Mario Rossi (direttore d'orchestra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Rossi

Mario Rossi (Roma, 29 marzo 1902Roma, 29 giugno 1992) è stato un direttore d'orchestra italiano, noto in particolare in campo operistico e per la lunga attività alla guida dell'Orchestra Sinfonica della RAI di Torino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò a Roma, composizione con Ottorino Respighi e direzione d'orchestra con Giacomo Setaccioli, diplomandosi nel 1925. Subito dopo ottenne il posto di direttore assistente di Bernardino Molinari. Fu in seguito direttore stabile del Maggio Musicale Fiorentino dal 1937 al 46, debuttando nell'Iris di Pietro Mascagni e dirigendo l'anno seguente la prima esecuzione di Antonio e Cleopatra di Gian Francesco Malipiero.

Apparve in Italia nella maggior parte dei teatri d'opera con pressoché tutto il repertorio del melodramma italiano, contribuendo alla riscoperta di opere dimenticate, come Il filosofo di campagna di Baldassare Galuppi, Il ritorno di Ulisse in patria di Claudio Monteverdi, La buona figliuola di Niccolò Piccinni.

Dal 1946 al 1969 fu direttore stabile dell'Orchestra nazionale della RAI di Torino conducendola a una caratura internazionale, testimoniata da tournée a Bruxelles (1950), Vienna (1951), Salisburgo (1952) e da diverse incisioni discografiche: tra le più rilevanti Il matrimonio segreto, Il barbiere di Siviglia, Don Pasquale, Un ballo in maschera, Otello, Falstaff.

Discografia selettiva[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Warrack, Harold Rosenthal, Guide de l'opéra, a cura di Roland Mancini, Jean-Jacques Rouveroux, Fayard, 1995, ISBN 978-2-213-59567-2.
Controllo di autorità VIAF: (EN117166560 · LCCN: (ENn82063128 · SBN: IT\ICCU\LO1V\210556 · ISNI: (EN0000 0001 2148 687X · BNF: (FRcb138991995 (data)