Marshmello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marshmello
2016 Open Beatz - Marshmello - by 2eight -DSC 4448.jpg
Marshmello in concerto
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereElectronic dance music
Periodo di attività musicale2015 – in attività
StrumentoDAW, sintetizzatore
EtichettaMonstercat
OWSLA
Joytime Collective
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Marshmello, pseudonimo di Christopher Comstock (Filadelfia, 19 maggio 1992), è un disc jockey, produttore discografico e musicista statunitense. È divenuto famoso per i remix delle canzoni dei Jack Ü[1] e Zedd, per poi collaborare con artisti come Omar LinX[2], Ookay[3], Jauz[4] e Slushii[5]. Nel 2016, il singolo “Alone” è stato inserito dalla casa discografica statunitense Billboard nella loro Hot 100[6].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Marshmello utilizza una maschera a forma di marshmallow ad ogni concerto o evento al quale partecipa. Inoltre veste interamente di bianco per abbinarsi al colore della sua maschera. Il nome deriva dalla maschera che utilizza, infatti Marshmello è un modo alternativo per scrivere marshmallow. Nella creazione del personaggio, prende ispirazione dall’artista deadmau5[7]. Infatti entrambi i loro nomi sono scritti in modo alternativo, ed indossano entrambi una maschera.

Identità[modifica | modifica wikitesto]

Durante un’intervista a Skrillex, viene accidentalmente svelato il suo vero nome, infatti Skrillex risponde ad una telefonata ricevuta da Marshmello usando il nome Chris[8]. Per poter confermare la sua vera identità si ricorre all'utilizzo di indizi precedenti che portano a credere sia stato il dj Dotcom a crearsi una nuova immagine. Questo per vari motivi, tra i quali il dettaglio che le due figure portano lo stesso tatuaggio alla gamba destra. Inoltre il nome di Dotcom è Christopher Comstock, che si abbrevia con Chris. Durante un dj set all'Electric Daisy Festival del 2016, il dj Tiesto indossa gli stessi abiti di Marshmello e inganna gli spettatori inducendoli a pensare che sia lui l’identità celata dietro al misterioso personaggio del dj Marshmello[9][10]. Questo però non era possibile, in quanto le date del tour di Tiësto e di Marshmello non combaciavano.

Genere musicale[modifica | modifica wikitesto]

Marshmello produce un genere di musica che mescola EDM, groove e synth. È diventato famoso grazie al singolo "Alone", il cui video musicale presenta diversi elementi che riconducono al dj Deadmau5, e ai suoi remix di "Beautiful Now" di Zedd e di "Where Are Ü Now" dei Jack Ü.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 Marzo 2015 Marshmello pubblica la sua prima canzone, di nome “WaVeZ”, sulla sua pagina di SoundCloud[11]. Grazie a questo raggiunge prima notorietà e dj come Skrillex, iniziano a pubblicare alcune delle sue tracce come “FinD Me” sulle loro pagine SoundCloud[12]. In seguito alla pubblicazione di quest’ultima traccia, partecipa al Hard Day of The Dead in California, al Pier 94 a New York, al Pomona e al Miami Music Week.

Il successo (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Marshmello in un'esibizione al VELD, 2016

Nel primo mese del 2016, Marshmello decide di pubblicare una raccolta di alcune delle sue precedenti canzoni in un album chiamato “Joytime”. Nella quale include anche il singolo “Keep It Mello” realizzata in collaborazione con il rapper Omar LinX. Quest’ultimo ha come gestore Moe Shalizi di Red Light Management, il quale gestisce altri artisti come Jauz, Slushii e Ookay. L’album è stato pubblicato da Marshmello tramite la sua casa discografica “Joytime Collective” e contiene 10 tracce, tra le quali Keep It Mello e Want U 2 che vengono pubblicate come singoli. L’album riesce ad ottenere il quinto posto nella Billboard Dance/Electronic Albums.

Marshmello debutta per la casa discografica Monstercat con il singolo “Alone” che viene inserita nell’album compilation chiamato Cataclysm. In seguito, il 3 Giugno, viene annunciato l’inizio di una competizione per il miglior remix del singolo “Alone”. Al vincitore del torneo, il duo MRVLZ, viene data la possibilità di pubblicare il remix nella casa discografica Monstercat e di suonare un dj set di apertura al Camp Bisco. Il 2 Luglio Marshmello pubblica su YouTube il video ufficiale della canzone “Alone”[13] che conta più di 800 milioni di visualizzazioni.

Il 19 giugno 2016 Marshmello si è esibito all'Electric Daisy Carnival a Las Vegas dove il DJ olandese Tiësto, che indossava gli stessi indumenti del presunto DJ americano, si è tolto il casco dopo essersi presentato sul palco, fingendo così di essere lui il vero Marshmello.[14] Il seguito è stato svelato dai fan e dai media che l'esibizione di Tiësto era stata solamente una trovata pubblicitaria dato che è stata scoperta una foto dei due DJ mascherati prima dello show.[15][16][17]

Il 20 Agosto Marshmello annuncia per la prima volta le date e luoghi del tour chiamato “Ritual Tour”[18]. Il tour comprende tappe in diverse nazioni come Stati Uniti, Sud Corea, Cina, India e Paraguay a partire dal 30 settembre e fino al 21 gennaio 2017. La canzone “Ritual”[19], con il cantautore americano Wrabel, permette a Marshemello di debuttare per la casa discografica di Skrillex chiamata OWSLA. In seguito al successo, pubblica su YouTube il video musicale della canzone che conta più di 50 milioni di visualizzazioni. Decide di fondare la propria casa discografica di nome “Joytime Collective”[20] e il primo artista che ingaggia è Slushii.

Love U e altri progetti (2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 Febbraio pubblica la prima traccia dell’anno intitolata “Chasing Colors”, una collaborazione con il dj Ookay e con la cantante Noah Cyrus. Il mese dopo pubblica un'altra traccia in collaborazione con “Slushii” intitolata “Twinbow”. Il 5 maggio Marshmello pubblica il suo terzo singolo dell’anno intitolato “Moving On”[21]. Non è la prima volta che i suoi fan sentono la canzone, infatti due anni prima aveva fatto uscire un’anteprima di questa canzone su Twitter. Sempre su Twitter, l’8 luglio annuncia l’uscita di una nuova traccia in collaborazione con il cantante americano di hip-hop, conosciuto come Blackbear. Per dimostrare l’affetto per i suoi fan, Marshmello pubblica il 28 luglio una traccia intitolata “Love U”[22]. In solo 12 mesi dalla prima comparsa nel mondo dell’EDM, Marshmello è riuscito a guadagnare 21 milioni di dollari. Questo, secondo una lista creata da Forbes, gli permette di entrare nella classifica dei 10 DJ più pagati nel 2017[23]. L’11 Agosto, annuncia su Twitter l’uscita del suo nuovo singolo in collaborazione con il cantante Khalid intitolato “Silence”[24]. La canzone entra nella Top 200 di 28 paesi e nella classifica di Worldhit. Il 25 Ottobre Marshmello pubblica la traccia commerciale dell’anno insieme a Selena Gomez. Il titolo della canzone è “Wolves”[25] ed entra nella top 10 di più di 20 paesi e riesce a vendere più di 5 milioni di copie pochi mesi. Nello stesso anno collabora con i Migos nel singolo Danger, brano estratto dalla colonna sonora del film Bright. Il 20 ottobre pubblica, tramite la sua casa discografica “Joytime Collective”, l’ultimo singolo dell’anno intitolato “You & Me”, il cui video ufficiale viene visto da più di 20 milioni di persone su YouTube.

Fly (2018-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Marshmello all'Airbeat One, 2018

A causa dell’improvvisa morte del rapper Lil Peep, Marshmello, per desiderio della madre del rapper, pubblica la loro collaborazione “Spotlight” il 12 Gennaio, iniziata a novembre dell'anno precedente e mai terminata. Il 9 febbraio pubblica per la sua etichetta discografica il nuovo singolo intitolato “Friends” in collaborazione con Anne-Marie. Lo stesso giorno viene pubblicato anche il video del testo della canzone. Il 2 marzo pubblica la nuova traccia intitolata Everyday realizzata insieme al rapper americano Logic[26]. L'8 marzo, per l'occasione per i 11 milioni di iscritti sul suo canale YouTube, pubblica il singolo Fly con l'accompagnamento vocale della cantautrice Leah Culver.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 il personaggio di Marshmello viene candidato per il premio International Dance Music Awards nella categoria Best Break e per il DJ Mag’s Top 100 Djs[27]. Tra questi vince solo il secondo, collocandosi al numero 28 nel mondo. L’anno successivo, Marshmello e due delle sue canzoni vengono candidate per altri sette premi. Marshmello viene candidato per il Best New Talent dei WDW Radio Awards, per il Woodie to Watch dei mtvU Woodie Awards e per il New Artist Of the Year degli Electronic Music Awards[28]. Il suo singolo Alone viene candidato per il Best Trending Track dei WDW Radio Awards e per il Best Dance Track dei Radio Disney Music Awards. Il suo remix di Alarm[29] viene candidato per il Best Trap remix e per il Best Use of Vocal, entrambi dei Remix Awards. Delle sette nomination, Marshmello vince solo il premio Best Use of Vocal.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015: Wavez
  • 2015: Pr0
  • 2015: Blocks
  • 2015: Wrong
  • 2015: Find Me
  • 2015: Show You
  • 2015: Want U 2
  • 2015: Summer
  • 2015: Take It Back
  • 2015: Know Me
  • 2015: Invincible
  • 2015: Home
  • 2015: Bounce
  • 2015: Keep It Mello (feat. Omar LinX)
  • 2016: Colour
  • 2016: Alone
  • 2016: Ritual (feat. Wrabel)
  • 2016: Magic (con JAUZ)
  • 2016: Freal Luv (con Far East Movement; feat. Chanyeol & Tinashe)
  • 2017: Twinbow (con Slushii)
  • 2017: Chasing Colors (con Ookay; feat. Noah Cyrus)
  • 2017: Moving On
  • 2017: Love U
  • 2017: Silence (feat. Khalid)
  • 2017: You & Me
  • 2017: Wolves (con Selena Gomez)
  • 2017: Danger (con Migos)
  • 2018: Spotlight (con Lil Peep)
  • 2018: There x2 (con Slushii)
  • 2018: Everyday (con Logic)
  • 2018: Fly (feat. Leah Culver)
  • 2018: Friends (con Anne-Marie)
  • 2018: You Can Cry (con Juicy J; feat. James Arthur)
  • 2018: Tell Me
  • 2018: Check This Out
  • 2018: Happier (con Bastille)

