Mario Canzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mario Canzio (Salerno, 16 marzo 1947) è un dirigente pubblico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha conseguito la laurea in Economia a Napoli nel 1970[1]. Nel 1972 è entrato al Ministero delle finanze fino a quando è diventato Ispettore generale per gli affari economici della Ragioneria Generale dello Stato[1].

Il 20 maggio 2005 è stato nominato Ragioniere generale dello Stato a seguito di deliberazione del Consiglio dei ministri, in sostituzione di Vittorio Grilli. In data 17 maggio 2013 gli è subentrato Daniele Franco.

Mario Canzio è stato il 19º Ragioniere generale dello Stato italiano dal 1870, quando la carica fu istituita.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— Roma, 27 dicembre 2008[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte: Sito della Ragioneria Generale dello Stato, scheda di Mario Canzio. Riferimenti in Collegamenti esterni.
  2. ^ Cavaliere Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]