Mario Sesti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mario Sesti (Messina, 11 maggio 1958) è un regista, giornalista e critico cinematografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mario Sesti è laureato in filosofia.

Alla metà degli anni 80 ha insegnato filosofia al Liceo-Ginnasio "Goffredo Mameli" di Roma.

Mario Sesti è stato uno degli organizzatori del primo festival del cinema di Roma 2006, tenutosi nella capitale dal 13 al 21 ottobre 2006, in qualità di coordinatore del comitato scientifico e responsabile della sezione Il lavoro dell'attore.[1]

Nel 2003, tra i suoi lavori principali si ricordano il film L'ultima sequenza (sul "finale alternativo" del film di Federico Fellini [2]) e i suoi saggi cinematografici su Pietro Germi, Nanni Moretti, Mimmo Calopresti, e Jane Campion[3].

Critico e giornalista cinematografico, autore di film documentari, è collaboratore di La Repubblica e Ciak. È tra i direttori artistici della Festa del Cinema di Roma (responsabile delle sezioni “Extra”, “Incontri” e “Il lavoro dell'attore”). Per 13 anni Sesti ha lavorato a L'Espresso come giornalista e cronista cinematografico. Ha scritto libri e monografie su Nanni Moretti, il Nuovo Cinema Italiano, il cinema poliziesco e su Pietro Germi (Tutto il cinema di Pietro Germi, pubblicato da [[Baldini e Daniele Sesti Castoldi]], con il quale ha vinto in Italia il premio di “miglior libro di cinema dell'anno” nel 1987[4]. Nel 2006 ha vinto con un altro libro, pubblicato da Feltrinelli, In quel film c'è un segreto, il premio Diego Fabbri, per il miglior libro di cinema[5].

Suoi film documentari sono stati proiettati al Festival di Cannes, al MoMA di New York, all'Università di Princeton, al Festival di Locarno, al Torino film festival, al Museo Guggenheim di New York. Molte di queste opere sono state programmate da Rai Tre, Raisat Cinema, Tele +, Mediaset, la Sette: nel 2003 un suo film-inchiesta sul finale perduto di 8 1/2 di Fellini (L'ultima sequenza) è stato selezionato dal Festival di Cannes, proiettato a New York, Seattle, San Paolo, Londra, Monaco, Budapest, San Francisco, Los Angeles e in tutta Italia[6]. Dal 1998 fino al 2000 è stato responsabile del progetto CINEMA FOREVER, per il quale ha curato il restauro di Un maledetto imbroglio, La dolce vita, , Umberto D., I vitelloni, Lo sceicco bianco, Francesco giullare di Dio (fra gli altri). Nel 2005 un suo film documentario su Pasolini (La voce di Pasolini, realizzato insieme a Matteo Cerami con voce narrante di Toni Servillo) è stato scelto dalla collana Real Cinema e distribuito nelle librerie Feltrinelli[7].

È stato direttore artistico del Festival cinema &/è lavoro di Terni e dal 2004 cura le retrospettive del Terra di Siena film festival[8].

Ha coordinato un laboratorio di critica cinematografica per studenti della laurea magistrale, presso il polo DAMS di Roma Tre. Attualmente tiene un corso all'Accademia nazionale d'arte drammatica "Silvio D'Amico" di Roma. Nel 2009 è componente della Giuria per l'assegnazione dell'Alabarda d'oro, premio "Città di Trieste" della sezione speciale "Cinema".

Dal 2012 Mario Sesti è direttore editoriale del Taormina Film Fest[9][10]. Nel 2015, dopo 3 anni, lascia la direzione del festival cinematografico italiano[11].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 : Il cinema di Pietro Germi
  • 2001 : L'ultimo Bacio (di Mario Sesti e Gabriele Muccino)
  • 2003 : Otto e mezzo. Il viaggio di Fellini (di Mario Sesti e Andrea Crozzoli)
  • 2006 : In quel film c'è un segreto
  • 2015 : Che cos'è il cinema

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ romacinemafest.org[collegamento interrotto]
  2. ^ L'Ultima Sequenza su Cineuropa
  3. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Mario Sesti | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  4. ^ In quel film c'è un segreto, su www.feltrinellieditore.it. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  5. ^ Caserta Film Commission[collegamento interrotto]
  6. ^ (IT) L’ultima sequenza: le immagini mai viste di Fellini 8 ½ | Sentieri nel Cinema, su www.sentierinelcinema.it. URL consultato il 12 febbraio 2018.
  7. ^ Mario Sesti, su L’Huffington Post. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  8. ^ (EN) Tao Film Fest: arriva Sesti - BlogTaormina, in BlogTaormina, 17 aprile 2012. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  9. ^ Mario Sesti nominato direttore editoriale del Taormina Film Fest - CinemaItaliano.info, su www.cinemaitaliano.info. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  10. ^ (IT) Mario sesti È il nuovo direttore del taormina film festival - Film 4 Life - Curiosi di Cinema, in Film 4 Life - Curiosi di Cinema, 11 maggio 2012. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  11. ^ Mario Sesti lascia la direzione editoriale del TaorminaFilmFest, in Tempostretto - quotidiano online di Messina e provincia. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  12. ^ Mario Sesti filmografia, su ComingSoon.it. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  13. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Fiamme di Gadda. A spasso con l'ingegnere (2012), su mymovies.it. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  14. ^ (IT) "Fiamme di Gadda. A spasso con l'ingegnere" L'omaggio allo scrittore nel film di Mario Sesti - Spettacoli Repubblica, in Spettacoli - La Repubblica, 16 maggio 2013. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  15. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Filmografia Mario Sesti | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato l'11 febbraio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9872665 · ISNI (EN0000 0000 3737 1500 · SBN IT\ICCU\CFIV\014175 · LCCN (ENn87849453 · GND (DE118017179 · BNF (FRcb12081331f (data)