Marie Daveluy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marie Daveluy (Victoriaville, 20 marzo 1936) è un soprano canadese del Quebec, docente di storia della musica all'Università del Quebec e al Conservatorio canadese di Montreal.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Lucien Daveluy e Renée Dunn, è la sorella dell'organista Raymond Daveluy. Il nonno paterno Adolphe Daveluy fondò la città di Daveluyville, nel Quebec.

Si formò al Conservatorio di musica del Quebec a Montreal nel '53, studiando musica col compositore Gabriel Cusson e canto col baritono Martial Singher. Vincitrice di una borsa di studio dei governi del Quebec e del Canada, tre anni dopo si trasferì a Vienna per perfezionarsi con Viktor Graef e col maestro di canto Ferdinando Grossmann (1883-1970)[1], affermato compositore e direttore corale.

Nel '59 debuttò all'Opera di Salisburgo nel ruolo di Zerbinetta dell'Ariadne auf Naxos di Richard Strauss. Dal '61 al '66 interpretò quasi trenta rappresentazioni canore con l'Opera di Heidelberg. Dai primi anni '70 insegnò canto all'Università del Québec-Trois-Rivières e al Conservatorio di Montreal, nonché interpretazione a Lieder, avendo fra i suoi allievi Marie-Nicole Lemieux[2], Karina Gauvin, Leslie Ann Bradley.[3] e la contralto canadese Marie-Nicole Lemieux.[4]

Il 15 dicembre 1965 cantò da solista il Messiah di Haendel alla Basilica-cattedrale di Notre-Dame de Québec, con Fernande Chiocchio, Leopold Simoneau, Claude Corbeil e la direzione di Wilfrid Pelletier[5]

Marie Daveluy e la pianista Diane Mauger registrarono nel 1974 l'LP Musique québécoise 'nos compositeurs' (L'Oiseau-Coeur OC S-02 , 1977), contenente brani del compositore Jean Chatillon (L'Oiseau-Coeur OC S-01) e di Rodolphe Mathieu.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marie Daveluy in "The Canadian Encyclopedia", su www.thecanadianencyclopedia.ca.
  2. ^ Marie-Nicole Lemieux: la voce irresistibile della porta accanto", su scena.org.
  3. ^ Dieci domande per Leslie Ann Bradley, su barczablog, 8 gennaio 2014.
  4. ^ (FR) Alain Pâris, Le Nouveau Dictionnaire des interprètes, Groupe Robert Laffont, 16 aprile 2015, p. 827, ISBN 978-2-221-18755-5, OCLC 908685632. Citazione: "Elle fait ses études musicales au Conservatoire de Chicoutimi puis à celui de Montréal où elle travaille avec Marie Daveluy."
  5. ^ (FR) Bertrand Guay, Un siècle de symphonie à Québec: l'Orchestre symphonique de Québec, 1902-2002, Bibliothèque de la capitale nationale, vol. 6, Les éditions du Septentrion, 2002, p. 99, ISBN 978-2-89448-330-5, OCLC 007289831.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN104245913 · ISNI (EN0000 0000 7433 8996 · WorldCat Identities (ENviaf-104245913