Mario Fiandri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Fiandri, S.D.B.
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
Titolo Madarsuma
Incarichi attuali Vicario apostolico di El Petén
Nato 8 dicembre 1947 (70 anni) ad Arborea
Ordinato presbitero 10 agosto 1974
Nominato vescovo 10 febbraio 2009 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo 21 marzo 2009 dal cardinale Rodolfo Quezada Toruño

Mario Fiandri (Arborea, 8 dicembre 1947) è un vescovo cattolico italiano, nominato vicario apostolico del Dipartimento di Petén.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato nella Società Salesiana, ha emesso la prima professione il 10 dicembre 1963 e la professione perpetua il 13 agosto 1969. Tra il 1966 e il 1969 ha frequentato il Pontificio Ateneo Salesiano, conseguendovi la licenza in filosofia. È stato ordinato sacerdote ad Arborea il 10 agosto 1974.

Inviato come missionario in America centrale, ha ricoperti diversi incarichi nell'Ispettoria salesiana del Centro America: è stato consigliere scolastico presso l'Istituto Filosofico Salesiano del Guatemala, vicario e poi direttore del Centro Giovanile "Don Bosco" di Managua, in Nicaragua, direttore e vicario presso la parrocchia della Divina Providencia, a Città del Guatemala, parroco del Santuario Don Bosco, direttore della comunità dell'Istituto Teologico Salesiano, e infine, preside scolastico del teologato salesiano di Guatemala dove è stato anche professore di Sacra Scrittura.

Tra il 1994 e il 1996 ha conseguito la licenza in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma.

Il 10 febbraio 2009 è stato nominato da papa Benedetto XVI vicario apostolico del Petén e vescovo titolare di Madarsuma[1]; è stato consacrato il 21 marzo successivo dal cardinale Rodolfo Quezada Toruño, co-consacranti il cardinale Oscar Andrés Rodríguez Maradiaga e l'arcivescovo Óscar Julio Vian Morales, entrambi salesiani.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sala Stampa della Santa Sede, Nomina del Vicario Apostolico di El Petén in Guatemala, su press.vatican.va, 10/02/2009. URL consultato l'08/07/2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]