Mario Mazzoleni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mario Mazzoleni
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Bergamo
Professione Gallerista d'arte
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2004-2006 Serie A e B Arbitro

Mario Mazzoleni (Bergamo, 1º agosto 1971) è un ex arbitro di calcio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bergamo, risiede ad Alzano Lombardo dove gestisce una Galleria d'arte contemporanea[1]. È stato arbitro di calcio sino al 2006, disputando quasi 200 gare nelle serie professionistiche[1]. È stato opinionista per la trasmissione Qui studio a voi stadio in onda su Telelombardia e Antennatre[1].

È fratello di Paolo Silvio Mazzoleni, anch'egli arbitro di calcio.

Carriera arbitrale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Serie A il 22 settembre 2004 nella partita Reggina-Livorno[2]. È stato dismesso dalla CAN A e B al termine della stagione 2005-2006. Secondo quanto riportato da Mazzoleni in un'intervista a Striscia la notizia, la sua dismissione sarebbe stata causata dalle lamentele del presidente della Lazio Claudio Lotito a seguito un discusso arbitraggio nella partita Lazio-Cagliari[3].

Ha diretto in carriera 6 partite nella massima serie e 32 in serie B[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Biografia sul sito LeganordAlzano.
  2. ^ Reggina-Livorno a Mario Mazzoleni Archiviato il 27 agosto 2017 in Internet Archive. L'Eco di Bergamo, 20 settembre 2004.
  3. ^ Mazzoleni: "Fu corretto il referto" Gazzetta dello Sport 28 settembre 2006.
  4. ^ Statistiche su FullSoccer.com Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. Nota bene: sono da escludere dal conteggio le presenze nella stagione 2009-2010 erroneamente attribuite a lui anziché al fratello Paolo Mazzoleni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]