Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Maroun Elias Nimeh Lahham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maroun Elias Nimeh Lahham
arcivescovo della Chiesa cattolica
BISHOP-maroun-lahham.jpg
Mons. Lahham, il 30 ottobre 2005, mentre prende possesso della cattedrale di Tunisi.
CoA Archbishop Maroun Lahham.png
Ut cognoscant te
Titolo Medaba
(titolo personale di arcivescovo)
Incarichi ricoperti Vescovo ausiliare di Gerusalemme dei Latini
Vicario patriarcale per la Giordania
Vescovo di Tunisi
Arcivescovo di Tunisi
Presidente della Conferenza Episcopale Regionale del Nordafrica
Nato 20 luglio 1948 (69 anni) ad Irbid
Ordinato presbitero 24 giugno 1972 dal patriarca Giacomo Giuseppe Beltritti
Nominato vescovo 8 settembre 2005 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo 2 ottobre 2005 dal patriarca Michel Sabbah
Elevato arcivescovo 22 maggio 2010 da papa Benedetto XVI

Maroun Elias Nimeh Lahham (in arabo: مارون لحّام‎, Mārūn Laḥḥām; Irbid, 20 luglio 1948) è un arcivescovo cattolico giordano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ordinato sacerdote il 24 giugno 1972, è stato rettore del seminario patriarcale latino di Beit Jala, presso Gerusalemme.

L'8 settembre 2005 è stato eletto vescovo di Tunisi e, il successivo 2 ottobre, ha ricevuto, nella chiesa del seminario di Beit Jala, la consacrazione episcopale dalle mani del patriarca di Gerusalemme dei Latini Michel Sabbah, avendo per co-consacranti Fouad Twal, arcivescovo coadiutore di quest'ultimo, e Pietro Sambi, arcivescovo titolare di Belcastro, nunzio apostolico in Israele e delegato apostolico per Gerusalemme e Palestina.

Ha fatto ufficialmente il suo ingresso a Tunisi domenica 30 ottobre 2005.

Il 22 maggio 2010, avendo papa Benedetto XVI elevato la diocesi di Tunisi ad arcidiocesi, è stato innalzato alla dignità arcivescovile.

Il 19 gennaio 2012 è stato trasferito alla sede titolare vescovile di Medaba, mantenendo il titolo di arcivescovo, e nominato all'ufficio di vescovo ausiliare di Gerusalemme dei Latini con l'incarico di vicario patriarcale per la Giordania. Il 4 febbraio 2017 papa Francesco ha accettato la sua rinuncia all’ufficio di vescovo ausiliare.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore di Grazia Ecclesiastica del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Grazia Ecclesiastica del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Tunisi Successore BishopCoA PioM.svg
Fouad Twal 8 settembre 2005 - 22 maggio 2010 -
Predecessore Arcivescovo di Tunisi Successore Archbishop CoA PioM.svg
- 22 maggio 2010 - 19 gennaio 2012 Ilario Antoniazzi
Predecessore Presidente della Conferenza Episcopale Regionale del Nordafrica Successore Mitra heráldica.svg
Vincent Landel, S.C.I. di Béth. gennaio 2012 - novembre 2012 Vincent Landel, S.C.I. di Béth.
Predecessore Vescovo titolare di Medaba
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Károly Gombos dal 19 gennaio 2012 in carica
Predecessore Vicario patriarcale di Gerusalemme dei Latini per la Giordania Successore BishopCoA PioM.svg
Salim Sayegh 19 gennaio 2012 - 4 febbraio 2017 William Hanna Shomali
Controllo di autorità VIAF: (EN36897268 · ISNI: (EN0000 0000 6147 1472 · GND: (DE1024993930