Mario Delpini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mario Delpini
arcivescovo della Chiesa cattolica
Mons. Mario Delpini.jpg
L'arcivescovo Mario Delpini nel 2017.
Coat of arms of Mario Enrico Delpini (Milan).svg
Plena est terra gloria eius
 
TitoloMilano
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato29 luglio 1951 (69 anni) a Gallarate
Ordinato presbitero7 giugno 1975 dal cardinale Giovanni Colombo
Nominato vescovo13 luglio 2007 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo23 settembre 2007 dal cardinale Dionigi Tettamanzi
Elevato arcivescovo7 luglio 2017 da papa Francesco
 

Mario Enrico Delpini (Gallarate, 29 luglio 1951) è un arcivescovo cattolico italiano, dal 7 luglio 2017 145º arcivescovo metropolita di Milano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Gallarate, in provincia di Varese ed arcidiocesi di Milano, il 29 luglio 1951, da Antonio e Rosa Delpini, terzo di sei figli. Cresce a Jerago con Orago, nella parrocchia san Giorgio di Jerago.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato le scuole del paese natale fino alla quinta elementare e le scuole medie e i due anni del ginnasio nella scuola statale di Arona, risiedendo nel Collegio De Filippi, entra nel Seminario arcivescovile di Milano nella sede di Venegono Inferiore, nell'ottobre 1967, dove frequenta la I liceo classico.

Il 7 giugno 1975 è ordinato presbitero, nella cattedrale di Milano, dal cardinale Giovanni Colombo per l'arcidiocesi ambrosiana.

Dopo l'ordinazione presta servizio come insegnante presso il seminario minore dell'arcidiocesi di Milano, prima a Seveso poi a Venegono Inferiore. Nel 1980 consegue la laurea in Lettere classiche presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi su La didattica del latino come introduzione alla Esegesi dei classici; approfondisce gli studi e riceve la licenza in teologia presso la Facoltà teologica dell'Italia settentrionale con una tesi su La nozione di teologia di Giovanni Pico della Mirandola. Alunno del Pontificio seminario lombardo, frequenta l'Istituto Patristico Augustinianum di Roma, dove ottiene il diploma in Scienze teologiche e patristiche; grazie a questi titoli può dedicarsi all'insegnamento della lingua greca e della patrologia presso il seminario di Milano, nelle sedi di Seveso e Venegono Inferiore. Nel 1989 diviene rettore del seminario minore di Venegono Inferiore e rettore nel quadriennio teologico, nel 1993.

Insegna presso la Facoltà teologica dell'Italia settentrionale e il seminario arcivescovile nelle sedi di Saronno e poi di Seveso dal 1993 al 2000. Nel 2000 è nominato rettore maggiore dei seminari di Milano.

Nel 2006 il cardinale Dionigi Tettamanzi lo nomina vicario episcopale della zona pastorale VI di Melegnano, lasciando gli incarichi ricoperti in seminario a don Giuseppe Maffi.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Vescovo ausiliare di Milano[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2007 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo ausiliare di Milano e vescovo titolare di Stefaniaco[1]. Il 23 settembre successivo riceve l'ordinazione episcopale, nella cattedrale di Milano, con il vescovo Franco Giulio Brambilla, dal cardinale Dionigi Tettamanzi, coconsacranti l'arcivescovo Francesco Coccopalmerio (poi cardinale) ed i vescovi Marco Ferrari, Renato Corti (poi cardinale) e Giuseppe Betori (poi arcivescovo e cardinale).

Dal 2007 al 2016 ricopre l'incarico di segretario generale della Conferenza episcopale lombarda; nell'ambito della Conferenza Episcopale Italiana è stato membro della commissione per il clero e la vita consacrata.

Il 5 aprile 2012, durante la Messa del crisma, il cardinale Angelo Scola rende nota la sua nomina a vicario generale dell'arcidiocesi ambrosiana, effettiva dal 29 giugno successivo. Il 21 settembre 2014 riceve la nomina da parte dello stesso arcivescovo a vicario episcopale per la formazione permanente del clero e responsabile dell'Istituto sacerdotale Maria Immacolata, che si occupa dei presbiteri del primo quinquennio di ordinazione; succede a monsignor Luigi Stucchi.

Arcivescovo di Milano[modifica | modifica wikitesto]

Mons. Delpini il 20 maggio 2018.

Il 7 luglio 2017 papa Francesco lo nomina arcivescovo metropolita di Milano[2]; succede al cardinale Angelo Scola, dimessosi per raggiunti limiti di età. Il 9 settembre prende possesso canonico dell'arcidiocesi per mezzo del procuratore e vescovo ausiliare Erminio De Scalzi[3]. Il 12 settembre riceve il pallio dalle mani del cardinale Scola, delegato pontificio, nel santuario di San Pietro Martire a Seveso[4].