Remix[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016: Alone
  • 2016: Ritual
  • 2017: Summer (con la partecipazione di Lele Pons)
  • 2017: Keep It Mello
  • 2017: Moving On
  • 2017: Find Me
  • 2017: Silence
  • 2017: ''Wolves'' (Sia quello ufficiale che quello verticale)
  • 2017: You & Me
  • 2017: Blocks
  • 2017: Danger
  • 2017: Take It Back
  • 2018: ''FRIENDS'' (sia quello ufficiale che quello alternativo)
  • 2018: ''Fly''
  • 2018: Everyday
  • 2018: Spotlight
  • 2018: Tell me (vale anche per la versione solo con il brano)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Where Are Ü Now (with Justin Bieber) (Marshmello Remix). URL consultato il 4 aprile 2018.
  2. ^ KeEp IT MeLLo Feat. Omar LinX. URL consultato il 4 aprile 2018.
  3. ^ Marshmello x Ookay- Chasing Colors ft Noah Cyrus, su SoundCloud. URL consultato il 4 aprile 2018.
  4. ^ Jauz x Marshmello - Magic (Original Mix). URL consultato il 4 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Who Is Behind Marshmello’s New Protégé, Slushii?, in Your EDM, 20 febbraio 2016. URL consultato il 4 aprile 2018.
  6. ^ Marshmello, in Billboard. URL consultato il 4 aprile 2018.
  7. ^ (IT) Deadmau5 vs. Marshmello, continua la guerra - Dj Mag Italia, su www.djmagitalia.com. URL consultato il 4 aprile 2018.
  8. ^ (EN) Natalie Robehmed, Unmasking Marshmello: The Real Identity Of The $21 Million DJ, in Forbes. URL consultato il 4 aprile 2018.
  9. ^ (EN) Marshmello Trolls Everyone At EDC Las Vegas By Revealing His "True Identity" [VIDEO], in Your EDM, 20 giugno 2016. URL consultato il 4 aprile 2018.
  10. ^ Watch Tiësto Trick EDC Las Vegas Attendees Into Thinking He's Marshmello, in Billboard. URL consultato il 4 aprile 2018.
  11. ^ WaVeZ (Original Mix). URL consultato il 4 aprile 2018.
  12. ^ (EN) Who is Marshmello? An in-depth look at electronic music's newest mystery - Dancing Astronaut, su Dancing Astronaut, 26 giugno 2015. URL consultato il 30 luglio 2016.
  13. ^ Alone (Original Mix). URL consultato il 4 aprile 2018.
  14. ^ Matthew Meadow, Marshmello Trolls Everyone At EDC Las Vegas By Revealing His "True Identity" [VIDEO], su Your EDM, 20 giugno 2016. URL consultato il 13 agosto 2016.
  15. ^ Watch Tiësto Trick EDC Las Vegas Attendees Into Thinking He's Marshmello, su billboard.com. URL consultato il 13 agosto 2016.
  16. ^ Your EDM Staff, Marshmello Posts Helmet-Less Picture On Instagram & Deletes It Immediately [SCREENSHOT], su Your EDM, 22 luglio 2016. URL consultato il 13 agosto 2016.
  17. ^ (EN) Tiësto trolls EDC into believing he's Marshmello - Dancing Astronaut, su Dancing Astronaut, 20 giugno 2016. URL consultato il 13 agosto 2016.
  18. ^ marshmello on Twitter, in Twitter. URL consultato il 4 aprile 2018.
  19. ^ Ritual (feat. Wrabel). URL consultato il 4 aprile 2018.
  20. ^ itunes.apple.com, https://itunes.apple.com/ca/album/monstercat-027-cataclysm/id115394879.
  21. ^ Marshmello - Moving On (Original Mix). URL consultato il 4 aprile 2018.
  22. ^ LoVe U (Original Mix). URL consultato il 4 aprile 2018.
  23. ^ panorama.it, https://www.panorama.it/musica/10-deejay-piu-pagati-al-mondo-nel-2017-secondo-forbes/.
  24. ^ Marshmello - Silence Ft. Khalid. URL consultato il 4 aprile 2018.
  25. ^ Selena Gomez, su SoundCloud. URL consultato il 4 aprile 2018.
  26. ^ Marshmello & Logic - EVERYDAY. URL consultato il 4 aprile 2018.
  27. ^ djmag.com, https://djmag.com/marshmello/2017/.
  28. ^ The Chainsmokers, Justice, Eric Prydz & More Nominated for 2017 Electronic Music Awards, in Billboard. URL consultato il 4 aprile 2018.
  29. ^ Anne Marie - Alarm (Marshmello Remix). URL consultato il 4 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]