Marina Kiehl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marina Kiehl
Marina Kiehl.JPG
Marina Kiehl nel 2013
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Altezza 164[senza fonte] cm
Peso 62[senza fonte] kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, combinata
Squadra TSV 1860 München[senza fonte]
Ritirata 1988
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali juniores 1 0 0
Coppa del Mondo - Supergiante 1 trofeo
Coppa del Mondo - Gigante 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Marina Kiehl (Monaco di Baviera, 12 gennaio 1965) è un'ex sciatrice alpina tedesca occidentale, campionessa olimpica nella discesa libera a Calgary 1988 e vincitrice di due Coppe del Mondo di specialità.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1982-1984[modifica | modifica wikitesto]

Sciatrice polivalente in attività negli anni 1980, Marina Kiehl ottenne il suo primo risultato di rilievo in Coppa del Mondo il 18 dicembre 1981 sulle nevi di Piancavallo giungendo 15ª in combinata. Nella stagione successiva ai Mondiali juniores di Sestriere 1983 conquistò la medaglia d'oro nella discesa libera.

L'8 gennaio 1984 a Puy-Saint-Vincent salì per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo, classificandosi al 3º posto nella combinata vinta dalla canadese Gerry Sorensen e davanti alla tedesca occidentale Irene Epple. Nella stessa stagione partecipò ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984, sua prima presenza olimpica, concludendo 6ª nella discesa libera e 5ª nello slalom gigante; il 4 marzo conseguì poi il primo successo in Coppa del Mondo, nel supergigante disputato a Mont-Sainte-Anne.

Stagioni 1985-1988[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 fu convocata per i Mondiali dei Bormio, dove si piazzò 11ª nella discesa libera, 5ª nello slalom gigante e 10ª nella combinata. Sempre nel 1985 si aggiudicò la Coppa del Mondo di slalom gigante, a pari merito con la svizzera Michela Figini, e raggiunse il 4º posto nella classifica generale, suo miglior piazzamento in carriera, con otto podi e tre vittorie. Nel 1985-1986 aggiunse al palmarès un altro trofeo: la Coppa del Mondo di supergigante, vinta con 19 punti di vantaggio sulla canadese Liisa Savijarvi.

Fu al cancelletto di partenza anche per i Mondiali di Crans-Montana 1987, dove giunge 4ª nella discesa libera e 6ª nello slalom gigante. Nel 1987 conquistò anche l'ultimo successo in Coppa del Mondo, nel supergigante di Vail del 15 marzo, e l'ultimo podio, piazzandosi 2ª a Val-d'Isère in discesa libera dietro all'elvetica Chantal Bournissen per 13 centesimi di secondo[1]. Nella stessa stagione raggiunse l'apice della carriera vincendo la medaglia d'oro nella discesa libera ai XV Giochi olimpici invernali di Calgary 1988, sua ultima presenza olimpica, davanti alla svizzera Brigitte Oertli e alla canadese Karen Percy; si classificò inoltre 13ª nel supergigante e non completò lo slalom gigante. L'ultimo piazzamento della sua attività agonistica fu il 12º posto ottenuto nello slalom gigante di Coppa del Mondo disputato il il 23 marzo 1988 a Saalbach-Hinterglemm.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Marina Kiehl effigiata in un francobollo paraguaiano del 1990

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
4 marzo 1984 Mont-Sainte-Anne Canada Canada SG
15 dicembre 1984 Madonna di Campiglio Italia Italia GS
26 gennaio 1985 Arosa Svizzera Svizzera SG
10 marzo 1985 Banff Canada Canada SG
7 dicembre 1985 Sestriere Italia Italia SG
16 marzo 1986 Vail Stati Uniti Stati Uniti SG
15 marzo 1987 Vail Stati Uniti Stati Uniti SG

Legenda:
SG = supergigante
GS = slalom gigante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Referto della gara. URL consultato il 19 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN32794909 · GND: (DE118896113