Il 21 settembre 2017 è eletto presidente della Conferenza episcopale lombarda dai vescovi riuniti presso il santuario di Santa Maria del Fonte a Caravaggio[5].

Il 24 settembre seguente fa il solenne ingresso nell'arcidiocesi di Milano, celebrando, come da tradizione ambrosiana, il solenne pontificale di Sant'Anatalone alla presenza del suo predecessore, accompagnato dai cardinali Gianfranco Ravasi, Francesco Coccopalmerio e Renato Corti, originari dell'arcidiocesi[6]. Per l'occasione la Scuola Beato Angelico di Milano ha progettato, intessuto e poi donato al nuovo arcivescovo una mitra particolare, sulla quale sono stati riportati i nomi dei primi dodici santi vescovi di Milano, rappresentati con la scritta dei loro nomi e con altrettante gemme che fanno corona alla gemma più luminosa e centrale, a rappresentare la figura di Gesù Cristo[7].

Il 4 ottobre pubblica la sua prima lettera pastorale all'arcidiocesi intitolata Vieni, ti mostrerò la sposa dell'Agnello. Il 27 novembre indice il sinodo minore sul tema "La Chiesa dalle genti" circa la questione dei migranti, sentendo l'esigenza di aggiornare l'azione pastorale alla luce dei cambiamenti sociali prodotti all'interno delle parrocchie dell'arcidiocesi. Il sinodo si è aperto il 14 gennaio 2018, giornata mondiale del migrante e del rifugiato.

Il 29 marzo 2018, nel corso della Messa del crisma, annuncia la nomina del vescovo ausiliare Franco Agnesi a nuovo vicario generale dell'arcidiocesi. L'8 settembre pubblica la seconda lettera pastorale Cresce lungo il cammino il suo vigore e indice la visita pastorale all'arcidiocesi[8].

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Blasonatura
Coat of arms of Mario Enrico Delpini.svg D'oro al pino al naturale cimato di tre colombe, tenuto da un destrochero. Lo scudo, accollato a una croce astile d'oro, posta in palo, è timbrato dal galero verde. Le nappe, in numero di dodici, sono disposte sei per parte, in tre ordini di 1, 2, 3. Sotto lo scudo, nella lista svolazzante d'oro, il motto in lettere maiuscole di nero: PLENA EST TERRA GLORIA EIUS.
Coat of arms of Mario Enrico Delpini (Milan).svg Al capo di Milano; d'oro al pino al naturale cimato di tre colombe, tenuto da un destrochero. Lo scudo, accollato a una croce astile patriarcale d'oro, posta in palo, è timbrato dal galero verde. Le nappe, in numero di venti, sono disposte dieci per parte, in quattro ordini di 1, 2, 3, 4. Sotto lo scudo, nella lista svolazzante d'argento, il motto in lettere maiuscole di nero: PLENA EST TERRA GLORIA EIUS.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Accanto alla ricerca scientifica dedicata allo studio della letteratura cristiana antica e alla teologia dei Padri della Chiesa, Mario Delpini è autore di opere finalizzate all'educazione cristiana e vocazionale, in particolare per i giovani; le sue opere sono spesso contraddistinte da uno stile acuto ed ironico.

  • «Sul rapporto delle lettere di Ignazio di Antiochia con il Vangelo di Giovanni», in La Scuola Cattolica 119 (1991) 514-525.
  • (con Silvano Casiraghi) Il contro-contro. Come una lotta l'obbedienza allo spirito di Dio (=Ti ascolto, 4), Torino, Paoline, 1984. ISBN 88-215-0704-1
  • Io scelgo la pace. Vignette, pensieri, domande irrequiete per un argomento che scotta (=Vita più, II serie, 19), Cinisello Balsamo, San Paolo Edizioni, 1986. ISBN 978-88-215-1032-8.
  • Caccia al tesoro. Sette incontri vocazionali per ragazzi (=Meeting, 3), Cinisello Balsamo, San Paolo Edizioni, 1987. ISBN 978-88-315-0018-0.
  • (con Angelo De Simone) Da Gerusalemme a Emmaus. Quattordici soste di preghiera per gruppi giovanili (=Insieme, 13), Milano, Edizioni paoline, 1988. ISBN 88-315-0088-0
  • Dizionario della vita quotidiana (=Quaderni di parola e comunità, 14), Venegono Inferiore, Seminario di Milano - Comunità di ginnasio e liceo, pref. 1992
  • «La formazione del Pastore verso l'esercizio del Ministero», in La Scuola Cattolica 123 (1995) 513-525.
  • Reverendo che maniere! Piccolo Galateo Pastorale. Appunti affettuosi e scanzonati per preti in cammino verso il terzo millennio (=L'antica fonte, 36), Cinisello Balsamo, San Paolo Edizioni, 1998. ISBN 978-88-215-3591-8; edizione polacca Wielebny, co za maniery!: mały, braterski poradnik dla księży, traduzione di Irena Burchacka, Warszawa, Wydawnictwo Księży Marianów, 1999. ISBN 978-83-711-9248-7.
  • La via del sale. 54 storie per ogni settimana dell'anno (=Serie "Vita comune"), Seveso, Seminario Arcivescovile di Milano, 1998.
  • L'esperienza del diaconato permanente, in «La Scuola Cattolica», 136, 3, luglio-settembre 2008, p. 369-375. ISSN 0036-9810 (WC · ACNP)
  • Con il dovuto rispetto. Frammenti di saggezza all'ombra del campanile (=L'antica fonte), Cinisello Balsamo, San Paolo Edizioni, 2011. ISBN 978-88-215-7071-1
  • E la farfalla volò. 52 storie sorprendenti, Milano, Àncora, 2016. ISBN 978-88-514-1773-4
  • Vocabolario della vita quotidiana, Milano, Centro Ambrosiano, 2017.

Documenti del magistero episcopale milanese[modifica | modifica wikitesto]

  • Lettera pastorale Vieni, ti mostrerò la sposa dell'Agnello (4 ottobre 2017)
  • Lettera alle famiglie per il Natale Un Angelo in paese. Storie di Natale per famiglie (2017)
  • Lettera di Natale ai bambini L'angelo della sera prega per me (2017)
  • Discorso alla città Per un'arte del buon vicinato (6 dicembre 2017)
  • Lettera ai cresimandi Verso la città felice (2018)
  • Omelia della Messa Crismale La Chiesa in debito (29 marzo 2018)
  • Lettera pastorale Cresce lungo il cammino il suo vigore (8 settembre 2018)
  • Lettera alle famiglie per il Natale Benedire la vita. La famiglia cammina verso il Natale (2018)
  • Lettera di Natale ai bambini Occhi nuovi davanti al presepe (2018)
  • Discorso alla città Autorizzati a pensare (6 dicembre 2018)
  • Lettera ai cresimandi In che senso? (2019)
  • Lettera pastorale La situazione è occasione. Per il progresso e la gioia della vostra fede (7 settembre 2019)
  • Lettera a un medico Stimato e caro dottore... (18 ottobre 2019)
  • Lettera alle famiglie per il Natale La benedizione di Dio per abitare la casa (2019)
  • Lettera di Natale ai bambini L'amore scende dal cielo (2019)
  • Discorso alla città Benvenuto futuro (6 dicembre 2019)
  • Lettera ai cresimandi Lo Spirito parla le lingue del mondo (2020)
  • Lettera ai membri dei Consigli degli affari economici parrocchiali Amministrare con responsabilità (febbraio 2020)
  • La potenza della sua Resurrezione - Messaggio di speranza per questa Pasqua 2020 (25 marzo 2020)
  • O mia bèla Madunina. Il coraggio della speranza in tempo di pandemia (aprile 2020)
  • Lettera a chi opera per la catechesi dell'Iniziazione Cristiana Il miracolo delle catechiste (luglio 2020)
  • Proposta pastorale Infonda Dio sapienza nel cuore. Si può evitare di essere stolti (8 settembre 2020)
  • Lettera per il Tempo di Avvento Il Verbo entra nella storia. Il tempo ospita la gloria di Dio (novembre 2020)
  • Lettera alle famiglie per il Natale Benedetto pranzo di Natale (2020)
  • Lettera di Natale ai bambini Quella notte, per vincere le sette paure (2020)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rinunce e nomine. Nomina di Ausiliari di Milano (Italia), su press.vatican.va, 13 luglio 2007. URL consultato il 7 luglio 2017.
  2. ^ Rinunce e nomine. Rinuncia dell'Arcivescovo Metropolita di Milano (Italia) e nomina del successore, su press.vatican.va, 7 luglio 2017. URL consultato il 24 settembre 2017.
  3. ^ Delpini Arcivescovo, la presa di possesso in Duomo, su chiesadimilano.it, 9 settembre 2017. URL consultato il 24 settembre 2017.
  4. ^ Delpini: «Chiedo a tutti la preghiera e l'incoraggiamento per portare questo Pallio», su chiesadimilano.it, 12 settembre 2017. URL consultato il 24 settembre 2017.
  5. ^ Delpini presidente della Conferenza episcopale lombarda, su chiesadimilano.it, 21 settembre 2017. URL consultato il 24 settembre 2017.
  6. ^ Delpini: «Non disperate dei giovani e della società, Dio ama ciascuno e lo rende capace di amare», su chiesadimilano.it, 24 settembre 2017. URL consultato il 24 settembre 2017.
  7. ^ La mitria, dono della Diocesi, su chiesadimilano.it, 22 settembre 2017. URL consultato il 20 ottobre 2017.
  8. ^ Decreto di indizione della Visita pastorale (PDF), su chiesadimilano.it, 8 settembre 2018. URL consultato il 10 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN102028908 · ISNI (EN0000 0000 7179 6676 · GND (DE114061326X · WorldCat Identities (ENviaf-102028908