirocco R-Cup - 2012.jpg
Donnelly nel 2012
Nazionalità Irlanda del Nord Irlanda del Nord
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1989-1990
Scuderie Arrows
Lotus
Miglior risultato finale 20° (1990)
GP disputati 15 (14 partenze)
 

Hugh Peter Martin Donnelly (Belfast, 26 marzo 1964) è un ex pilota automobilistico nordirlandese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pilota pacato ed introspettivo lontano dalla pista, dopo aver corso in Formula 3 e Formula 3000 inglese, dove vinse 3 gare accreditandosi come uno dei pretendenti al titolo, nel 1988 si aggiudicò il prestigioso Cellnet Award come il più promettente pilota britannico dell'anno, Donnelly fece il salto nella Formula 1 pilotando una Arrows nel 1989. Nel 1990 continuò l'esperienza nella massima categoria motoristica guidando una Lotus, ma dopo una stagione passata senza conquistare punti nonostante promettenti prestazioni, a settembre di quell'anno il pilota nordirlandese incappò in un terribile incidente in prova nel Gran Premio di Spagna a Jerez che ne mise in pericolo la vita, uscendo di strada a 270 Km/h, disintegrando totalmente l'avantreno della propria vettura tanto da esservi sbalzato fuori ancora legato al proprio sedile.

L'incidente causò a Donnelly fratture alle gambe, danneggiamenti agli organi interni e sei settimane di coma: normalmente un tale evento non avrebbe dato scampo al pilota coinvolto, tanto che il Direttore Tecnico della Lotus Frank Dernie successivamente si dichiarò sbalordito della sopravvivenza del proprio pilota ad un tale terrificante schianto, e così si espresse Derek Warwick, uno tra i primi giunti sul luogo dell'incidente: «Nothing can save you with a crash like that, it's the most unbelieveable escape. God must have been smiling on him» («Niente ti può salvare da un incidente come quello, è la più incredibile salvezza. Dio deve avergli sorriso»).

Donnelly uscì miracolosamente vivo da tale schianto, ma fu costretto a terminare prematuramente la propria carriera, continuando però a rimanere nell'ambiente delle corse, come organizzatore di eventi minori e di un team che corre nella Formula Vauxhall.

Risultati in F1[modifica | modifica wikitesto]

1989 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968–1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Arrows A11 12 0
1990 Scuderia Vettura Flag of the United States.svg Flag of Brazil (1968–1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Mexico.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Lotus 102 Rit Rit 8 Rit Rit 8 12 Rit Rit 7 12 Rit Rit NP 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]