Mario Allara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mario Allara

Deputato della Consulta nazionale del Regno d'Italia
Durata mandato 25 giugno 1945 –
25 settembre 1945
Legislature Consulta nazionale

Mario Allara (Torino, 8 agosto 1902Torino, 7 giugno 1973) è stato un giurista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Torino nel 1902 da Giacomo e da Teresa Bottiglia. Insegnò diritto civile all'Università di Torino (1930-1973). Nel novembre del 1945, fu eletto rettore dell'ateneo torinese.

Il 22 giugno 1949 divenne socio dell'Accademia delle scienze di Torino.[1]

Successivamente fu nominato per meriti giudiziari, Socio corrispondente dei Lincei (1964).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il testamento, 1934.
  • Teoria generale del contratto, 1943.
  • La revocazione delle disposizioni testamentarie, 1951.
  • La successione familiare suppletiva, 1954.
  • Principi di diritto supplementario, 1957.
  • L'elemento volitivo nel negozio testamentario, 1964.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario ALLARA, su www.accademiadellescienze.it. URL consultato il 9 luglio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66847290 · ISNI (EN0000 0000 6129 4680 · SBN IT\ICCU\MILV\045755 · LCCN (ENn84035882 · BNE (ESXX1192757 (data) · BAV (EN495/129807 · WorldCat Identities (ENlccn-n84035882
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie