Mario De Caro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mario De Caro (1963) è un filosofo italiano, professore di filosofia morale presso l'Università Roma Tre. Dal 2000, insegna anche presso la Tufts University, dove è regolarmente Visiting Professor. Si occupa di filosofia morale, di libero arbitrio, teoria dell'azione, storia della scienza e delle filosofie di Donald Davidson e Hilary Putnam. Con David Macarthur ha difeso la teoria detta "Liberal naturalism", già oggetto di discussione nelle letteratura specialistica sull'argomento[1][2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha trascorso due anni presso il Massachusetts Institute of Technology come Visiting graduate student e uno come Fulbright fellow presso la Harvard University.[3]

È membro dei comitati scientifici delle riviste The European Journal of Analytic Philosophy[4], Rivista di Estetica [2] e Filosofia e questioni pubbliche, dell'Advisory Panels Linguistic and Philosophical Investigations, Review of Contemporary Philosophy e Analysis and Metaphysics. Lavora come consulente presso il Ministério da Ciência, Tecnologia e Ensino Superior (Portogallo)[5]. Collabora con Il Sole 24 Ore[6], e ha scritto per The Times, La Repubblica[7] e il manifesto.

È stato Presidente della Società Italiana di Filosofia Analitica (SIFA) dal 2010 al 2012. Con Maurizio Ferraris e Achille Varzi, conduce Zettel - Filosofia in movimento[8], programma televisivo RAI dedicato alla filosofia.

L'asteroide 5329 Decaro è chiamato così in suo onore.[9]

Monografie[modifica | modifica wikitesto]

  • Dal punto di vista dell'interprete. La filosofia di Donald Davidson, Roma, Carocci, 1998.
  • Il libero arbitrio, Roma-Bari, Laterza, 2004.
  • Azione, Bologna, Il Mulino, 2008.

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Interpretations and Causes: New Perspectives on Donald Davidson's Philosophy, Dordrecht, Kluwer, 1999.
  • La logica della libertà, Roma, Meltemi, 2002.
  • Normatività, Fatti, Valori, con Massimo Dell'Utri e Rosaria Egidi, Macerata, Quodlibet, 2003.
  • Cartographies of the Mind. Philosophy and Psychology in Intersection, con Massimo Marraffa e Francesco Ferretti, Dordrecht, Springer, 2007.
  • Scetticismo. Storia di una vicenda filosofica, con Emidio Spinelli, Roma, Carocci, 2007.
  • Naturalism in Question, con David Macarthur, Cambridge (Mass.)-London, Harvard University Press, 2004; paperback edition 2008.
  • Siamo davvero liberi? Le neuroscienze e il mistero del libero arbitrio, con Andrea Lavazza e Giuseppe Sartori, Torino, Codice, 2010.
  • Naturalism and Normativity, con David Macarthur, New York, Columbia University Press, 2010.
  • La filosofia analitica e le altre tradizioni, con Stefano Poggi, Roma, Carocci, 2011.
  • Philosophy in an Age of Science: Physics, Mathematics and Skepticism, con David Macarthur e Hilary Putnam, Cambridge (Mass.)-London, Harvard University Press, 2012.
  • Bentornata Realtà. Il nuovo realismo in discussione con Maurizio Ferraris, Torino, Einaudi, 2012.
  • Quanto siamo responsabili? Filosofia, neuroscienze e società, con Andrea Lavazza e Giuseppe Sartori, Torino, Codice, 2014.
  • Biografie convergenti: venti ircocervi filosofici, disegni di Guido Scarabottolo, Milano-Udine, Mimesis, 2015.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2618906 · ISNI (EN0000 0001 1586 2154 · LCCN (ENn99047103 · GND (DE130050261 · BNF (FRcb13339811r (data)