Mario Lago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mario Lago

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 22 dicembre 1928 –
5 agosto 1943
Legislature XXVII, XXVIII, XXIX, XXX
Incarichi parlamentari
  • Membro ordinario della Commissione d'accusa dell'Alta Corte di Giustizia (29 agosto 1937 - 2 marzo 1939, 17 aprile - 21 dicembre 1939)
  • Segretario della Commissione degli affari dell'Africa italiana (17 aprile 1939 - 25 gennaio 1941)
  • Membro supplente della Commissione d'istruzione dell'Alta Corte di Giustizia (25 gennaio 1940 - 5 agosto 1943)
  • Membro della Commissione delle Forze Armate (25 gennaio 1941 - 5 agosto 1943)
Sito istituzionale

Governatore delle Isole Italiane dell'Egeo
Durata mandato 16 novembre 1922 –
27 novembre 1936
Predecessore Carica istituita
Successore Cesare Maria De Vecchi

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università di Genova
Professione diplomatico

Mario Lago (Savona, 25 settembre 1878Capri, 27 aprile 1950) è stato un diplomatico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario del paese cuneese di Peveragno[1], diplomatico di carriera, è stato il primo rappresentante italiano (incaricato d'affari) presso la neo costituita Repubblica cecoslovacca, con funzioni di ambasciatore (1919-1920).

È stato Governatore del Dodecaneso e, in seguito, delle Isole Italiane dell'Egeo, dal 1922 al 1936, caratterizzandosi per una politica lungimirante e rispettosa dell'identità etnica e culturale degli abitanti della colonia e per un grande piano di opere pubbliche a Rodi e nelle altre isole.

In suo onore venne edificata la nuova città di Portolago, base della Regia Marina nell'isola di Lero ed il villaggio agricolo di Peveragno Rodio, centro di insediamento di coloni italiani.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
— 17 gennaio 1907
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 29 dicembre 1912
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
— 11 gennaio 1914
Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 4 giugno 1914
Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 8 giugno 1919
Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 6 agosto 1922
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 2 giugno 1924
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 10 agosto 1925
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Gregorio Magno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Gregorio Magno
«Governatore delle Isole dell'Egeo»
— 14 novembre 1931
Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 14 gennaio 1932

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Peveragno nel mondo Archiviato il 28 gennaio 2012 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

dodecaneso.org

Controllo di autoritàVIAF (EN313404731 · ISNI (EN0000 0004 4246 2422 · BNF (FRcb16934226c (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie